2. Organizzazione

Inizio mandato: 18 gennaio 2016.

2.1 Organi di indirizzo politico – amministrativo

2.1.1 Presidente

  • Nato a Torino nel 1949, sposato con due figli.

    Laureato in Giurisprudenza nel 1972 all’Università degli Studi di Torino, ha iniziato la propria attività professionale nel medesimo anno come ricercatore alla SORIS – Società di ricerche economiche di Torino.

    Nel 1976 è entrato all’Istituto Bancario San Paolo di Torino, ricoprendo diversi incarichi direttivi al Servizio Studi, alla Divisione Relazioni Esterne, al Servizio Relazioni Internazionali; nel 1988 è stato distaccato al Ministero degli Affari Esteri come Consigliere Economico del Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo.

    Dal 1992 al 2010 ha operato nella Compagnia di San Paolo, nella quale ha ricoperto gli incarichi di Responsabile dell’Area Cultura, Arte e Beni Ambientali e del Coordinamento Relazioni Esterne e Istituzionali.

    Dal 2002 al 2013 ha ricoperto l’incarico di Segretario Generale della Fondazione per l’Arte della Compagnia di San Paolo, di cui è stato anche Presidente dal 2008 al 2012.

    Dal 1991 è Presidente della Fondazione Scuola Rabbinica S.H. Margulies e D. Disegni.

    Dal 2013 è Presidente della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia.

    Dal 2013 è Presidente della Fondazione E.C. Mangini (Museo Mangini Bonomi) di Milano.

    Dal 2015 è Presidente della Comunità Ebraica di Torino.

    Dal 2016 è Presidente della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (MEIS) di Ferrara.

    Dal 2011 è Vice Presidente del Centro Internazionale di Studi “Primo Levi”.

    E’ inoltre membro degli Organi direttivi di varie Istituzioni culturali e museali: Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino; Museo Nazionale del Risorgimento Italiano; Fondazione Bottari Lattes (Comitato Scientifico); Fondazione Vittorio Bersezio; Aurea Signa (Vice Presidente); Fondazione De Levy; Fondazione Ruffini; Associazione Amici di Beresheet la-Shalom (Presidente).

    Negli scorsi anni ha anche fatto parte dei Consigli di Amministrazione di: Comitato Italia 150; Fondazione Centro per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali La Venaria Reale; Consulta per la Valorizzazione dei Beni Culturali e Artistici di Torino; Associazione Torino Città Capitale Europea; Civita; Mecenate 90; Torino World Design Capital; Archivio Storico B. e A. Terracini.

    Ha ricoperto, infine, importanti incarichi nel mondo internazionale delle Fondazioni: dal 1996 al 2010 è stato membro del Governing Council dello European Foundation Centre  (EFC, Bruxelles), di cui è stato Presidente nel biennio 2002-2004 e Vice Presidente nei bienni 2000-2002 e 2004-2006. E’ stato inoltre Presidente dello Steering Committee dello European Cultural Laboratory  (LABforculture, Amsterdam), componente del Consiglio di Amministrazione della Madariaga European Foundation- College of Europe (Bruxelles).  E’ membro del Senato dello European Cultural Parliament.

Atto di nomina: DM-22.12.2015_rep-584 (pdf)
Dichiarazione insussistenza cause incompatibilità (pdf)
Scadenza mandato: 21 dicembre 2019.

ARCHIVIO
  • Riccardo Calimani (nato a Venezia nel 19–) si è laureato in ingegneria elettrotecnica all’Università di Padova e in filosofia della scienza alla Università di Venezia.

    Nel 1984 ha curato il Dialogo sull’ebraismo del rabbino Simone Calimani (1699-1784) e La polenta e la mercanzia, trentatre interviste sulla trasformazione del Veneto, ripresentato in una nuova edizione, venti anni dopo insieme a Vittorio Pierobon, con il titolo Le radici del futuro.

    Fra i suoi libri da segnalare il romanzo Una di maggio (1975), Storia dell’ebreo errante (1987), tradotto in francese, Storie di marrani a Venezia (1991) Stella gialla (1993), Storia del ghetto di Venezia (1985, 1995) tradotto in inglese, francese, tedesco e polacco e Premio Costantino Pavan nel 1987, I destini e le avventure dell’intellettuale ebreo (1996; Premio Tobagi 1996), Gesù ebreo (1990 e 1998) Capitali europee dell’ebraismo (1998) Paolo, l’ebreo che creò il cristianesimo (1999), Ebrei e pregiudizio. Introduzione alla dinamica dell’odio (2000), L’Europa degli Ebrei (2002), L’Inquisizione a Venezia (2002), Non è facile essere ebreo (2005).

    Ha pubblicato anche alcuni testi di argomento scientifico Energia più dubbi meno certezze (1981), Energia e informazione (1987) e, con Antonio Lepschy, Feedback (1990).

    Nel 1986 ha ottenuto il Premio Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri e nel 1997 il Premio Europeo della Cultura. Ha curato anche nel 1998 il catalogo della mostra svoltasi a Trieste agosto 1998-gennaio 1999 Le vie del mondo.

    Ha lavorato per circa trenta anni alla Rai Radiotelevisione Italiana a Palazzo Labia, sede regionale del Veneto, prima come funzionario, poi come dirigente.

    Negli ultimi cinque anni della sua carriera è stato nominato direttore della sede regionale del Veneto, proprio a palazzo Labia.

    Ha tenuto un corso all’Università di Viterbo sull’antisemitismo alcuni anni fa e uno nel 2001 all’Università Ca’ Foscari di Venezia sulla televisione e le comunicazioni di massa.

    Fra le sue opere principali, pubblicate da Mondadori, ricordiamo: I destini e le avventure dell’intellettuale ebreo (1996; Premio Tobagi), Gesù ebreo (1998), Paolo (1999), Ebrei e pregiudizio (2000), Storia del ghetto di Venezia (2000; Oscar 2001), Storia dell’ebreo errante (2002), L’Inquisizione a Venezia (2002), L’Europa degli ebrei (2002), Non è facile essere ebreo (2004), Passione e tragedia (2007), Ebrei eterni inquieti (2007), Il mercante di Venezia (2009), Venezia passione e potere (2011), Storia degli ebrei italiani. Dalle origini al XV secolo (2013).

    Da alcuni anni è amministratore di una società agricola in Polesine.

    Inoltre, sempre da circa dieci anni, è console onorario di Svizzera a Venezia.

    Attualmente presidente della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara.

2.1.2 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

  • 1976 Laurea con lode in Architettura presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma.

    1978-79 Frequenza Scuola di Specializzazione in Studio e Restauro dei Monumenti, Università “La Sapienza” di Roma e Corso di Conservazione dei Monumenti presso l’I.C.C.ROM, Roma

    1)  INCARICHI NEI RUOLI DEL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA’ CULTURALI E DEL TURISMO

    1980-2000 Architetto nel ruolo dei funzionari del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nella Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio di Ravenna.

    Incaricata della tutela dell’area di Rimini e della Romagna est, alla quale si aggiunge per l’anno 1981 la città di Ravenna. Nel 1982 è assegnata a Ferrara e provincia, dove rimane come funzionario responsabile del territorio fino al 2000.  Svolge attività di tutela di beni monumentali e paesaggistici, progettazione e direzione lavori di restauro di monumenti (es. a Ferrara, Cattedrale, Abbazia di Pomposa, Sinagoga, palazzo dei Diamanti, Mura, Basilica-Santuario di Santa Maria in Vado, ed altri numerosissimi complessi ecclesiastici e civili), opere d’arte (mosaici delle raccolte museali e delle basiliche ravennati, affreschi, ecc.), musei (es. a Ferrara: Museo archeologico Nazionale, Castello Estense, Pinacoteca Nazionale, Civici Musei di Palazzo Schifanoia. A Ravenna, riordina la collezione dei marmi bizantini medievali e moderni del Museo Nazionale, ecc.), allestimento mostre.

    1990-2000  Direttore del Centro Operativo di Ferrara della Soprintendenza di Ravenna, istituito con Decreto Ministeriale nello stesso anno 1990.

    1982-1995 Direttore del servizio di Catalogazione Beni Architettonici della Soprintendenza:    programma inventariazione, e catalogazione in attività ordinaria, e progetti speciali di integrazione a livello regionale (Centro di Catalogazione Regionale, 1994)

    1985-1998 Docente di Teoria e storia del Restauro dei monumenti prima, poi di Restauro dei manufatti lapidei presso la Scuola per il restauro del Mosaico, sezione staccata dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, gestita dalla Soprintendenza per i beni ambientali ed architettonici di Ravenna.

    2000 Direttore del Museo di Casa Romei a Ferrara e del complesso dell’Abbazia di Pomposa e museo pomposiano: realizza il restauro degli edifici, il riallestimento delle collezioni,  la valorizzazione dei siti attraverso mostre, conferenze, convegni e attività culturali. Riorganizzazione della gestione e servizi al pubblico.

    2000 Dirigente di seconda fascia del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

    2000-2002 Soprintendente per i Beni Architettonici ed il Paesaggio della Lombardia Occidentale, Milano.

    2001-2004 Soprintendente Regionale per i Beni e le Attività Culturali della Lombardia.

    2004-2007 Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia

    gennaio-giugno 2008 Direttore generale per la qualità e la tutela del Paesaggio, l’Architettura e l’Arte contemporanee (PARC)

    In questa fase ha dato attuazione al decreto di riorganizzazione del Ministero per  la parte riguardante la Direzione generale, che aveva accorpato le competenze della ex Direzione Generale DARC e quelle relative al Paesaggio. Tra l’altro ha partecipato a numerosi convegni, e sviluppato le attività di promozione della creatività artistica ed architettonica del contemporaneo proprie della Direzione, incluso il cantiere del MAXXI.

    Da giugno 2008 Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna

    Luglio- agosto 2009 Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici ad interim delle Marche

    Febbraio- marzo 2010 Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici ad interim della Lombardia

    Da Soprintendente Regionale (fino al 2004) e Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia (fino al dicembre 2007) ha strutturato il nuovo Ufficio in modo da poter rispondere efficacemente ai nuovi compiti interdisciplinari e complessi che a questi Uffici di nuova istituzione è richiesto, e sviluppato modalità integrate di approccio ai problemi, istituendo gruppi a competenze miste e tavoli di lavoro con Soprintendenze, Amministrazioni, Enti.

    In Emilia- Romagna (da giugno 2008) ha riorganizzato l’ufficio della Direzione regionale perché rispondesse al meglio alle funzioni dettate dal regolamento di organizzazione del Ministero 233/2007.

    Per quanto attiene la cura dei rapporti con la Regione e gli Enti locali ha portato a termine in rappresentanza del Ministero,  in quanto titolare di funzioni programmatorie su tutto il territorio regionale, la formulazione e la stipula dell’Atto Integrativo dell’Accordo di programma Quadro Regione Lombardia- Ministero per i Beni e le Attività Culturali, firmato nell’aprile 2003 e successive integrazioni. E’ stata responsabile per conto del Ministero dello stesso Accordo Quadro.

