Vai al contenuto della pagina
il Resto del Carlino

L’emozione di Noa al Meis: «Siate fieri, è un luogo incredibile»

«UN LUOGO incredibile. Ho imparato così tanto in una sola breve ora sulla mia storia e sulla vostra, e di come le nostre storie, intrecciate, siano un microcosmo della complessità, delle sfide e della bellezza della narrazione umana». Testimonial davvero speciale al Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah, la cantante israeliana Achinoaim Nini, in arte Noa. La popolare interprete di I don’t know e La vita è bella – per ricordare solo due tra i suoi brani di successo –, all’indomani del concerto al Nuovo si è recata in visita al Meis in compagnia della band. Accolta dal direttore Simonetta Della Seta, Noa ha ammirato l’esposizione sui primi mille anni di ebraismo in Italia e la mostra di Dani Karavan. «Vi invito tutti a visitarlo, a conoscere gli ebrei e, attraverso di noi, voi stessi – il messaggio –. A imparare a conoscere le minoranze e la loro lotta, a scambiare idee, creare dialoghi e discutere della nostra umanità condivisa». 

Altre Rassegne

Questo sito usa i cookie per fornire parte dei suoi servizi, per maggiori informazioni sui cookie clicca qui, continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.