Go to the page content

All news

categoria1 18/06/2020

CALL FOR APPLICATIONS FOR THE "MAURIZIO AND CLOTILDE PONTECORVO" RESEARCH GRANT

Foundation of the National Museum of Italian Judaism and the Shoah (“MEIS”) announces a call for applications for a two-year research grant on the topic of “Women in the history, culture and education of Italian Jews”. Applications and research projects must be received at the Fondazione MEIS offices no later than 1:00 p.m. on 29/05/2020

11/06/2020

We Are Here

Join the National Museum of Italian Judaism and the Shoah – MEIS and 135 other museums and cultural institutions around the world for "We Are Here: A Celebration of Resilience, Resistance, and Hope" on Sunday, June 14 at 8:00 PM.

04/06/2020

Amedeo Spagnoletto è il nuovo direttore del MEIS

​È Amedeo Spagnoletto, romano, 52 anni, il nuovo Direttore del Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS. Spagnoletto, già membro del Comitato scientifico del MEIS, ricoprirà l'incarico per i prossimi quattro anni succedendo al Direttore Simonetta Della Seta.

27/05/2020

Shavuot 5780

​La sera di giovedì 28 maggio inizia la festa di Shavuot che termina il 30 maggio in corrispondenza del 6 e 7 del mese ebraico di Sivan e celebra il momento in cui gli ebrei ricevettero la Torà. Shavuot significa "settimane" e cade esattamente sette settimane dopo Pesach, la festa che ricorda la liberazione degli ebrei dalla schiavitù egiziana. Il periodo tra le due ricorrenze, contrassegnato dal conteggio dell'omer (la benedizione in ricordo della misura d'orzo che si offriva presso l'antico Tempio di Gerusalemme), è vissuto con profondo coinvolgimento e rappresenta una fase di elevazione spirituale in preparazione della rivelazione della Torà.

26/05/2020

Riapriamo il 28 maggio e vi aspettiamo nel Giardino delle domande

​Il Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah riapre le sue porte il 28 maggio e vi aspetta nel Giardino delle domande, dove un percorso verde conduce alla scoperta delle regole dell'alimentazione ebraica e delle piante bibliche. Per ricominciare insieme, il MEIS offre uno spazio sicuro e accogliente, in cui poter giocare all'aria aperta, esplorare il giardino didattico dedicato all'alimentazione ebraica, partecipare ai laboratori indirizzati ad adulti e bambini ma anche leggere e passare un po' di tempo con se stessi immersi tra ulivi e melograni, pronti a riconnettersi con la natura: un luogo dinamico, che si trasforma e ospita tutta la cittadinanza. Da luglio verrà inaugurato inoltre un campo estivo per i bambini delle elementari. Non è un caso che il MEIS riapra proprio prima della festa ebraica di Shavuot che ricorda il momento in cui venne data agli ebrei la Torah ed è chiamata anche Hag ha-Qatsir, Festa della mietitura e Yom ha-Bikkurim, Giorno delle primizie: esso era infatti il primo giorno in cui si potevano portare in offerta all'antico Tempio di Gerusalemme le primizie di frumento, orzo, fichi, uva, melagrane, olive e datteri; le sette specie bibliche. Nell'ebraismo la quotidianità è scandita dalla consapevolezza che la Terra e i suoi prodotti non siano di nostra proprietà e che ci si debba comportare con rispetto nei confronti di ciò che ci circonda. Riaprire il Giardino ai visitatori prima di una delle feste ebraiche più importanti durante la quale si celebra il rapporto tra l'uomo e la natura circostante rappresenta quindi un ulteriore simbolo di rinascita.

11/05/2020

Lag Ba'omer 5780

Dal secondo giorno di Pesach alla festa ebraica di Shavuoth trascorrono esattamente sette settimane. In questo lasso di tempo, i giorni vengono scanditi dalla conta dell'omer, la benedizione in ricordo della misura d'orzo che si offriva presso l'antico Tempio di Gerusalemme. Questo periodo è contrassegnato dal nutrimento della spiritualità di ognuno e conduce gradualmente dalla festa della libertà del popolo ebraico, Pesach, a quella della rivelazione della Torah, Shavuoth.