    In Emilia-Romagna ha partecipato alla stesura e sta dando attuazione all’accordo Ministero beni e attività culturali- regione Emilia-Romagna- Fondazioni bancarie per interventi strategici in ambito regionale, sottoscritto il 20 gennaio 2010 dal Ministro, dal presidente dell’Associazione Nazionale delle Fondazioni bancarie, dal Presidente della Regione.

    Ha favorito e sottoscritto numerosi Protocolli d’intesa finalizzati cooperazione tra   Istituti MiBAC, Enti locali, Fondazioni, Università  con obiettivi diversi (esempio, adesione alla “Rete dell’Ottocento lombardo”, nel 2003; collaborazione tra laboratori di restauro con fondazione Ravennantica e Università di Bologna, nel 2009), in prevalenza finalizzati alla miglior gestione e valorizzazione di  siti archeologici e musei (si ricordano il protocollo con il Comune di Milano per la gestione integrata del “Parco dell’Antiquarium ed Anfiteatro di Milano”; quello con il comune di Lugagnano (Piacenza) per l’Antiquarium e i servizi al pubblico dell’area archeologica di Veleia (2010); l’intesa con la provincia di Reggio Emilia per la gestione integrata del Castello e museo di Canossa (2011); con il Comune di San  Leo, per la gestione ordinaria e manifestazioni nella Rocca di San Leo (2012); protocolli d’intesa per l’adesione a sistemi di bigliettazione e promozione associata delle strutture museali sul territorio (con la Provincia e i comuni della Romagna, quello con il comune di Ferrara)  e per adesione a sistemi museali (“Sistema museale di Pavia e della sua Certosa” nel 2004, al sistema museale Ravennate, 2010)

    Ancora sul fronte della gestione integrata di strutture museali, monumenti e siti storici ha sottoscritto con il Touring Club Italiano una Convenzione su base regionale (la prima in Italia)  per favorire la promozione e la diffusione della conoscenza dei beni culturali di appartenenza pubblica della Lombardia, anche mediante l’apertura al pubblico con l’utilizzo dei soci volontari (2004). Le azioni individuate hanno condotto ad un grandissimo successo delle iniziative tanto che oggi si dispone anche di un  protocollo per l’Emilia Romagna, grazie al quale si possono ampliare gli orari di apertura al pubblico del Teatro Farnese a Parma, della biblioteca estense di Modena, della Pinacoteca di Bologna. Con medesima finalità ed ottimi risultati la Convenzione (2010e seguenti) con i l’Archeoclub di Ferrara, per il supporto ai servizi al pubblico del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara.

    Nell’ottica di offrire strumenti di lavoro adeguati alla Direzione ed alle Soprintendenze alla Direzione della Lombardia ha dato impulso alla realizzazione ed integrazione dei Siti web della Direzione Regionale (2007) e delle Soprintendenze tra loro coordinati. Ha inoltre avviato al progetto di costituzione del Sistema Informativo Regionale, che contiene, implementandoli di continuo, i livelli informativi georeferenziati relativi alla vincolistica dei ben culturali, alla catalogazione del patrimonio, a progetti di studio specifici.

    In questo campo presso la Direzione Regionale dell’Emilia- Romagna è in corso di avanzata costruzione il Webgis Beni tutelati che permette di individuare e georeferenziare gli immobili tutelati, condividendo i dati tra Direzione e Soprintendenze, ma anche, con accessi condizionati agli strati informativi predefiniti, con altri utenti esterni, in particolare gli Enti territoriali e gli Uffici beni culturali delle Diocesi regionali.

    Ha coordinato progetti integrati di studio per la tutela e promozione del territorio, gestiti dalla Direzione della Lombardia e finanziati dal Ministero attraverso i fondi CIPE (2005/2006), che per le loro caratteristiche coinvolgono attivamente nei diversi fronti di raccolta dati, analisi e proposte di gestione e tutela, Comuni, Provincie, Regione, Università, altri diversi Enti (Curie, Parrocchie, Consorzi di Bonifica ecc.) e delle strutture del Ministero (Soprintendenze, Archivi, Biblioteche). Tra questi “San Benedetto Po e il territorio delle bonifiche: studi e ricerche per un centro di studi territoriali e di valorizzazione dell’area del Po” concluso con un convegno e pubblicazione, ed acquisizione dei dati al  S.I.T. della Direzione.

    In Emilia- Romagna non si potuto disporre di fondi per studi di questo tipo,   si sta lavorando con la Regione Emilia- Romagna e con gli enti territoriali interessati per sviluppare studi e sperimentazioni di tutela del paesaggio riferiti ad ambiti di particolare evidenza e problematicità: proposto della Direzione regionale, è ormai concluso e oggetto di intesa lo studio dell’area del Parco Regionale di Roccamalatina (Modena), arrivato alla definizione delle linee-guida per la gestione della tutela (in fase di pubblicazione). Il metodo messo a punto, che sarà esteso ad altre aree tipiche, arriva a risultati che potranno essere utilizzati in toto per le prescrizioni d’uso del piano paesaggistico copianificato. A questo proposito si deve dire che l’adeguamento della pianificazione paesaggistica, per la quale era pronta la bozza di accordo alla fine del 2011, e per la quale si erano già concordati con la Regione Emilia- Romagna il piano e la tempistica di lavoro, ha subito un arresto totale a causa degli eventi sismici del maggio 2012.  Nonostante ciò, si è ripresa l’attività di apposizione di decreti di notevole interesse pubblico, sia a diretta iniziativa delle strutture del MiBACT, sia nell’ambito della Commissione per il paesaggio presso la Regione.

    Dal 2004 al 2007 e’ stata soggetto responsabile del sito Unesco “Cenacolo Vinciano e Santa Maria delle Grazie, del quale ha coordinato il gruppo di lavoro a competenze pluridisciplinari costituito per il progetto di piano di Gestione del Sito. Si è occupata inoltre dell’avvio dei piani di gestione degli altri siti dichiarati patrimonio dell’Umanità, incluso quello dei Sacri Monti del Piemonte e Lombardia. Ha attivamente lavorato alla costituzione del Dossier di candidatura di Mantova e Sabbioneta, sottoscrivendo anche un Protocollo specifico con il Comune di Sabbioneta, finalizzato alla dichiarazione d’interesse concordata e monitoraggio dei livelli di trasformazione di aree private fino ad oggi non sufficientemente tutelate.

    Su questo fronte dal 2008 fa parte del comitato di pilotaggio dei siti Unesco dell’Emilia Romagna (Monumenti bizantini e paleocristiani di Ravenna, Duomo, piazza e Ghirlandina a Modena, Ferrara e il suo territorio).

    Nell’ambito dell’attività di direzione delle Soprintendenze ed Istituiti presenti sul territorio della Lombardia e dell’Emilia Romagna, in particolare per quel che riguarda le attività di tutela, i procedimenti di individuazione dei beni culturali pubblici (verifica dell’interesse culturale ex art. 12 del Codice) e privati (dichiarazione ex art. 13) ha svolto e svolge funzioni di coordinamento, indirizzo, controllo anche attraverso l’emanazione di circolari e direttive, attuando monitoraggio ed intervenendo in situazioni di criticità.

    Ha sottoscritto con la Consulta regionale per i beni culturali ecclesiastici delle Diocesi Lombarde il Protocollo tecnico- operativo per il restauro degli Organi, primo innovativo esempio i tutela intersettoriale strutturata dedicata a questo tema.

    In territorio emiliano-romagnolo tale iniziativa non è stata adottata in quanto non sembrano esistere i gravi problemi di contrasto che si riscontravano in Lombardia. Con la CEI regionale ha invece sottoscritto in aprile 2013 un accordo per la semplificazione delle procedure di verifica d’interesse/alienazione, allo scopo di accorciare i tempi di legge.

    Inoltre per migliorare e rendere più rapide le istruttorie di tutela da parte delle Soprintendenze, ha delegato ad esse alcune funzioni (demolizioni in settore archeologico e beni architettonici, previe indicazioni specifiche di comportamento).

    A seguito del Sisma del 24/11/2004 nell’area del Garda ha coordinato l’intera attività di prima emergenza sui Beni Culturali presso il C.O.M.di Salò, e successivamente quella di restauro e miglioramento sismico dei beni danneggiati,   in stretto contatto con il Commissario, individuato presso la Regione. In quanto responsabile del Ministero per la gestione dell’emergenza Sisma ha fatto parte del Comitato degli Esperti della Regione Lombardia nominato per l’individuazione dei criteri e la successiva erogazione dei contributi.

    Ha realizzato l’innovativo progetto “Contro il vandalismo grafico”, arrivando a sottoscrivere con il Comune di Bologna nel 2009 un protocollo d’intesa per l’applicazione del metodo sperimentato in precedenza e la semplificazione procedurale. Le linee guida allegate sono oggi adottate da altri Istituti di tutela e Comuni del territorio nazionale. In questa fase è in corso, con successo, un esperimento di “cittadinanza attiva”, che vede presente accanto al Comune Direzione Regionale e Soprintendenza BAP sia nella fase di istruzione e divulgazione di buone pratiche che nel tavolo di monitoraggio delle azioni.

    Con il Comune di Bologna, dopo un lungo lavoro di messa a punto tecnica ed istituzionale, è stato recentemente sottoscritto anche il protocollo d’intesa (protocollo Dehors) per la standardizzazione ed il controllo delle distese degli esercizi pubblici nel centro cittadino, finalizzato al miglioramento del decoro urbano.

    Presiede il tavolo detto del Federalismo Demaniale, ai sensi del Dlgs 85/2011, che per diversi edifici richiesti da Comuni dell’ambito regionale ha concluso positivamente il suo compito.

    Da direttore regionale ha svolto  e svolge attività di stretto controllo sull’andamento della spesa relativa ai fondi LL.PP. assegnati dal Ministero: per la Lombardia in particolare ha compiuto negli anni tra il 2004 e il 2007 una forte razionalizzazione della programmazione dei Lavori Pubblici e  dei cantieri in atto,  giungendo ad una forte diminuzione delle giacenze di cassa del complesso degli Istituti della Lombardia (Soprintendenze e Direzione) che nell’aprile 2005 erano di € 43.954.000, mentre  risultavano al monitoraggio del 30 giugno 2007 di € 29.303.000.

    Analogo lavoro di razionalizzazione e accelerazione della spesa è in atto in Emilia-Romagna, considerando tuttavia che il fenomeno presenta proporzioni nettamente inferiori, e che le giacenze di cassa riguardano, oggi, grandi progetti a livello nazionale (il MEIS del quale si dirà in seguito) e progetti di recupero di grandi complessi, alcuni dei quali rallentati, purtroppo, dagli accordi di collaborazione con gli Enti locali, o entrati in crisi a causa del sopravvenire del sisma del 2012.

    Per questioni di particolare delicatezza istituzionale nei rapporti con gli Enti coinvolti o per particolare rilevanza tecnico-scientifica del tema ha coordinato e coordina   gruppi di lavoro, come quello per il restauro della Sala delle Cariatidi in palazzo Reale a Milano, o sul contenzioso conseguente alla prima fase del cantiere della Mediateca di Cremona, o sul progetto di restauro finalizzato alla creazione della “Cittadella della Cultura” in palazzo Litta a Milano, importante complesso architettonico di proprietà statale consegnato alla Direzione nel febbraio 2007. Ha coordinato inoltre tra il 2002 e il 2007  il difficile percorso di restauro del palazzo di Brera a Milano e di ampliamento della Pinacoteca (progetto denominato “Brera in Brera”).

