Go to the page content

Complete press review

estense.com 05/10/2019

Sopravvissuta ad Auschwitz per scoprire il “peccato europeo” del nazionalismo etico

​di Lucia Bianchini ​Ebrea, donna, ungherese, è Agnes Heller, sopravvissuta ad Auschwitz, perseguitata sotto il comunismo ed oppositrice al governo di Orban, scomparsa il luglio scorso all’età di 90 anni, di cui Wlodek Goldkorn, giornalista e scrittore, ha tracciato un omaggio venerdì 4 ottobre al Meis, durante l’incontro ‘Contro ogni totalitarismo’ nell’ambito del festival Internazionale.

Internazionale 04/10/2019

Al museo con guida

Quest’anno chi verrà a Ferrara potrà partecipare alle visite guidate al Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della shoah (Meis, meisweb.it), con sede in via Piangipane 81. Le visite sono a pagamento e a numero chiuso, e vanno prenotate all’Infopoint del festival, a piazza della Cattedrale. Il Meis è dedicato alla storia millenaria degli ebrei in Italia, e al loro contributo alla storia e alla cultura del paese. Oltre alla mostra permanente e alle esibizioni temporanee, il museo propone un itinerario nel Giardino delle domande, dove i visitatori possono imparare le nozioni della kasherut, le regole sull’alimentazione, in un percorso conoscitivo che si snoda tra erbe aromatiche.

pagine ebraiche 24 03/10/2019

La pagella sul Giornale dell’Arte “Meis, museo da leggere e ascoltare”

​Il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara è “un museo diverso”, “un museo da leggere e ascoltare”. Questi alcuni dei commenti positivi che l’inviata speciale del Giornale dell’Arte Tina Lepri, che ha visitato il museo in pieno anonimato, inserisce nella sua prestigiosa e temuta pagella dei Musei italiani sul numero di ottobre del giornale.

pagine ebraiche INTERNATIONAL EDITION 24/09/2019

Primo Levi in Ferrara: dreams of body and soul

​Primo Levi’s poems are intense, blunt, and painful: they retell through poetry the nightmare and the awakening.

24/09/2019

Dalla poesia alla musica: Primo Levi interpretato da Shulamit Ottolenghi

​di Gabriele Antonucci Poesie che diventano suono e voce grazie all’incontro con Frank London dei Klezmatics e il pianista Shai Bachar.

estense.com 19/09/2019

Un concerto con le poesie di Primo Levi

​Un concerto dedicato alle poesie di Primo Levi incentrato sui sogni di libertà e liberazione dopo il trauma della Shoah, in occasione del centenario della nascita dello scrittore e della ventesima edizione della Giornata europea della cultura ebraica. È quanto il Meis- Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, realizzerà in collaborazione con il Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Primo Levi e la Comunità ebraica di Ferrara, il 15 settembre nella Sala Estense, alle 19,30.

la Repubblica 19/09/2019

Musica e parole, oggi si celebra la cultura ebraica

​Nell'ebraismo l'universo onirico è il tramite che unisce la terra al cielo, presenza costante nei testi sacri dalla Torah al Talmud, fino a Giacobbe che sogna una lunga scala che arriva al cielo, e poi naturalmente Freud. E proprio "I sogni una scala vero il cielo" è il tema della ventesima Giornata della cultura ebraica, che invita oggi ad approfondire storia e tradizioni dell'ebraismo con visite guidate, mostre, conferenze, concerti, a Bologna e dintorni.

estense.com 19/09/2019

Un pezzo del rinascimento ebraico al Salone del restauro

​Nelle giornate del Salone internazionale del restauro, dei musei e delle imprese culturali di Ferrara (18-19-20 settembre), la mostra “Il Rinascimento parla ebraico” del Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah-Meis è ‘ospite’ negli spazi della Fiera riservati al Ministero per i beni e le attività culturali con iniziative speciali e aperture straordinarie.

