Vai al contenuto della pagina
la Nuova Ferrara

"Ebrei, una storia italiana" Al Meis un percorso da Gerusalemme a Roma

Da oggi il museo nazionale dell'ebraismo italiano e della Shoah (via Piangipane 81, Ferrara) riapre al pubblico la mostra permanente "Ebrei, una storia italiana", con una tariffa speciale e in omaggio a tutti i visitatori che acquisteranno il biglietto un volume. Attraverso opere d'arte, oggetti, video multimediali e riproduzioni, il percorso conduce alla scoperta della storia degli ebrei in Italia dall'epoca dell'antica Roma al Rinascimento. 

PERCORSO DI VISITA Un viaggio che parte da Gerusalemme e arriva a Roma, dove viene svelato il ruolo degli ebrei nella costruzione del monumento più famoso del mondo: il Colosseo. Si visita virtualmente la sinagoga di Ostia con le imponenti colonne e i suoi marmi policromi per poi esplorare le catacombe ebraiche, perfettamente riprodotte. Il viaggio nella storia del Paese continua nel Sud Italia e si conclude durante il Rinascimento con le tavole del 1500 che raffigurano due mercanti e i video multimediali dedicati al rapporto tra l'ebraismo e le grandi opere pittoriche del tempo. 

COME E QUANDO Fino al 30 agosto i visitatori che acquisteranno il biglietto riceveranno in omaggio la guida "Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni". Ma le sorprese non finiscono: i più fortunati troveranno tra le pagine del volume un biglietto omaggio valido per la prossima grande mostra "Oltre il ghetto. Dentro e Fuori". Il percorso è aperto dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 18. Il Giardino delle domande è aperto dal martedì al giovedì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18 e dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 18. Per info: 0532.769137. 

Altre Rassegne

Questo sito usa i cookie per fornire parte dei suoi servizi, per maggiori informazioni sui cookie clicca qui, continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.