    In Emilia- Romagna ha condotto, portandolo a successo, il tavolo tecnico per la piazza Matteotti di Imola, e il Monumento ai caduti della prima guerra mondiale. Oggi i lavori di riqualificazione della piazza sono conclusi e il monumento contemporaneo “immateriale” previsto nell’accordo del giugno 2008 tra MiBAC e Comune di Imola è stato istallato, a seguito del concorso di idee bandito dalla DR e dal comune stesso.

    Presiede ora due importanti Comitati scientifici, che hanno prodotto studi significativi oggi in fase di pubblicazione e divulgazione: quello istituito dalla Fabbriceria, per il Duomo di Modena, e quello finalizzato allo studio e restauro del complesso delle sette chiese di Santo Stefano a Bologna. Presiede inoltre il comitato per le celebrazioni del centenario della morte di Alfonso Rubbiani, (2013) che coinvolge tutte le istituzioni pubbliche e le fondazioni bancarie di Bologna.

    Dal 2009 è Responsabile unico della realizzazione del Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah (MEIS) a Ferrara, finanziato interamente (euro12.500.000) con fondi statali, oggi rifinanziato in parte attraverso il c.d. “Decreto cultura”. Dopo l’esperimento di un concorso internazionale di progettazione (2011) il progetto è completato in tutte le sue fasi ed in corso di appalto per il primo lotto esecutivo (gennaio 2014)   Nel frattempo si è conclusa e inaugurata (dicembre 2011) la palazzina mostre, ed il Museo programma 3-4 mostre l’anno, oltre che svolgere attività proprie del suo statuto.

    Nel 2010 è stata chiamata dalla regione Emilia-Romagna a far parte del Comitato tecnico scientifico per la sicurezza sismica. Nello stesso anno ha impostato il progetto per la verifica sismica secondo le indicazioni delle Linee-guida emanate dal MiBAC per tutti gli edifici demaniali in consegna agli Istituti ministeriali presenti sul territorio regionale (Musei, Pinacoteche, Uffici, Archivi, Biblioteche, 35 complessi architettonici). Il progetto, svolto con la collaborazione delle Università di Parma, Ferrara, Bologna era in via di conclusione al maggio 2012.

    Dal 20 maggio 2012 svolge la sua attività quasi esclusivamente sui beni culturali colpiti dal sisma delle provincie di Modena, Ferrara, Bologna, Reggio Emilia. In quanto responsabile dell’UCR, unità di crisi regionale del MiBACT, ha diretto tutte le fasi di prima emergenza su beni architettonici, storico artistici, archivistici, e su sedi e musei statali, e le attività di ricognizione e schedatura del danno. Ha continuamente tenuto in fase di emergenza, e continua a mantenere,  i rapporti ed i collegamenti per unità di azione con i Vigili del fuoco e la Protezione civile, con la Regione Emilia-Romagna, con i Comuni dell’area, con il Commissario Delegato, con le Autorità religiose, con le associazioni di privati possessori di beni culturali.

    Ha fin da subito istituito presso la DR- UCR una Commissione alla quale partecipano tutte le Soprintendenze competenti, per l’esame collegiale dei progetti di messa in sicurezza e ripristino dei beni danneggiati, al fine di esercitare le funzioni di tutela nel modo più coerente ed uniforme tra le zone afferenti a diverse Soprintendenze e facenti capo a diversi funzionari. Ha quindi chiesto ed ottenuto dal Commissario Delegato una commissione unica di raccordo per l’esame ed approvazione dei progetti e l’erogazione dei fondi previsti dal piano di interventi varato nell’ottobre 2013.

    Ha contribuito alle operazioni di messa in sicurezza di chiese e monumenti fortemente danneggiati, attivando sia i fondi assicurati dal Ministero che quelli messi a disposizione dal Commissario Delegato.

    Ha istituito e realizzato, con la stretta collaborazione delle Soprintendenze, il Centro di Raccolta e primo intervento dei beni mobili e opere d’arte di Sassuolo, e il deposito e centro di trattamento degli Archivi, a Vignola.

    Ha ottenuto dal Commissario Delegato, anche mediante accordi con le Prefetture, i Comuni interessati e le Curie,  assegnazioni concordate di fondi alla Direzione regionale per la realizzazione di progetti di recupero e restauro con miglioramento sismico di beni monumentali di proprietà FEC, Demanio dello Stato,  ed Ecclesiastiche, Musei statali e Archivi; si tratta di 16 progetti in fase di stesura, da accantierare per il prossimo 2014.

    Coordina le attività per la mostra “Terreferme”, progetto di comunicazione a diversi livelli, e per diversi pubblici, multimediale, finanziato dalla Fondazione Telecom Italia.

    Ha offerto contributi alla divulgazione delle azioni pubbliche, in particolare del Ministero, riferite ai momenti post- sisma: sia per cataloghi di Mostre relative ai danni alle opere mobili (Bologna, palazzo Fava, dicembre 2012; Nonantola, Museo Diocesano, aprile 2013; Sassuolo, ottobre 2013)  sia per presentazioni pubbliche a carattere informativo per i cittadini.

    2007-2009 Componente effettivo della Commissione di concorso a titoli ed esami per 

    l’accesso alla Dirigenza nei  ruoli dei Ministero per i beni e le attività culturali, per la professionalità Architetti. Nomina del Ministro  per i Beni e le attività Culturali

    2004-2012 Componente del Consiglio di  Amministrazione del Museo Poldi Pezzoli  per tre

    mandati. Nomina del Ministro  per i Beni e le attività Culturali

    2004-2008  Componente del consiglio di Amministrazione della Fondazione Triennale di Milano. Nomina del Ministro  per i Beni e le attività Culturali

    2012 Componente del consiglio di Amministrazione della Fondazione  MEIS, Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah. Nomina del Ministro  per i Beni e le attività Culturali

    2)  DOCENZE, ATTIVITA’ SCIENTIFICA E INCARICHI  ESTERNI

    1997 Docente a contratto di Teoria del Restauro presso la facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara (120 ore)

    1997- 2001    Docente a contratto titolare del Laboratorio di sintesi in Restauro dei Monumenti presso la facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara (120 ore annuali)

    2006 Docente a contratto del corso di Caratteri costruttivi dell’Edilizia Storica nel Laboratorio di sintesi in Restauro della facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara (30 ore annuali), e del corso di Teorie e Storia del Restauro nell’ambito del Laboratorio di Restauro della facoltà di Architettura del Politecnico di Milano (30 ore annuali).

    2007-2008     Docente a contratto titolare del Laboratorio di sintesi in Restauro dei Monumenti presso la facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara (90 ore).

    2009-2013 Docente a contratto Caratteri costruttivi dell’edilizia storica nel laboratorio di Restauro dei monumenti presso la facoltà di Architettura dell’Università di Bologna- sede di Cesena (60 ore annuali.); docente al laboratorio di Restauro dei monumenti presso la facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara (30 ore annuali.).

    1985-2013 Attività di studio e ricerca collegata alla professione di architetto restauratore-storico, con particolare riguardo ai temi scientifici del restauro e della storia dell’architettura incentrati soprattutto sull’intervento nelle superfici architettoniche, sulle tecniche costruttive ed i materiali dei diversi momenti dell’architettura tradizionale e moderna, sulla storia della tutela soprattutto nella particolare angolazione del rapporto tra Monumenti e città storica.

    Tutti i settori di studio hanno dato luogo a partecipazioni a convegni nazionali ed internazionali con pubblicazione delle relazioni presentate, a saggi  ed articoli e realizzazione e cura di volumi  scientifici, a numerosissime pubblicazioni di carattere didattico o  divulgativo, delle quali si allega elenco.

    2002-2007     Svolge vasta attività di docenza specializzata e seminariale presso Istituzioni (es. Museo Internazionale della Ceramica di Faenza), Università (es. Accademia di belle Arti di Brera, Accademia di Architettura di Mendrisio, Scuole di Specializzazione), Master, e convegnistica.

    2002-2003   Incaricata dalla Regione Lombardia in qualità di esperto nella commissione tecnico-scientifica per l’elaborazione degli indirizzi di restauro e verifica della qualità dei lavori del Grattacielo Pirelli, fortemente danneggiato dall’incidente aereo del 2002.

    2005 – 2010 Presidente dell’A.R.Co (Associazione recupero del Costruito). Nell’ambito di questa attività ha promosso e realizzato un corso di aggiornamento sul Restauro rivolto ad architetti, in collaborazione con la Fondazione dell’Ordine degli architetti di Milano, ed il convegno: “Il patrimonio architettonico: quale sicurezza?” svoltosi a Mantova nel novembre 2006.

    2001- 2009    Membro del Consiglio di Amministrazione del Touring Club Italiano,  

    2007-2011  Membro del Comitato Scientifico dell’”Ermitage Italia”, con sede a Ferrara, su nomina del Comune di Ferrara.

    2013 Membro dell’Accademia delle Scienze di Ferrara

  • Renzo Gattegna è dal luglio del 2006 Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI), l’Ente che rappresenta gli ebrei italiani nei confronti dello Stato e delle Istituzioni. E’ stato rieletto nel dicembre 2010 e, in seguito, riconfermato nel luglio 2012 dal Consiglio composto di cinquantadue membri entrato in vigore con il nuovo Statuto dell’Ucei.
    Romano da generazioni, è avvocato civilista ed esercita la professione.
    Nato nel 19–, molto attivo da anni nella vita ebraica nazionale e romana, il Presidente Gattegna era già consigliere dell’UCEI nel quadriennio precedente il suo primo mandato. Prima ancora, come consigliere della Comunità Ebraica di Roma, si era occupato in particolare di giovani.
    Attualmente fa parte dei consigli di amministrazione della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano di Ferrara e della Fondazione Museo della Shoah di Roma Onlus. Come Presidente UCEI fa parte del consiglio della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia Onlus.

  • GENERALITA’

     

    COGNOME E NOME: Maisto Massimo.

    LUOGO E DATA DI NASCITA: Ferrara, 26 febbraio 19–.

    RESIDENZA: via Botter, 5 – Pontegradella – Ferrara.

    STATO CIVILE: coniugato.

    POSIZIONE MILITARE: assolto, ho svolto il servizio civile come obiettore di coscienza.

     

     

    TITOLI DI STUDIO

     

    Diploma di Maturità Linguistica conseguito presso il Liceo Classico Sperimentale Ludovico Ariosto di Ferrara. Voto 58/60.

    Diploma di Laurea conseguito presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna, Corso di Laurea D.A.M.S., con tesi in Cinematografia Documentaria dal titolo: “Il Free Cinema. Il contesto culturale, le poetiche, i film”.  Relatore Prof. Leonardo Quaresima. Voto 110 con lode.

