Vai al contenuto della pagina

Settembre al MEIS. Eventi da non perdere

IL RINASCIMENTO PARLA EBRAICO

 Ultimo mese per visitare la mostra

Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah

Via Piangipane, 81 – Ferrara

 A seguito del grande successo riscosso e in occasione del Salone Internazionale del Restauro, dei Musei e delle Imprese Culturali di Ferrara, la mostra del MEIS curata da Giulio Busi e Silvana Greco viene prorogata fino al 22 settembre.

C'è infatti tempo per ammirare opere pittoriche come “La Sacra famiglia e famiglia del Battista” (1504-1506) di Andrea Mantegna, “La Nascita della Vergine” (1502-1507) di Vittore Carpaccio, “La Disputa di Gesù con i Dottori del Tempio” (1519-1525) di Ludovico Mazzolino e il manoscritto miniato della "Guida dei perplessi" di Maimonide (1349), inseriti in un percorso espositivo che rivela le connessioni tra l’ebraismo italiano e il mondo delle corti rinascimentali.  La coinvolgente scenografia concepita dai progettisti dello Studio GTRF Giovanni Tortelli Roberto Frassoni guida il visitatore nelle sale raccontando incontri, scontri, scambi, vita quotidiana e arti e mestieri degli ebrei italiani in una delle fasi cruciali della storia identitaria della penisola e della cultura occidentale.

 

VISITE GUIDATE A PARTENZA FISSA. Da domenica 15 settembre, le visite guidate a partenza fissa tornano ad essere previste per il pomeriggio. Appuntamento davanti alla biglietteria alle 14.45, inizio della visita alle 15.00. Tutte le info le trovate qui.



10 settembre, ore 15

Convegno "Rinascimento plurale - ibridazioni linguistiche e socioculturali tra Quattro e Cinquecento"

Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah - MEISHOP

Via Piangipane, 81 - Ferrara

Legato alla mostra, il MEIS in collaborazione con l’Italienzentrum della Freie Universität Berlin e la Fondazione Palazzo Bondoni Pastorio, organizza la conferenza “Rinascimento plurale – ibridazioni linguistiche e socioculturali tra Quattro e Cinquecento”.  Il convegno, che ha una giornata al MEIS e una a Castiglione delle Stiviere, è l’occasione per discutere alcune delle correnti che costituiscono la pluralità del Rinascimento, un periodo sfaccettato e variegato fatto di incontri, scontri, momenti di armonia e di cesura. 

Il 10 settembre alle 15.00 al Bookshop MEIS, dopo i saluti del direttore del MEIS Simonetta Della SetaGiulio Busi introduce e modera i relatori.

Interventi: “Sociologia dell'ebraismo in Italia durante il Rinascimento: un primo bilancio” di Silvana Greco (Freie Universität Berlin); “Dal sacco di Roma alla fine del mondo: profezie cabbalistiche tra le carte di Egidio da Viterbo” di Saverio Campanini (Università degli Studi di Bologna) e “Voci della cabbalah: secondo l'opinione di Pico della Mirandola” di Raphael Ebgi (Freie Universität Berlin).

(Verrà inviato il programma completo).



Dal 18 al 20 settembre

Il Rinascimento ebraico al Salone del Restauro

Ferrara Fiere Congressi

Via della Fiera 11 - I-44124 Ferrara

Nelle giornate del Salone del Restauro, dei Musei e delle Imprese Culturali di Ferrara (18-19-20 settembre), la mostra del MEIS è ospite dello stand MiBAC con iniziative speciali e aperture straordinarie.

Il 18 settembre (ore 14.45-15.30) uno dei preziosi manoscritti esposti al MEIS, il Codice Maimonide, copia membranacea miniata della "Guida dei perplessi" del filosofo e dottore Mosè Maimonide datata 1349, è il protagonista di un case study nella sala del MiBAC (padiglione 1) al Salone.

Appartenuto per più di 500 anni ai Norsa, famiglia di spicco dell'ebraismo rinascimentale mantovano e ferrarese, il Codice è stato acquistato dallo Stato italiano che ne ha finanziato il restauro effettuato dall’Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario (ICRCPAL) e troverà la sua collocazione definitiva nell'Archivio di Stato di Mantova.

L’incontro “La Guida dei perplessi di Mosè Maimonide. Un restauro in equilibrio tra storia, estetica e conservazione” si svolge alla presenza del Segretario Generale del MiBAC Giovanni Panebianco, con interventi di Maria Letizia Sebastiani, Direttore dell'ICRCPAL, del Presidente del MEIS Dario Disegni, del Direttore Simonetta della Seta e del curatore della mostra Giulio Busi



22 settembre, ore 10

Il Rinascimento ebraico nelle Passeggiate patrimoniali. 

Al MEIS "Un porto sicuro"

Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah 

Via Piangipane, 81 - Ferrara

Le Passeggiate patrimoniali istituite dal Consiglio d'Europa arrivano al MEIS che, in collaborazione con il Comune di Ferrara, offre un percorso dedicato al Rinascimento ebraico dal titolo "Un porto sicuro".

