Vai al contenuto della pagina
il Resto del Carlino

Sfogliare ‘La Bibbia dell’Amicizia’

«ESSENDO perciò così grande il patrimonio spirituale comune a cristiani ed ebrei, questo sacro Sinodo vuole promuovere e raccomandare tra loro la mutua conoscenza e stima, che si ottengono soprattutto con gli studi biblici e teologici e con un fraterno dialogo». Questo brano, tratto dalla dichiarazione Nostra aetate del Concilio Vaticano II, trova un primo tentativo sistematico di proporre una lettura biblica a due voci nel volume ‘La Bibbia dell’Amicizia. Brani della Torah/Pentateuco commentati da ebrei e cristiani’ (Edizioni San Paolo, 2019), curato da Marco Cassuto Morselli e da padre Giulio Michelini. Alla presentazione in programma domani alle 18 a Casa Cini, patrocinata dal Meis, prende parte Michelini (Studio Teologico di Assisi), mentre la componente ebraica è  rappresentata da Shemuel Lampronti (Università di Warwick). Introduce e modera Piero Stefani, presidente del Sae (Segretariato attività ecumeniche). Sarà presente Simonetta Della Seta, direttore del Meis. L’iniziativa è organizzata dall’ufficio catechistico diocesano-settore per l’apostolato biblico, dall’ufficio ecumenismo e dialogo interreligioso, dall’ufficio per la cultura e dall’istituto di cultura Casa Cini.

Altre Rassegne

Questo sito usa i cookie per fornire parte dei suoi servizi, per maggiori informazioni sui cookie clicca qui, continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.