     

     

    CORSI DI SPECIALIZZAZIONE

     

    Corso di formazione per dirigenti non profit, previsto dal progetto Adapt dell’Unione Europea, della durata complessiva di 654 ore, dal 6 maggio 1997 al 17 aprile 1999, svoltosi a Roma, con stage pratici a Berlino e Torino; finanziato dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale e dal Fondo Sociale Europeo.

     

     

    ESPERIENZE SIGNIFICATIVE

    • Dal 2011, Membro del CDA del MEIS e Assessore al Personale.
    • Dal luglio 2009 Vicesindaco della Giunta del Comune di Ferrara con deleghe alle Politiche e Attività Culturali, Turismo, Politiche Giovanili e per la Pace.
    • Dal settembre 2007 Assessore della Giunta del Comune di Ferrara con deleghe alle Politiche e Attività Culturali, Pubblica Istruzione e Istituzione Scuola, Pace e Cooperazione Internazionale.

    Prima dell’incarico nell’Amministrazione Comunale di Ferrara ho svolto attività professionali ed esperienze di volontariato maturate nel mondo associazionistico e nonprofit, con prevalenza di attività legate alla cultura, al cinema e all’organizzazione di spettacoli; ho svolto attività in ambito imprenditoriale come socio e amministratore di una Società (Snc Bananafish) di distribuzione di cortometraggi cinematografici, come responsabile della Multisala Apollo e come Presidente della Cooperativa Camelot

    • Presidente Regionale Arci Emilia Romagna dal 2004 al 2007.
    • Presidente Provinciale del Comitato Arci di Ferrara esdal 2002 al 2007.
    • Responsabile della gestione della Multisala Apollo,dopo la sua riapertura, nella stagion 2006-2007.
    • Socio fino al 2007 di BFD Bananafish Distribuzione di Massimo Maisto & c s.n.c., società di distribuzione cinematografica attiva nel campo del cortometraggio d’autore, distributrice esclusiva di numerosi cortometraggi di giovani registi italiani. 
    • Formatore presso alcuni corsi organizzati da A.S.FOR. a Ferrara, Rovigo e Copparo nell’ambito  dell’area tematica “culturale”: il ruolo dell’operatore culturale, la progettazione, l’organizzazione e la realizzazione di attività. Corsi principali: “Start up di un’agenzia per lo sviluppo culturale, turistico e ambientale delle zone di Copparo e Ro” (Fondo Sociale Europeo); “Animatore delle attività associative e dei circoli ricreativi-culturali (Ob. 3 Es ’97); Coordinatore di attività ricreative (P.O. 940029/I/3).
    • Docente del corso “Addetto alla gestione di centri ricreativi” a Parma, organizzato da Irecoop Emilia Romagna e finanziato dal Fondo Sociale Europeo, 1996. Area tematica: associazionismo cinematografico e primi elementi per la costruzione di progetti cinematografici.
    • Responsabile culturale di Arci Nuova Associazione di Ferrara, collaboratore, con contratto di collaborazione coordinata e continuativa dal 1995 al 2007. 
    • Direttore artistico della Sala Boldini di Ferrara.
    • Fondatore (nel 1999) e Presidente della Cooperativa Sociale di tipo A “Camelot” (2001-2004).
    • Responsabile organizzativo della Scuola di Musica Moderna Solaris di Argenta dal 1995 al 2000.
    • Presidente Regionale Ucca (Unione Circoli Cinematografici Arci) dal 1994 al 2005, membro dell’esecutivo nazionale dal 1996 al 2005.
    • costruzione della Rete Civica delle associazioni di Ferrara. Anni 1996, 1997.
    • Responsabile delle attività culturali (teatro, musica, pittura e cultura generale) organizzate da Arci Ferrara e Comune di Ferrara nella Casa Circondariale di Ferrara, dal 1995 al 1999.
    • Collaboratore e responsabile per la musica rock delle pagine culturali del quotidiano La Gazzetta di Ferrara. Anni 1988-1989.
    • Fondatore e primo presidente dell’Associazione Culturale Rock e Dintorni  (attiva nella seconda metà degli anni’80 – inizio anni ’90)

     

  • Mezzetti

2.1.3 COMITATO SCIENTIFICO

  • Donatella Calabi – Già docente di “Storia della città e del territorio” e pro-rettore dell’Università IUAV di Venezia fino al 2014; curatrice della mostra Venezia, gli ebrei e l’Europa. 1516-2016”; membro del comitato delle celebrazioni dei 500 anni del ghetto di Venezia

  • Enzo Campelli – Professore ordinario presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi La Sapienza – Roma

  • Rav Luciano Caro – Rabbino Capo della Comunità ebraica di Ferrara

  • Tania Cohen Uzzielli – Capo dei Servizi Curatoriali, The Israel Museum – Gerusalemme

  • Manuela Consonni – Direttore del  Vidal Sassoon International Centre for the Study of Antiesemitism (SICSA), Hebrew University – Gerusalemme

  • Rav Roberto Della Rocca  – Direttore del Dipartimento dell’Educazione e della Cultura dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI); direttore artistico del festival Jewish in the City

     

  • Alain Elkann – Autore, intellettuale, giornalista. Insegna letteratura italiana presso University of Pennsylvania, University of Oxford, University of Columbia, University of Jerusalem, Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM) di Milano. Presidente della Fondazione per l’Arte e cultura italiana (FIAC), New York

     

  • Aldo Grasso – Editorialista del Corriere della Sera, critico televisivo, professore di comunicazione e direttore del Centro di Ricerca Sulla Televisione e Gli Audiovisivi (Ce.R.T.A.) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. E’ anche membro del Consiglio di Amministrazione del Centro Sperimentale di Cinematografia

     

  • Gadi Luzzatto Voghera  – Direttore della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC) di Milano e Professore di Storia moderna italiana presso il Centro di Studi italiani ed europei dell’Università di Boston a Padova

     

  • Saul Meghnagi – Direttore Scientifico dell’Associazione di Cultura Ebraica Hans Jonas; membro del Consiglio dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI); Direttore della collana Ebraismo e Modernità del Gruppo Editoriale Bonanno

     

  • Alberto Melloni – Storico, esperto di storia del Cristianesimo, docente presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Modena e Reggio Emilia con Cattedra Unesco sul pluralismo religioni, dirige la Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII (FSCIRE) di Bologna. E’ anche Consigliere del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

     

  • Paolo Mieli –  Autorevole storico ed editorialista. Già direttore dei quotidiani nazionali come La Stampa e Corriere della Sera. Per molti anni a capo della casa editrice Rizzoli. Ora membro del Consiglio di Amministrazione di Mondadori

     

  • Mauro Perani  – Professore Ordinario presso il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna. Coordina il Progetto Ghenizà Italiana ed è a capo della Associazione Italiana per lo studio del Giudaismo (AISG).

     

  • Michele Sarfatti  – Già direttore del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC) di Milano; è membro della delegazione italiana presso International Holocaust Remembrance Alliance (IHRA) ed esperto in Storia degli ebrei italiani sotto il fascismo.

  • Rav Amedeo Spagnoletto – Rabbino, Sofer, esperto internazionale di manoscritti ebraici e docente presso il Collegio Rabbinico Italiano.

ARCHIVIO
  • Cv Bemporad (pdf, 379 Kb)