Partendo dalla mostra con un focus particolare sulla produzione letteraria e artistica del periodo, il gruppo di visitatori riscopre il rapporto di Ferrara con l'ebraismo assaporando l'atmosfera sospesa che si respira tra le strade del centro: da via Centoversuri al Castello, corso Ercole I d'Este e fino al Parco Massari dove vengono letti alcuni passi delle opere di Leone Ebreo e Immanuel Romano.

Il tragitto proposto fa emergere il racconto della trasformazione architettonica dal Medioevo al Rinascimento di Ferrara e il suo ruolo come porto sicuro tra '400 e '500 per gli ebrei che diventano protagonisti della fioritura culturale e artistica della "città ideale" per eccellenza.



15 settembre, ore 19.30

XX Giornata Europea della Cultura Ebraica al MEIS

Concerto internazionale "Shemà - Sogni con anima e corpo"

Sala Estense

Piazza del Municipio 2 - Ferrara

Per celebrare la ventesima edizione della Giornata Europea della Cultura Ebraica dedicata a “Sogni. Una scala verso il cielo”, il MEIS, in collaborazione con il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Primo Levi e la Comunità ebraica di Ferrara, organizza un originale concerto con le poesie in musica di Primo Levi,incentrato sui sogni di libertà e liberazione dopo il trauma della Shoah. Il concerto "Shemà" è a cura di Shulamit Ottolenghi accompagnata dai compositori delle musiche originali del calibro di Frank London, vincitore di un Grammy per la Contemporary World Music e anima dei "Klezmatics" e Shai Bachar, pianista e produttore. Introducono, il Presidente del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Primo Levi e del MEIS Dario Disegni e il Direttore del MEIS Simonetta Della Seta

 Al mattino, a partire dalle 10.30, la Comunità ebraica di Ferrara dedica una serie di conversazioni al tema del sogno, nelle diverse letture ebraiche possibili: dalla Torà(i sogni dei nostri Padri, dei nostri Re e dei nostri Profeti), passando per ritorno a Sion (un sogno che si è avverato), fino all’arte e alla psicanalisi. L'appuntamento è nella storica sede di via Mazzini 95 (Tempio Italiano, secondo piano).

Interventi:

"Sogni nella Torà", Rav Luciano Meir Caro - Rabbino capo della Comunità ebraica di Ferrara;

 "Il sogno sionista di Theodor Herzl a Ferrara", Simonetta Della Seta - Direttore del MEIS;  

"La scala di Giacobbe: un oratorio incompiuto di Arnold Schönberg", Massimo A. Torrefranca - Vicepresidente della Comunità ebraica di Ferrara;

"La Torà sogna? / Sognare la Torà?", Prof. Gavriel Levi.



4 settembre, ore 16.00

"Imparare dal passato - Agire per il futuro. Pratiche formative sulla Shoah e sui diritti umani"

Conferenza aperta alla cittadinanza

Sala Estense

Piazza del Municipio, 2 - Ferrara

Quali pratiche formative adottare per la didattica di tematiche fondamentali come la Shoah e i diritti umani? Come trattare questi argomenti per trasmetterli alle generazioni future?

Ne discutono, in una conferenza aperta alla cittadinanza e agli insegnanti del territorio, gli esperti riuniti dal The Olga Lengyel Institute for Holocaust Studies and Human Rights - TOLI e la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea - CDEC, in collaborazione con il Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah -MEIS e con l'Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara – ISCO per il seminario dal titolo “Learning from the Past - Acting for the Future. Teaching about the Holocaust and Human Rights / Imparare dal passato - Agire per il futuro. Pratiche formative sulla Shoah e sui diritti umani”.

Interventi: “Il caso Italia: la rottura di una convivenza durata oltre duemila anni” del direttore del MEIS Simonetta Della Seta; “Le persecuzioni antiebraiche in Emilia Romagna” del presidente dell'Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara – ISCO Anna Maria Quarzi; "Il giorno che cambiò la mia vita", la testimonianza di Cesare Finzi; “L’odio, l’intolleranza, la xenofobia e il razzismo” della professoressa di Pedagogia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Milena Santerini e “Il ritorno a scuola: le ricadute della formazione sulla didattica” a cura dei docenti formati da TOLI - Fondazione CDEC – ISCO .

Introduce e modera il vicepresidente della Comunità ebraica di Ferrara Massimo Acanfora Torrefranca.

L'evento ha il patrocinio di: Regione Emilia-Romagna; Comune di Ferrara; Comunità Ebraica di Ferrara; Università degli Studi di Ferrara; Unione delle Comunità Ebraiche Italiane; Comitato Nazionale per il Centenario della nascita di Primo Levi; International Holocaust Remembrance Alliance; Fondazione ex campo Fossoli; Fondazione Museo della Shoah; Fondazione Villa Emma; Mémorial de la Shoah Paris; Fondazione Memoriale della Shoah; Associazione Figli della Shoah.

Altre news

Questo sito usa i cookie per fornire parte dei suoi servizi, per maggiori informazioni sui cookie clicca qui, continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.