30/04/2020

Jewish Italian Partisans, Young Resistance Fighters

They were youths, some studying at university, others still at their school desks. They were interested in love letters, writing short stories, going out with friends. In 1938, with the enactment of the racial laws, they were alienated from society, expelled from the universities and schools, and excluded from public life.

29/04/2020

Il bando della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia

​La Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia Onlus (FBCEI) bandisce un concorso per una borsa di ricerca per la redazione di un lavoro originale su opere architettoniche, arredi, manufatti e prodotti della cultura ebraica nell’Italia dal tardo Medioevo al XX secolo.

07/04/2020

Passover 5780 the long road to Freedom

​The night between the 14th and 15th of the month of Nissan (this year coinciding with the 8th of April, after sunset) marks the start of Pesach, one of the most important and meaningful festivals of Judaism.

03/04/2020

The latest MEIS' exhibit "Ferrara ebraica" is now online

​The National Museum of Italian Judaism and the Shoah in Ferrara is temporarily closed because of the Coronavirus emergency. However, we remain committed to spreading the knowledge about Italian Jewish history and culture. Therefore, we are going “virtual.” The latest MEIS’ exhibit devoted to the Ferrara ebraica/Jewish Ferrara, one of the most important Jewish communities of Italy, can now be found online.

30/03/2020

I corsi del Diploma Universitario Triennale in Studi Ebraici sono online

​L’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane apre al pubblico la frequenza alla sezione conclusiva di uno dei seguenti Corsi del Diploma Universitario Triennale in Studi Ebraici: • Letteratura Ebraica Contemporanea, a cura della Prof. Roberta Ascarelli • Filosofia Ebraica, a cura del Prof. Massimo Giuliani

25/03/2020

Se Dante significa casa

​Si festeggia oggi, 25 marzo, il Dantedì, la giornata dedicata al poeta e padre della lingua italiana Dante Alighieri.

09/03/2020

Purim 5780 - Il ribaltamento della sorte

Il 14 e 15 del mese ebraico di Adar (la sera di lunedì 9, martedì 10 e mercoledì 11 marzo) si celebra una delle feste più gioiose e amate: Purim.

19/02/2020

Il bando per il nuovo Direttore del MEIS

​Il Consiglio di Amministrazione del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah–MEIS annuncia che il Direttore Simonetta Della Seta è stata chiamata alla fine del suo mandato quadriennale presso il Museo al prestigioso incarico di Direttore del Dipartimento Europa dello Yad Vashem a Gerusalemme, massima istituzione preposta all’insegnamento, alla ricerca e alla memoria della Shoah. Il Consiglio di Amministrazione, insieme al Collegio Sindacale, al Comitato Scientifico e a tutto lo staff del Museo, esprime il proprio vivo compiacimento per questo importante incarico che il Direttore ricoprirà dal 1° settembre 2020 e che indubbiamente le è stato affidato anche alla luce dell’instancabile lavoro svolto per il MEIS. Il Presidente Dario Disegni rivolge quindi, a nome di tutti gli Organi del Museo, il più sentito ringraziamento al Direttore Della Seta per aver guidato il Museo in questi quattro anni, raggiungendo risultati straordinari, che hanno consentito di costruire, sotto l’indirizzo vigile del CdA, l’attenta collaborazione dei membri del Comitato Scientifico e il fedele lavoro di tutto lo staff, un nuovo polo museale nazionale, capace oggi di offrire al visitatore una esperienza coerente e unica sulla storia, la cultura e i valori dell’Ebraismo italiano, e dell’Ebraismo in generale.

13/02/2020

Premio tesi di Dottorato della Fondazione ex Campo Fossoli

​Per onorare la memoria di Francesco Berti Arnoaldi Veli, primo Presidente della Fondazione Fossoli, scomparso nel dicembre 2018, è stata istituita una borsa di ricerca sui temi della storia contemporanea, con specifico riguardo alla storia della resistenza e della deportazione.

This website uses cookies in order to provide you with some of its services. For further info on cookies, please click here. By proceeding with the navigation on this website, you consent to the use of said cookies.