    Bibliografia 

    • Liscia (2014). Incontro di culture in Terra di Bari. In: G. Lanzillotta. Potere e liturgia. Argenti dell’età barocca in Terra di Bari, pp. 19-25, Bari: Mario Adda Editore, Bari, ISBN:9788867171163.
    • Liscia (2014). I donativi di Cristina di Lorena all’Annunziata. In: L. Crociani, D. Liscia. Studi sulla santissima Annunziata di Firenze in memoria di Eugenio Casalini osm. Non est in tota sanctior urbe locus, pp. 131-154, Firenze: 2002 Edifir – Edizioni Firenze, ISBN:9788879706919.
    • Crociani, D. Liscia (a cura di) (2014). Studi sulla Santissima Annunziata di Firenze in memoria di Eugenio Casalini osm. Non est in tota sanctior urbe locus. Firenze: 2002 Edifir – Edizioni Firenze, pp. 1-351, 9788879706919.
    • Liscia (2013). Prefazione. In: Maria Pia Baroncelli. Maestri del legno a barga. Legnaioli, intagliatori, ebanisti dal XVI al XIX secolo, pp. 12-13, Lucca: Maria Pacini Fazzi , ISBN:9788865503621.
    • Liscia (2013). Statuti della Parte Guelfa. In: MM. Donato, D. Parenti. Dal Giglio al David. Arte civica a Firenze fra Medioevo e Rinascimento, pp. 162-163, Firenze: Giunti, ISBN:9788809784994.
    • Liscia (2013). Dante Alighieri, Commedia con il commento di Cristoforo Landino. In: MM. Donato, D. Parenti. Dal Giglio al David. Arte civica a Firenze fra Medioevo e Rinascimento, pp. 255-266, Firenze: Giunti, ISBN:9788809784994.
    • Liscia (2013). Vangeli per il giuramento dei Priori. In: MM. Donato, D. Parenti. Dal Giglio al david. Arte civica a Firenze fra Medioevo e Rinascimento, pp. 230-232, Firenze: Giunti, ISBN:9788809784994.
    • Liscia (2013). Bossolo per votazioni. In: MM. Donato, D. Parenti. Dal Giglio al David. Arte civica a Firenze tra Medioevo e Rinascimento, pp. 227-227, Firenze: Giunti, ISBN:9788809784994.
    • Liscia (2013). Follie per la testa. Decorazioni, piumaggi e ornamenti. A touch of madness. Decorations, feathers and ornaments on the hats. In: S. Fulceri, K. Sanchioni. Il cappello fra arte e stravaganza/The hat between art and extravaganza, pp. 41-45, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883476907.
    • Liscia (2013). Croci in cristallo di rocca nelle chiese francescane tra Toscana e Umbria. In: M.C. Di Natale. Opere d’arte nelle chiese francescane. Conservazione, restauro e musealizzazione, pp. 9-21, Palermo: Edizioni Plumelia, ISBN:9788898731008.
    • Liscia (2013). Arte come memoria. Leone Ambron e la sua collezione di dipinti. In: G. Lambroni, D. Liscia. La collezione Ambron alla Galerria d’arte moderna di Firenze. Pittori di Accademi, Macchiaioli e postmacchiaioli. Vol. I, pp. 11-15, Firenze: EDIFIR Edizioni Firenze, ISBN:9788879706223.
    • Liscia (2013). Mare Magnum. In: C. Sisi. La Basilica della Santissima Annunziata dal Duecento al Cinquecento, pp. 238-249, Firenze: Edifir, ISBN:9788879706230.
    • Liscia (2013). Storie intrecciate. Un artista e le contraddizioni del Novecento. In: V. Filice. Pittore, architetto, disegnatore, pp. 12-15, Roma: lantana, ISBN:9788897012993.
    • Liscia (2013). Olifanti. In: N. Baldini, M. Bietti. Nello splendore mediceo. Papa Leone X e Firenze, pp. 424-425, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883476570.
    • Lambroni, D. Liscia (a cura di) (2013). La collezione Ambron alla Galleria d’arte moderna di Firenze. Pittori di Accademia, Macchiaioli e Postmacchiaioli. di Giovanna Lambroni, Dora Liscia Bemporad, Firenze: Edifir, pp. 1-319, 9788879706223.
    • Liscia (2013). Navicella. In: N. Baldini. La Verna i Medici e papa Leone X, pp. 72-73, Arezzo: Quadrata, ISBN:9788890784910.
    • Liscia (2013). La bottega orafa di Lorenzo Ghiberti. Firenze: Edifir, ISBN:9788879706094
    • Liscia (2013). Fascia (hitul). In: N. Baldini. La verna i Medici e papa Leone X, pp. 86-87, Arezzo: Quadrata, ISBN:9788890784910.
    • Liscia (2013). Reliquiario. In: N. Baldini. La Verna i Medici e papa Leone X, pp. 74-75, Arezzo: Quadrata, ISBN:9788890784910.
    • Liscia (2012). Storie d’argento. L’Altare e la croce di San Giovanni. In: Timothy Verdon (a cura di). La Croce e l’Altare d’argento del tesoro di San Giovanni, pp. 11-34, Modena: Franco Cosimo Panini Editore, ISBN:9788857004761.
    • Liscia (a cura di) (2012). L’emancipazione ebraica in Toscana e la partecipazione degli ebrei all’Unità d’Italia. di D. Liscia, Firenze: Edifir, pp. 1-159, 9788879705479.
    • Liscia (2012). Introduzione. In: D. Liscia. L’emancipazione ebraica in Toscana e la partecipazione degli ebrei all’Unità d’Italia, pp. 11-14, Firenze: Edifir, ISBN:9788879705479.
    • Liscia (2012). Introduzione. In: F. Orlando. Virtuosi ornamenti. Documenti per il gioiello in Sardegna dal Cinquecento all’Ottocento, pp. 7-10, Sassari: Carlo Delfino ed., ISBN:9788871386492.
    • Liscia (2012). La sinagoga di Firenze. In: M. Wellington Gathan. Churches, temples, mosques: places of worship or museums?/ Chiese, templi, moschee: luoghi di culto o musei?, pp. 49-53, Firenze: Edifir, ISBN:9788879705820.
    • Liscia (2012). Introduzione. In: F. Orlando. Virtuosi ornamenti. Documenti per il gioiello in Sardegna dal Cinquecento all’Ottocento, pp. 7-10, Sassari: Carlo Delfino Editore, ISBN:9788871386492.
    • Liscia (2012). Apparati effimeri per le chiese toscane in età moderna. In: F. Boggero,A. Sista. Il teatro dei Cartelami. Effimeri per la devozione in area mediterranea, pp. 146-153, Genova: Sagep Editori Srl.
    • Liscia (2012). Gli Ebrei alla prima Esposizione di prodotti Agrari, Industriali e di Belle Arti dell’Italia Unita. In: D. Liscia. L’Emancipazione ebraica in Toscana, pp. 123-137, Firenze: EDIFIR, ISBN:9788879705479.
    • Liscia (2012). Introduzione. In: A. Guidotti. Un “libro di bottega” della Firenze del ‘400. Debitori e creditori di Piero di Giovanni di Piero orafo (1435-1470), pp. 5-9, Lucca: Istituto Storico Lucchese, ISBN:9788865250433.
    • Liscia (2012). Argenti e oreficerie goriche nel convento della Verna. In: N. Baldini. Altro monte non ha più santo il mondo. Storia, architettura ed arte alla Verna dalle origini al primo Quattrocento, pp. 199-220, Firenze: Edizioni Studi Francescani, ISBN:9788890726811.
    • Liscia (2012). Un Gioiello di donna. MCM, vol. 96, pp. 12-14, ISSN:0393-8190
    •   D.Liscia (2012). Gli smalti del ‘400 nell’Altare d’argento del Battistero di Firenze. OADI, pp. 40-46, ISSN:2038-4394 Accesso ONLINE all’editore
    • Liscia (2011). L’esposizione nazionale del 1861. In: M. P. Masini, J. Celani. Il clima culturale e artistico a Firenze al tempo dell’Unità d’Italia, pp. 42-46, Firenze: Polistampa.
    • Liscia (2011). Il Museo Ebraico di Firenze. NUOVA MUSEOLOGIA, pp. 7-10, ISSN:1828-1591
    • Liscia (2011). Bottega del Ghiberti. Braccio reliquiario di San Biagio. In: P. Refice. Il primato dei toscani nelle vite del Vasari, pp. 298-301, Firenze: Edifir, ISBN:9788879705264.
    •   D.Liscia (2011). Scheda 6.4 (scarsella). In: L.Sebregondi;T.Parks. Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità, pp. 195-195, Firenze: Giunti, ISBN:9788809767591.
    •   D.Liscia (2011). Scheda 6.3 (cintura). In: L.Sebregondi;T.Parks. Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità, pp. 194-194, Firenze: Giunti, ISBN:9788809767591.
    •   D.Liscia (2011). Gerarchie, privilegi e lusso nelle leggi suntuarie fiorentine. In: L.Sebregondi;T.Parks. Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità, pp. 81-92, Firenze: Giunti, ISBN:9788809767591.
    •   D.Liscia (2011). Scheda 7.16 (Boccale). In: L.Sebregondi;T.Parks. Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità, pp. 224-224, Firenze: Giunti, ISBN:9788809767591.
    •   D.Liscia (2011). 6.5 (Figura femminile con acconciatura di penne di pavone). In: L.Sebregondi;T.Parks. Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità, pp. 196-196, Firenze: Giunti, ISBN:9788809767591.
    • Liscia (2011). Il rifugio di Dianora. In: C. Chiarelli, F. De Montis. Dianora Marandino. Fantasia di colori, pp. 19-20, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883476075.
    • Liscia (2010). Presentazione. In: D. Degli Innocenti, M. Zupo. Seta ad arte. Storia e tecniche dell’eccellenza toscana, pp. 11-12, Firenze: Edifir, ISBN:9788879704656.
    •   D.Liscia (2010). Maggino di Gabriello “Hebreo Venetiano”. I Dialoghi sopra l’utili sue inventioni circa la seta. Firenze: Edifir, ISBN:9788879703819
    •   D.LISCIA (2010). La Questione “Arti Minori. MCM, vol. 90, pp. 8-10, ISSN:0393-8190
    • Liscia (2010). Scheda 7.44. In: T. Verdon. Gesù. Il corpo, il volto nell’arte, pp. 223-224, Milano: Silvana Editoriale, ISBN:9788836616558.
    • Liscia (2010). Scheda 2.5. In: D. Liscia Bemporad. L’iconografia di Sant’Alessio nell’arte dei Servi di Maria, pp. 21-23, Firenze: Centro Culturale Mariano.
    • Liscia (2010). Scheda 2.1. In: D. Liscia Bemporad. L’iconografia di Sant’Alessio nell’Arte diei Servi di Maria, pp. 27-28, Firenze: Centro Culturale Mariano.
    •   D.Liscia (2010). Immagini di città nel trattato della seta di Maggino di Gabriello e una veduta inedita di Bologna nel Cinquecento. In: R. Sernicola. I quaderni del M.AE.S., pp. 179-191, Bologna: EDISAI, ISBN:9788896714027.
    • Liscia (2010). Moda, abitudini e superstizioni di un viaggiatore del XIX secolo nei monili del Polluce. In: P. Piccione. Raffaele Rubattino. Un armatore genovese e l’Unità d’Italia, pp. 224-241, Milano: Silvana Editoriale, ISBN:9788836618811.
    • Liscia (2010). Gli oggetti liturgici a Santa Trinita. In: T. Verdon. Alla riscoperta delle chiese di Firenze. Santa Trinita, pp. 75-89, Firenze: Centro Di, ISBN:9788870384819.
    • Liscia (2010). In privato. Tutta casa e niente chiesa: immagini e rituali del mondo domestico.. In: M. Wallace . La cultura italiana. X volume. L’Arte visuale, pp. 300-328, Torino: UTET Cultura, ISBN:9788802081335.
    • Liscia (2010). Scheda n. 7.51. In: T. Verdon. Gesù. Il corpo, il volto nell’arte, pp. 328-329, Milano: Silvana Editoriale, ISBN:9788836616558.
    • Liscia (2010). Scheda 6.9. In: T. Verdon. Gesù. Il corpo, il volto nell’arte, pp. 289-289, Milano: Silvana Editoriale, ISBN:9788836616558.
    • Liscia (2010). Scheda 6.8. In: T. Verdon. Gesù. Il corpo, il volto nell’arte, pp. 27-28, Milano: Silvana Editoriale, ISBN:9788836616558.
    • Liscia (2010). Scheda 3.5. In: D. Liscia Bemporad. L’iconografia di Sant’Alessio nell’arte dei Servi di Maria, pp. 46-47, Firenze: Centro Culturale Mariano.
    • Liscia (2009). Il patrimonio serico dell’Ospedale di Santa Maria Nuova. In: M. Branca, C. De Benedictis, E. Diana, M. Miniati, B. Teodori. Il tesoro liturgico dell’Ospedale di Santa Maria Nuova a Firenze, pp. 64-67, Firenze: Edizioni Polistampa, ISBN:9788859605836.
    • Casprini Gentile; D. Liscia (a cura di) (2009). Artisti per Doccia. di L. Casprini Gentile, D. Liscia, Edifir, 8879704567.
    •   D.Liscia (2009). Ritratti di un’epoca. In: E. Accrescimbeni. Il colore della memoria. Ritratti in miniatura della collezione Barocchi, pp. 23-29, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883474590.
    • Liscia (2009). Firenze d’argento. In: D. Liscia. Galleria. Bagliori d’argento, pp. 5-9, Firenze: Media Graphic Group.
    • Liscia (2009). Presentazione. In: C. Sabbadini Sodi. Oreficerie toscane medievali e rinascimentali nella collezione Raspini, pp. 3-4, Firenze: Edizioni Polistampa, ISBN:9788859605539.
    •   D.Liscia (2008). Il gusto esotico nella Manifattura di Doccia. In: L. Casprini Gentile, D. Liscia Bemporad, . Il gusto esotico nella manifattura di Doccia, pp. 5-11, Firenze: EDIFIR, ISBN:9788879703888.
    • Liscia (2008). scheda n. 28. Corona. In: D. Parenti. Giovanni da Milano, capolavori del Gotico tra Lombardia e Toscana, pp. 218-219, Firenze: Giunti, ISBN:9788809059788.
    • Liscia (2008). Schede 11. Cintura detta di “Santa Zita”. In: D. Parenti. Giovanni da Milano, capolavori del Gotico tra Lombardia e Toscana, pp. 178-181, Firenze: Giunti, ISBN:9788809059788.
