2012, le mostre


Chiostro di San Paolo

> TRACCE DEL TEMPO

Dal 28 aprile al 1 maggio
dalle ore 10 alle ore 24

A cura di Norma Picciotto (Fine art photographer, Milano). “Tracce del tempo” è un atlante personale giocato sul filo dei ricordi e delle emozioni, è il racconto di un viaggio nel mondo, e un percorso di autoanalisi dentro la storia e i vissuti dell’autrice. Un viaggio che l’ha portata anche sulle tracce delle proprie radici ebraiche, in Israele. Le immagini si offrono come apparizioni, come un esercizio poetico in cui si fondono liberamente, quasi fluttuando, incontri e ricordi, sogni e visioni oniriche. Vi è sempre una bolla di sapone che, simile a una lente d’ingrandimento un po’ magica, incornicia i suoi ritratti o sottolinea particolari di luoghi ed elementi significativi della storia e della cultura ebraica.


Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

> «CHE BEL ROMANZO» BASSANI E IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI ATTRAVERSO UN MOSAICO DI IMMAGINI E PAROLE TRATTE DA QUOTIDIANI, PERIODICI E RIVISTE DEL 1962

Dal 29 aprile al 17 giugno
martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica dalle ore 10 alle ore 18
sabato dalle ore 21.30 alle ore 24

Aperture straordinarie: domenica 29 aprile, lunedì 30 aprile e martedì 1 maggio dalle ore 10 alle ore 21
In occasione della festa di Shavuoth sabato 26 e domenica 27 maggio chiuso.

A cura di Raffaella Mortara (Consigliere Fondazione MEIS) ed in collaborazione con Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (Milano), Istituto di Storia Contemporanea (Ferrara) e RAI Teche (Roma) e con il patrocinio della Fondazione Corriere della Sera. “Che bel romanzo” è l’ultima frase pronunciata dal narratore del Giardino dei Finzi-Contini prima dell’Epilogo. Un’affermazione che potremmo considerare un augurio che l’autore si fa al termine della sua fatica. Augurio a cui critica e lettori risposero con entusiasmo: 100.000 le copie del Giardino vendute nei primi cinque mesi dalla pubblicazione; più di 300 gli articoli di recensione del libro usciti nel solo 1962 su quotidiani, periodici e riviste. La mostra celebra il 50° anniversario della pubblicazione del romanzo di Bassani. Un affascinante percorso che si articola attraverso un mosaico di immagini e parole tratte dagli articoli scritti nel 1962. Le recensioni del libro, per mano di grandi firme della letteratura italiana, e le interviste televisive a Bassani ricostruiscono un interessante spaccato di storia italiana. La mostra è stata realizzata grazie al generoso contributo di Banca Generali.


Museo Civico di Storia Naturale

> ELIA ROSSI BEY (1816 -1891) ISRAELITA FERRARESE, MEDICO AL CAIRO AL TEMPO DEL COLERA

A cura di Emanuela Cariani (Museo Civico di Storia Naturale), in collaborazione con Archivio Storico e Museo Anatomico dell’Università di Ferrara, Accademia delle Scienze, Musei Civici di Arte Antica, Biblioteca Ariostea (Ferrara) e Società Geografica Italiana. Con il patrocinio della Società Italiana di Storia della Medicina.

Dal 29 aprile al 3 giugno
dal martedì alla domenica, dalle ore 9 alle ore 18

Attraverso documenti originali, la mostra ripercorre la straordinaria vicenda umana e professionale dell’israelita Elia Rossi che, nella prima metà dell’800, dal ghetto ferrarese approdò sulle sponde dell’Egitto per perseguire i suoi ideali liberali, profondendosi nell’ impegno professionale, scientifico e sociale a favore della scienza e del Paese egiziano. L’esposizione muove dagli studi universitari negli anni della Legazione Apostolica, rievoca le sofferte avventure di medico militare al seguito delle truppe di Muhammad Alì – il padre fondatore dell’Egitto moderno, si sofferma sugli studi e le cure di malattie infestanti in quell’epoca, sino a riportare i riconoscimenti e gli onori che lo videro medico particolare del Principe Halim Pascià, e insignito del titolo di Kaimacan Bey – la più alta onorificenza concessa agli stranieri. La mostra è anche occasione per esporre gli studi pionieristici di antropogeografia del dr. Rossi, e per documentare il legame fortissimo con la Città natale attraverso le testimonianze dei suoi doni alla Biblioteca, ai Musei, all’Università. Nell’occasione il Conservatorio G. Frescobaldi (Ferrara) curerà alcuni momenti musicali con Paolo Buconi violino e voce. In programma brani di musica ebraica.

 

Questo sito usa i cookie (anche di terze parti), per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare o cliccando su “accetta” ne consenti l'utilizzo. maggiori informazioni

Che cosa sono i cookie?
Un cookie è un piccolo file di lettere e numeri che può essere memorizzato sul tuo browser o sul disco fisso del tuo computer quando visiti il nostro sito web. I cookie contengono informazioni sulle tue visite al suddetto sito web.

Cookie di terze parti
Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (prima parte), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (terze parti). Esempi notevoli sono la presenza di “embed” video o “social plugin” da servizi di social network. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da terze parti è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Informative
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.

Twitter informativa: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security

Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato: https://www.google.it/policies/privacy/partners/
 
Come modificare le impostazioni sui cookie
La maggior parte dei browser permette di cancellare i cookie dal disco fisso del computer, di bloccare l’accettazione dei cookie o di ricevere un avviso prima che un cookie venga memorizzato. Come modificare le impostazioni per:
Google Chrome
Mozilla Firefox
Internet Explorer
Safari

Garante della Privacy sui Cookie: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884
Informativa e consenso per l’uso dei cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939
Faq in materia di cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939

chiudi