pagine ebraiche 24 19/09/2019

Al Salone del Restauro di Ferrara Meis protagonista, nel segno di Maimonide

​Nel 1516 Ludovico Ariosto pubblica la prima versione dell’Orlando Furioso. Poco distante da lui, lo stesso anno (o secondo una diversa lettura tre anni prima, nel 1513), un banchiere ebreo di Mantova ma originario di Ferrara, Mosheh Ben Netan’el Norsa, fa un acquisto librario assai prezioso. Si tratta di un codice membranaceo datato 1349 riccamente miniato. Un profluvio di colori che riempie ogni pagina e smentisce qualunque cupo stereotipo sul buio Medioevo.

il Resto del Carlino 19/09/2019

Riapre la sinagoga per raccontare i sogni

​«FECE un sogno: una scala poggiava sulla terra, mentre la sua cima raggiungeva il cielo». Ponte tra l’umano e il divino, è il sogno biblico del patriarca Giacobbe che dal Signore riceve la benedizione sulla sua discendenza, la protezione e la promessa della terra per il suo popolo, lo spunto della ventesima edizione della Giornata Europea della Cultura Ebraica che si celebra domani, finanziata con i fondi dell’8 per mille all’Unione delle comunità ebraiche italiane.

pagine ebraiche 24 19/09/2019

Meis – Guida dei perplessi, la nuova vita del manoscritto

​Ogni libro ha una vita. Il Codice Norsa, manoscritto miniato della “Guida dei perplessi” di Maimonide, ne ha almeno tre.

la Nuova Ferrara 19/09/2019

Cultura ebraica a Ferrara

​Si terrà oggi la Giornata Europea della Cultura Ebraica, che quest’anno ha per tema “Sogni. Una scala verso il cielo”. A Ferrara le iniziative, a cura della Comunità Ebraica e del Meis, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah oggi prendono il via alle 10.30, nella sede della Comunità (via Mazzini 95) con la conferenza sul tema dei sogni che prevede interventi di Rav Luciano Meir Caro, del professor Gavriel Levi, di Massimo Torrefranca e di Simonetta Della Seta, direttore del Meis. Alle 19.30, nella sala Estense (piazza del Municipio), concerto Shemà, che propone in musica le poesie di Primo Levi. Voce di Shulamit Ottolenghi, con il trombettista Frank London e il compositore, pianista e produttore Shai Bachar.

la Voce di FERRARA COMACCHIO 19/09/2019

Progetto, elevazione o liberazione: cos’è davvero il sogno?

di Andrea Musacci​ I sogni, si sa, sono per loro natura sfuggevoli, “materia” inafferrabile sui quali è possibile disquisire all’infinito.

la Nuova Ferrara 19/09/2019

Cultura ebraica tra sogno e realtà. Le poesie di Levi messe in musica

​È in programma domani la Giornata Europea della Cultura Ebraica, che quest’anno ha per tema “Sogni. Una scala verso il cielo”.

la Voce di FERRARA COMACCHIO 19/09/2019

“Quella volta che la maestra mi chiese: ma voi ebrei non avete la coda?”: Cesare Finzi si racconta

​di Andrea Musacci Da una vita normale, scandita dalle ore a scuola, trascorse nel caldo nido della comunità, con i propri famigliari, nel negozio del padre, fino a venire a conoscenza, dal giornale, di essere diversi, dunque degni di esclusione dal consorzio umano. E di conseguenza dover sopportare derisione, odio, l’essere considerati simili a bestie, degni di un disprezzo del quale non provar vergogna. Cesare Finzi, nato nel 1930 a Ferrara, cardiologo in pensione, faentino d’adozione, ha vissuto tutto questo, e da anni è impegnato a raccontare la sua testimonianza di vita soprattutto ai più giovani (testimonianza lasciata anche in un libro, “Il giorno che cambiò la mia vita”). Ma la commozione, il dolore traspaiono intatti dalla voce e dagli occhi.

This website uses cookies in order to provide you with some of its services. For further info on cookies, please click here. By proceeding with the navigation on this website, you consent to the use of said cookies.