    • Casprini Gentile, D. Liscia (a cura di) (2008). Il gusto esotico nella Manifattura di Doccia. di L. Casprini Gentile, D. Liscia , EDIFIR, pp. 5-128, 9788879703888.
    • Liscia (2007). Francesco Salviati e altri orafi per una cintura di collezione privata. In: M. C. Di Natale. Storia, critica e tutela dell’arte nel Novecento. Un’esperienza siciliana a confronto con il dibattito nazionale, pp. 242-252, Palermo: Salvatore Sciascia Ed., ISBN:9788882412548.
    • Liscia (2007). Arte minima: le vedute e i soggetti di genere. In: C. Chiarelli, D. Liscia Bemporad. Appesi ad un filo. Bottoni alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti, pp. 38-45, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883474439.
    • Liscia (2007). Bottoni senza casa. In: Cateriana Chiarelli, D. Liscia Bemporad. Appesi ad un filo. Bottoni alla Galleria del costume di Palazzo Pitti, pp. 12-17, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883474439.
    • Liscia (2007). Oreficerie Tedesche lungo le vie dei pellegrinaggi in Toscana. In: D. Floris. L’oreficeria d’Oltralpe in Italia, pp. 42-51, Trento: Provincia Autonoma di Trento, ISBN:9788877021892.
    • Liscia (2007). Bottoni staccati. In: C. Chiarelli, D. Liscia Bemporad. Appesi ad un filo. Bottoni alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti, pp. 32-37, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883474439.
    • Liscia (2007). Uniformi senza esercito. In: C. Chiarelli, D. Liscia Bemporad. Appesi ad un filo. Bottoni alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti, pp. 144-149, Livorno: Sillabe, ISBN:9788883474439.
    • Liscia (2007). Sinagoga. Museo Ebraico di Firenze. Firenze: Polistampa
    • Chiarelli;D. Liscia Bemporad (a cura di) (2007). Bound by a thread. Buttons at the Galleria del Costume in Palazzo Pitti. Livorno: Sillabe, 9788883474521.
    • Liscia (2007). Artisti, modelli e committenti. In: N. Berger, D. Di Castro. Italia Ebraica. Oltre duemila anni di incontro tra la cultura italiana e l’ebraismo, pp. 185-194, Torino: Allemandi, ISBN:9788842214670.
    • Liscia (2007). Ricamatrici ebree nell’Italia dei Ghetti. In: M. Luzzati, C. Galasso. Donne nella storia degli Ebrei d’Italia, pp. 295-304, Firenze: Giuntina, ISBN:9788880572954.
    • Liscia (a cura di) (2006). Fili di storia. Il patrimonio tessile della Nazione Ebrea di Livorno. di D. Liscia , Livorno: Sillabe, 8883472918.
    • Liscia (2006). Scheda n. 15. reliquiario di San Jacopo. In: A. Tartuferi, D. Parenti. Lorenzo Monaco. Dalla tradizione giottesca al Rinascimento, pp. 144-145, Firenze: Giunti, ISBN:9788809047594.
    • Liscia Bemporad (2006). I punzoni per il fiorino sulla Porta del Paradiso: Michelozzo e Bernardo Cennini,. MEDIOEVO E RINASCIMENTO, vol. XXII/ns. XVII, pp. 227-243, ISSN:0394-7858
    • Liscia (2006). Le vesti dei ‘signori’ e dei contadini negli ex voto del santuario di Santa Maria della Fontenuova a Monsummano. In: A.Cipriani, V. Torelli Vignali, C. Vivoli . Il territorio pistoiese nel Granducato di Toscana, pp. 245-257, Pistoia: Società Pistoiese di Storia Patria, ISBN:8866120235.
    • Liscia Bemporad (2006). Studi in onore di Guglielmo Coronini Cronberg nel centenario della nascita. 1905 2005. In: M. Malni Pascoletti. Studi in onore di Guglielmo Coronini Cronberg nel centenario della nascita. 1905 2005, pp. 45-51, Gorizia: Fondazione Palazzo Coronini Cronberg.
    • Liscia (2006). Il gioiello gotico nell’Italia centro settentrionale. In: L. Dal Prà, P.Peri. Dalla testa ai piedi. Costume e moda in età gotica, pp. 561-575, Trento: Provincia Autonoma di Trento, ISBN:9788877021823.
    • Liscia Bemporad (2005). L’arredo della Santissima Annunziata. In: T. Verdon. Alla riscoperta delle Chiese di Firenze: Santissima Annunziata, pp. 39-53, Firenze: Centro Di, ISBN:8870384179.
    • Liscia (a cura di) (2005). Immagini preziose in cornice. Cammei, montature e castoni del XVI secolo a Firenze. Edifir, 8879702696.
    • Liscia (2004). Il Collezionismo ebraico a Firenze fra Otto e Novecento,. In: L. Casprini, D. Liscia. Studi in Onore di Leone Ambron, pp. 15-24, Firenze: Polistampa, ISBN:9788883046247.
    • Casprini, D. Liscia (a cura di) (2004). Studi in Onore di Leone Ambron, a cura di Firenze, Polistampa, 2004. Firenze: Polistampa, 8883046242.
    • Liscia (2004). I Granduchi inginocchiati. In: Museo della città e del territorio, Monsummano terme, 6-7 dicembre 2002, Pacini Editore, pp. 159-167, ISBN:8877815787
    • Liscia (2004). La legatura del Libro d’Ore di Lorenzo de’ Medici. In: F. Arduini. Il libro d’ore di Lorenzo de’ Medici : ms. Ashburnham 1874, Biblioteca Medicea Laurenziana, Firenze : Firenze, 1485, pp. 225-239, Modena: Panini, ISBN:8882907848.
    • Liscia, G.Romby (a cura di) (2003). Il Paesaggio dei Miracoli. Devozione e mecenatismo nella Toscana Medicea da Ferdinando I a Cosimo II. Pisa: Pacini, 9788877814944.
    • Liscia (2003). Funzione e significato delle gemme e delle montature dal Medioevo al Rinascimento . In: B. Zanettin. Cristalli e gemme. Realtà fisica e Immaginario. Simbologia Tecniche e Arte, pp. 321-341, Venezia: Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, ISBN:888814322X.
    • Liscia (2003). Scheda n. 14. In: D. Liscia Bemporad;G. C. Romby. Il Paesaggio dei Miracoli. Devozione e mecenatismo nella Toscana Medicea da Ferdinando I a Cosimo II, pp. 118-118, Pisa: Pacini, ISBN:8877815787.
    • Liscia (2003). scheda n 11. In: D. Liscia Bemporad;G. C. Romby. Il Paesaggio dei Miracoli. Devozione e mecenatismo nella Toscana Medicea da Ferdinando I a Cosimo II, pp. 113-113, Pisa: Pacini, ISBN:8877815787.
    • Liscia (2003). scheda 12. In: D. Liscia Bemporad;G. C. Romby. Il Paesaggio dei Miracoli. Devozione e mecenatismo nella Toscana Medicea da Ferdinando I a Cosimo II, pp. 115-115, Pisa: Pacini, ISBN:8877815787.
    • Liscia (2003). L’arte dell’oro e dell’argento. In: G. Fossi. La grande storia dell’artigianato. Il Novecento, pp. 257-272, Firenze: Giunti, ISBN:9788809033320.
    • Liscia (2003). scheda n. 2. In: D. Liscia Bemporad; G. C. Romby. Gli arredi, le suppellettili liturgiche, gli ex voto nei santuari della Toscana, pp. 97-97, Pisa: Pacini, ISBN:8877815787.
    • Liscia, G.Romby (a cura di) (2003). Il Paesaggio dei Miracoli. Devozione e mecenatismo nella Toscana Medicea da Ferdinando I a Cosimo II. Pisa: Pacini, 9788877814944.
    • Casprini, D. Liscia, E. Nardinocchi (a cura di) (2003). I volti della fede. I volti della seduzione. Firenze: Polistampa, 9788883048197.
    • Liscia Bemporad; F. Francesconi (a cura di) (2003). L’ebraismo e l’arte. Modena: Tip. M. G..
    • LISCIA (2002). PER ANDREA DEL VERROCCHIO ORAFO. UNA NUOVA ATTRIBUZIONE. MEDIOEVO E RINASCIMENTO, vol. XVI, n. s. XI, pp. 189-206, ISSN:0394-7858
    • LISCIA (2002). CELLINI DAL VOLTO UMANO. MCM, vol. 58, pp. 4-6, ISSN:0393-8190
    • LISCIA (2002). I PREZIOSI FALSI DI GUSTAVO TRIFARI. MCM, vol. 57, pp. 19-22, ISSN:0393-8190
    • LISCIA (2002). LA BREVE STAGIONE DI ANITA CAVALIERI. MCM, vol. 56, pp. 48-51, ISSN:0393-8190
    • LISCIA (2001). ARGENTI GENOVESI DA PARATA. MCM, vol. 52, pp. 11-52, ISSN:0393-8190
    • Lenti, D. Liscia (a cura di) (2001). Gioielli in Italia. Sacro e profano dall’antichità ai giorni nostri. Venezia: Marsilio, 9788831778664.
    • Liscia (2001). Gli orafi di Santa Maria del Fiore. In: T. Verdon e A. Innocenti, . La Cattedrale come spazio sacro. Saggi sul Duomo di Firenze, pp. 281-298, Firenze: Edifir, ISBN:8879700626.
    • LISCIA (2001). L’OREFICERIA COME FONTE PER LO STUDIO DEI GIOIELLI. In: GIOIELLI IN ITALIA. SACRO E PROFANO DALL’ANTICHITÀ AI NOSTRI GIORNI, VENEZIA, 7-8 ottobre 2001, Marsilio, pp. 55-64, ISBN:8831778668
    • LISCIA (2000). L’OREFICERIA ELE TAVOLE IMBANDITE. In: DAL KANTAROS AL BORDOLESE, FIRENZE, pp. 67-82.
    • LISCIA (2000). NICOLA DA GUARDIAGRELE E LORENZO GHIBERTI. IL RAPPORTO TRA FIRENZE E L’ABRUZZO NELLA PRIMA METÀ DEL QUATTROCENTO. MEDIOEVO E RINASCIMENTO, vol. XIV/n. s. XI, pp. 167-183, ISSN:0394-7858
    • Liscia Bemporad (2000). Jewish ceremonial Art in Italian Synagogues. Silver objects and textiles after the institutions of the Ghettos. In: Bernard Coopermann,Barbara Garvin. The Jews of Italy. Memory and Identity, pp. 339-348, Bethesda: Univeristy Press of Maryland, ISBN:1883053366.
    • Liscia (1999). Giovanni Michelucci. Il mobilio degli anni giovanili. Firenze: S.P.E.S., ISBN:8872422876
    • Liscia (1999). Gioielli di gusto archeologico nei disegni inediti di una collezione fiorentina. In: Associazione orafa valenzana, Valenza, 3-4 ottobre 1998, Marsilio, pp. 109-119, ISBN:883177204X
    • Zatelli, D. Liscia Bemporad (1998). Un limmud. In: La cultura ebraica all’epoca di Lorenzo il Magnifico. Celebrazioni del V centenario della morte di Lorenzo il Magnifico. Convegno di studio, Firenze, Accademia Toscana di Scienze e Lettere “La Colombaria” 29 novembre 1992., Firenze, 29 novembre 1992, Leo S. Olschki, pp. VII-VII, ISBN:8822246829
    • Zatelli; D. Liscia Bemporad (a cura di) (1998). La cultura ebraica all’epoca di Lorenzo il Magnifico. Firenze: Leo S. Olschki, pp. I-168, 8822246829.
    • Liscia,I. Zatelli, (a cura di) (1998). La cultura ebraica all’epoca di Lorenzo il Magnifico. Celebrazioni del V centenario della morte di Lorenzo il Magnifico. Firenze: Leo S. Olschki, 8822246829.
    • Liscia; D. Pisani (a cura di) (1996). Gioielli per una Regina. Lo sbarco di Gioacchino Murat a Pizzo. Napoli: Electa Napoli, 9788843556106.
    • Lenti, D. Liscia (a cura di) (1996). Gioielli in Italia. Temi e problemi del gioiello italiano dal XIX al XX secolo. Venezia: Marsilio, 8831765310.
    • Liscia (a cura di) (1993). Argenti fiorentini dal XV al XIX secolo. Tipologia e marchi. Vol. I. Firenze: S.P.E.S., 9788872420034.
    • Liscia (a cura di) (1993). Argenti fiorentini dal XV al XIX secolo. Tipologia e marchi. Vol. I. di D. Liscia, Firenze: S.P.E.S., pp. 1-519, 8872420032.
    • Liscia (a cura di) (1993). Un ponte dalle botteghe d’oro, a cura di D. Liscia Bemporad, Firenze. Firenze: M. C. de Montemayor Editore.
    • Liscia (a cura di) (1992). Argenti fiorentini dal XV al XIX secolo. Tipologia e marchi. Vol. II-III.. di D. Liscia, Firenze: S.P.E.S., pp. 1-965, 9788872420034.
    • Liscia (1992). L’oreficeria a Firenze nella prima metà del Cinquecento: Paolo di Giovanni Sogliani. In: M.G. Ciardi Dupré Dal Poggetto, A. Fatucchi, M.G. Paolini. Studi di Storia dell’Arte sul Medioevo e il Rinascimento nel centenario della nascita di Mario Salmi, pp. 787-800, Firenze: Edizioni Polistampa Firenze, ISBN:8885977065.
    • Liscia; I. Kahn (a cura di) (1991). La Nazione ebrea di Livorno. Itinerari di vita. Livorno: Graphis Art.
    • Liscia (1990). Ceremoniele kunst uit Venetie, in Het getto van Venetie. Ponentini, Levantini e Tedeschi 1516 – 1797 . In: J.M. Cohen. Het getto van Venetie. Ponentini, Levantini e Tedeschi 1516 – 1797 , pp. 68-83, Aja: SDU uitgeverij, ISBN:9012068703.
    • Liscia (1989). Jewish ceremonial Art in the era of the ghetto. In: V.B. Mann. Gardens and Ghettos. The art of the Jewish life in Italy, pp. 110-135, Berkley, Los Angeles, Oxford: University of california press, ISBN:0520068246.
    • Liscia (1987). Due busti reliquiario in Santa Croce di Firenze. ANTICHITÀ VIVA, vol. XXVI, pp. 59-68, ISSN:0003-5645
    • Liscia (1986). La Scuola Italiana e la Scuola Levantina nel Ghetto di Firenze . RIVISTA D’ARTE, vol. XXXVIII, IV s., II, pp. 3-48, ISSN:1122-0732
    • Liscia (1984). Una nuova attribuzione ad Antonio di Salvi: le due paci smaltate di Santa Maria dell’Impruneta. In: C. De Benedictis. Studi di Storia dell’Arte in onore di Roberto Salvini, pp. 355-362, Firenze: Sansoni.
    • Liscia (1980). Le Oreficerie e gli avori. In: M.G. Ciardi Dupré. Il Tesoro della Basilica di Assisi, Firenze, EDAM, 1980, pp. 87-151., pp. 87-151, Firenze: EDAM.
    • Liscia (1980). Appunti sulla bottega orafa di Antonio del Pollaiolo e di alcuni suoi allievi. ANTICHITÀ VIVA, vol. XIX, n. 3 , pp. 47-53, ISSN:0003-5645

     

  • Cv Carlini (pdf, 119 Kb)

     

  • Su designazione dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

    Roberto Della Rocca è nato a Roma il 12.08.19–. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma, ha conseguito la laurea rabbinica presso il Collegio Rabbinico Italiano a Roma sotto la guida del rabbino prof. Elio Toaff. Nel 1991 è stato Rabbino ad Ancona. Dal 1992 al 2001 è stato Rabbino Capo della Comunità ebraica di Venezia. Dal 1994 al 2000 è stato membro della Consulta Rabbinica Italiana e del Consiglio dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane. Dal 2002 al 2005 è stato Vice Presidente dell’Assemblea dei Rabbini d’Italia. Dal 2001 è Direttore del Dipartimento Educazione e Cultura dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Ha insegnato Talmùd e Pensiero Ebraico presso il Collegio rabbinico italiano e presso il Corso di Laurea in Studi Ebraici dell’Ucei. È autore di vari saggi e articoli nel campo della divulgazione della cultura ebraica e ha tenuto corsi di cultura ebraica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Venezia, la Facoltà di Filosofia ebraica dell’Università Statale di Milano e l’Università Pontificia Lateranense a Roma. Dal 2012 vive a Milano dove dirige  il progetto culturale Kesher per la Comunità Ebraica. È inoltre membro del comitato scientifico del MEIS e del comitato scientifico del CDEC.

     

  • Nel 2003 si è laureata in Lettere all’Università̀ di Roma “La Sapienza”, discutendo una tesi in Antichità̀ e istituzioni medievali dal titolo “Alle soglie del ghetto: ebrei ed istituzioni ebraiche attraverso i registri dei Notai Ebrei (1550-1556)” (rel. Anna Esposito, correlatore Anna Foa); successivamente, nel 2007, ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia moderna nel dottorato Società, politica e culture dal tardo medioevo all’età̀ contemporanea presso il Dipartimento di storia moderna e contemporanea dell’Università̀ di Roma “La Sapienza” (tutor M. Caffiero). E’ archivista diplomata alla Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Roma (2001), presso cui ha svolto servizio di volontariato procedendo alla schedatura analitica del fondo “Cam. III/Roma città e comune” e redigendo, poi, il relativo inventario. Dopo il dottorato ha conseguito attestati di master. Dal 2006 è regolarmente inserita nei PRIN e nei progetti di Ateneo promossi dalla prof.ssa Caffiero. Dal 2006 ha partecipato su invito ai seminari del gruppo di lavoro sull’Inquisizione Romana, guidato da Adriano Prosperi. Nel 2009 ha partecipato al progetto e al lancio della rivista on-line, di cui è stata prima collaboratore e ora è redattore, “Giornale di Storia moderna e contemporanea” (www.giornaledistoria.net). Nel 2011 ha rappresentato come esperto la Fondazione “Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah” di Ferrara nel gruppo di lavoro “Storie di famiglia” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Da maggio 2012 è membro del Comitato Scientifico del Meis. Da febbraio 2011 è ricercatore a tempo determinato in storia moderna al Dipartimento di Storia, Culture, Religioni. E’ responsabile scientifico dell’unità di ricerca Roma-Sapienza nel quadro del progetto FIRB 2008 “Oltre la “guerra santa”. La gestione del conflitto e il superamento dei confini culturali tra mondo cristiano e mondo islamico dal Mediterraneo agli spazi extra-europei: mediazioni, trasmissioni, conversioni (sec. XV-XIX)”. Nel quadro dei lavori promossi per la ricerca, ha progettato archivisticamente collaborando con il Laboratorio LAARTE della Scuola Normale Superiore di Pisa il prototipo di database informatico CIDI “Christian-Islamic Digital Index”. Nell’ottobre 2012 ha ottenuto un finanziamento di Ateneo da Sapienza-Università di Roma per la candidatura del progetto PSEUDOT (Prejudice and Stereotype European Digital Observatory and Thesaurus), di cui è principal investigator, nelle linee di finanziamento promosse dalla Commissione Europea. Nel 2012 ha ottenuto un finanziamento d’Ateneo per l’organizzazione del workshop internazionale “iHistory . Nuove prospettive e metodi per la ricerca storica: relazioni tra nazioni, culture e religioni attraverso le nuove tecnologie”, che è svolto alla Sapienza il 16 dicembre 2013. Nel corso del 2013 è stata invitata a presentare le sue ricerche in importanti contesti internazionali, in Francia, negli Stati Uniti e in Israele. I suoi interessi sono centrati sulla storia sociale e sulla storia delle mentalità, con analisi specifiche delle minoranze religiose a Roma in età tardomedievale e moderna.

     

    Istruzione

    2007: Dottore di ricerca in storia moderna (M-Sto / 02). Sapienza – Università di Roma – Dottorato   Società, politica e culture dal tardo medio evo all’eta’ contemporanea. Titolo della tesi: Fuori e dentro il ghetto. Ebrei e istituzioni ebraiche nella Roma della Controriforma (tutor Marina Caffiero). Votazione: eccellente

    2003: Laurea in Lettere (V.O) in Antichità e Istituzioni Medievali (relatore: Anna Esposito) – Sapienza – Università di Roma. Voto: 110/110 e lode

    2001: Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica – Archivio di Stato di Roma. Voto 136/150

     

    Esperienze

    01/04/2014-30/06/2014: borsista presso il Dipartimento di Storia, Culture, Religioni (Sapienza – Università di Roma)

    01/02/2011 – 31/01/2014: Ricercatore TD (art.1 comma 14 L. 230/05) in Storia Moderna – Dipartimento di Storia, Culture, Religioni (Sapienza – Università di Roma)

    2011-2012: rappresentante della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoahdi Ferrara per la campagna nazionale Memorie di famiglia

    2010-2011: collaboratore – Fondazione MEIS di Ferrara

    2010: collaboratore – Associazione Hans Jonas

    2010 – collaboratore – École française de Rome (progetto Piazza Navona – diretto da J. F. Bernard)

    2010 – collaboratore – Fondazione Cdec

    2009: consulente – Museo Italo – Americano di S. Francisco

    2006-2007: borsista – Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia

     

    Premi

    2014: Premio Cherasco-Fondazione De Benedetti assegnato al volume Sopravvivere al ghetto. Per una storia sociale della comunità ebraica nella Roma del Cinquecento, Roma, Viella 2013

     

    Altri titoli di studio:

    2009: Master Programmazione, finanziamenti e progettazione culturale tra creatività e innovazione – Istituto Luigi Sturzo di Roma

    2009: master Conservazione digitale – progetto europeo CASPAR (diretto da Mariella Guercio)

     

    Partecipazione a progetti di ricerca nazionali e internazionali finanziati:

    2011-2014: Responsabile Unità Roma – Sapienza: FIRB – Futuro in Ricerca 2008: Oltre la guerra santa. La gestione del conflitto e il superamento dei confini culturali tra mondo cattolico e mondo islamico dal Mediterraneo agli spazi extraeuropei in età moderna: mediazioni, trasmissioni, conversioni (sec. XVI-XIX) – coord. nazionale: Giuseppe Marcocci

    2012-2013: Coordinatore scientifico: FARI 2012: PSEUDOT Prejudice and Stereotye European Digital Observatory

    2012-2013: Coordinatore scientifico: Sapienza Congressi e Convegni: iHistory. Nuove prospettive e metodi per la ricerca storica: relazioni tra nazioni, culture e religioni attraverso le nuove tecnologie

    2009: membro unità FARI 2009: Minoranze religiose e differenze di genere in Europa: dinamiche del pregiudizio e 12 istituzioni della discriminazione (secoli XVI–XXI) – coordi. scientifico Marina Caffiero

    2006-2009: membro unità Roma – Sapienza PRIN 2006: ll Mediterraneo delle tre religioni: identità, conflitti e ibridazioni (secoli XIV-XX) – coord. nazionale Marina Caffiero

     

    Partecipazione a comitati editoriali e scientifici

    2009 – oggi: collaboratore prima e ora redattore: Giornale di storia moderna e contemporanea (www.giornaledistoria.net)

    2012 – oggi: collaboratore: Lexicon storico-geografico dell’Italia ebraica (Tel Aviv University)

    2012 – oggi: membro comitato scientifico: Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara

     

    Partecipazione a convegni internazionali su invito o call for papers:

    1. 06.2014: Jerusalem, Van Leer Institute: Summer workshop for young researchers Modern Jewish Spaces: from the Venice ghetto to contemporary classifications: relazione Performing identity in a Jewis space: a Case study in the Roman ghetto
    2. 06.2014: Roma, seminario L’Inquisizione e le donne: relazione Gestire, convertire, proteggere. Prime note sull’approccio dell’Inquisizione romana alla schiavitù femminile (secc. XVII-XIX)
    3. 05.2014: Roma, convegno internazionale Donne e fede: relazione Tra ghetto e città. Donne ebree nella Roma dei papi (XVI-XVIII secolo)
    4. Accademia di Ungheria
    5. RSA 2014, New York, 27-29 marzo: Arbitrates and arbitration in XVI th century Rome: a juridical tool at the beginning of the ghetto time
    6. Ferrara, 28-30 aprile: Lo Statuto degli ebrei di Roma del 1524 e il problema dell’integrazione degli ebrei spagnoli. Convegno: Conversos, marrani e nuove comunità ebraiche nella prima età moderna: organizzato da Myriam Silvera
    7. 13/01/2014: Parigi – Université Paris Diderot – Paris 7 / EHEES / Rothshild Foundation Europe: Toward an economic history of the ghetto : internal and external sources about 16th century Roman Jewish society. International Workshop Ecrire l’histoire économique des juifs : sources mercantiles, judiciaires, communautaires. (Europe, XVIe-XVIIIe): organizzato da Jean Baumgarten, Liliane Hilaire-Pérez, Evelyne Oliel-Grausz
    8. 25-26/10-2013: Parigi – Centre Roland Mousnier / Institut de recherche pour l’étude des religions: Compulsory negotiations: neophytes, relatives, partners in the records registered by the Jews Notaries of Rome at the end of XVIth Century. Colloque international Entre judaïsme et christianisme : les conversions en Europe de l’époque moderne à l’apparition de l’antisémitisme politique, dove ha presentato la relazione: organizzato da Daniel Tollet e Paola Ferruta
    9. 17-18/10/2013: Sapienza – Università di Roma: Il lavoro nell’archivio del Sant’Uffizio svolto dall’unità romana del FIRB 2008: «Oltre la guerra santa. La gestione del conflitto e il superamento dei confini culturali tra mondo cattolico e mondo islamico dal Mediterraneo agli spazi extraeuropei in età moderna: mediazioni, trasmissioni, conversioni (sec. XVI-XIX)», (coord. nazionale Giuseppe Marcocci)
    10. Roma, comunità ebraica di Roma, 9 ottobre 1982
    11. 30/09-2/10/2013: Ravenna: Gli ebrei e altri infedeli. La gestione delle conversioni di schiavi a Roma in età moderna a confronto con il proselitismo verso gli ebrei. Convegno Internazionale AISG Strategie e normative per la conversione degli ebrei dal Medioevo all’età contemporanea – organizzato da Mauro Perani
    12. 18-20/08/2013: University of Maryland, College Park: Rome, 1571: a body and a murder investigation in the ghetto, Early Modern Workshop on Jewish History. Early Modern Workshop on Jewish History: organizzato da Bernard D. Cooperman e Magda Teter
    13. (http://wesscholar.wesleyan.edu/emw/)
    14. 5-6/06/2013: Tel Aviv, Bar Ilan University, Department of Jewish History: Unexpected chances. Roman Jewish moneylenders at the beginning of the ghetto time (1550-1600). International Conference Economic History of the Jews throughout the ages: Sources, Methodologies, Narratives: organizzato da Gershon Bacon e Orly Meron
    15. 8/04/2013 UCLA – Center for Jewish Studies – 12/04/2013 New York, Primo Levi Center, con Marina Caffiero: Beyond the historiographical ghetto. New perspectives on the History of the Jews of Italy
    16. 4-6/04/2013: San Diego (CA), Confidence as a gift: a trial and the breaking off of an engagement inside the Jewish society of Ancona (1555-1562). RSA Annual Meeting
    17. Febbraio 2012: Sapienza staff seminar
    18. 2011: University of York: The Roman Inqusition and the Conversions of Jews to Islam in the Mediterranean Area (XVII-XVIII centuries). International Conference: Conversion Narrative in the Early Modern World
    19. 2011: Università di Perugia: Non solo Roma: a proposito della provenienza degli ebrei del ghetto all’inizio dell’età moderna al convegno Ebrei dell’Italia centrale. Dallo Stato pontificio al Regno d’Italia
    20. 2010: Arezzo – SISEM: I rinnegati ebrei. Dalle carte del S. Uffizio romano (XVI-XVII sec.).
    21. 2010: Ècole Français de Rome – Il mercato di Piazza Navona (secc. XVIII-XIX). Colloque international: Du Stade de Domitiene à Actuelle Piazza Navona: genèse d’un quartiere de Roma: organizzato da J. F. Bernard
    22. 2010: Ravenna EAJS: From Italy to Turkey (and back again): the Roman Inquisition and Jew- ish travellers in the Mediterranean area (XVI-XVIII centuries)
    23. 2010: Napoli – SIS: Le lettere delle ebree: le donne delle famiglie Luzzatto e Artom negli anni del Risorgimento. Prime note da una ricerca in corso
    24. 2009: Università di Perugia: I “rinnegati” ebrei e il S. Uffizio: racconti di viaggio, confessioni spontanee e abiure di ebrei di ritorno dalle terre dei turchi (secoli XVI-XVIII). Convegno finale del PRIN 2006 Il Mediterraneo delle tre religioni: identità, conflitti, ibridazioni, secoli XIV-XX
    25. 2009: Milano – AISU: I banchieri ebrei e il camerlengo della Reverenda Camera Apostolica. Reti di relazione e ascesa sociale nel ghetto di Roma nel Cinquecento
    26. 2008: Università di Cassino: Gli ebrei di Roma fuori di Roma in età moderna
    27. 2007: DHI Rom: Dall’astrologia agli Astrologo: ebrei e superstizioni nella Roma della Controriforma. Convegno internazionale: Le radici storiche dell’antisemitismo. Nuove ricerche e nuove fonti: organizzato da Marina Caffiero.
    28. 2006: Archivio di Stato di Roma: Sapere e saper fare: la formazione dei professionisti ebrei a Roma nel Cinquecento. Convegno: Scuola e itinerari formativi dallo Stato pontificio a Roma capitale. L’istruzione primaria: organizzato da Carmela Covato e Manola I. Venzo
    29. 2005: Archivio di Stato di Roma: I professionisti: notai, medici, banchieri. Convegno internazionale: Judei de Urbe. Roma e i suoi ebrei: una storia secolare: organizzato da Marina Caffiero e Anna Esposito)
    30. 2003: Gabicce – AISG: I registri notarili ebraici

     

    Organizzazione di giornate di studio e convegni

    1. Marzo 2014 = panel RSA New York
    2. 10-11 febbraio 2014, SNS Pisa, con Giuseppe Marcocci e Felicita Tramontana: ChristianIslamic Interactions. Mobility, Connection, Transformation (14501800)
    3. 16/12/2013: Sapienza – Università di Roma, con Alessandro Vagnini: Nuove prospettive e metodi per la ricerca storica: relazioni tra nazioni, culture e religioni attraverso le nuove tecnologie
    4. 16-17/10/2013: Sapienza – Università di Roma, con Andrea Del Col e Marina Caffiero: A che punto è la storia dell’Inquisizione in Italia?
    5. AA 2012-2013: con Marina Caffiero, Seminario dottorale congiunto tra il Dipartimento di Storia, Culture, Religioni della Sapienza – Università di Roma e l’Archivio della Congregazione per la Dottrina della Fede L’Inquisizione e gli ebrei (sec. XV-XX)
    6. 2012: Sapienza – Università di Roma, Dipartimento di Storia, Culture, Religioni, staff seminar Oltre la “Guerra Santa. Rappresentazione, confronto e conoscenza dell’Islam nelle collezioni di età moderna. Il caso romano in chiave comparativa
    7. 2011: Ferrara, Fondazione MEIS: tavola rotonda L’Inquisizione e gli ebrei
    8. 2007: Roma, con Giovanna Grenga e Marina Caffiero, Le radici storiche dell’antisemitismo. Nuove ricerche e nuove fonti
    9. 2007: Sapienza – Università di Roma, Presidenza del Consiglio dei Ministri, con Giovanna Grenga e Marina Caffiero, Libertà d’espressione e libertà religiosa: le radici storiche della Shoah
    10. 2005: Sapienza – Università di Roma, Survivors of the Shoah Visual History Foundation, Il giorno della memoria a La Sapienza
    11. 2005: Sapienza- Università di Roma / Archivio di Stato di Roma, con Marina Caffiero e Anna Esposito, Judei de Urbe. Roma e i suoi ebrei: una storia secolare

      

    Pubblicazioni

    1. DI NEPI S., Un mercato per la città. Piazza Navona e i suoi banchi in età moderna, in J. F. BERNARD (a cura di), Du Stade de Domitiene à Actuelle Piazza Navona: genèse d’un quartiere de Roma, Rome, Ècole Français de Rome, 2014
    2. DI NEPI S., Introduzione, in DI NEPI S. (a cura di), Schiavi e schiavi musulmani. Norme, rappresentazioni, problemi a Roma e nello Stato della Chiesa in età moderna. DIMENSIONI E PROBLEMI DELLA RICERCA STORICA, 2/2013
    3. DI NEPI S., Le Restitutiones ad libertatem di schiavi a Roma in età moderna: una ricerca su un fenomeno trascurato (1516-1645), in DI NEPI S. (a cura di), Schiavi e schiavi musulmani. Norme, rappresentazioni, problemi a Roma e nello Stato della Chiesa in età moderna. DIMENSIONI E PROBLEMI DELLA RICERCA STORICA, 2/2013
    4. DI NEPI S., Arturo Marzano (a cura di) (2013). Travels to the “Holy Land”: Perceptions, Representations and Narratives, QUEST, 6 (num. mon.)
    5. DI NEPI S. (2013). Sopravvivere al ghetto. Per una storia sociale della comunità ebraica nella Roma del Cinquecento. ROMA: Viella, vol. 161, p. 1-264, ISBN: 9788867281619
    6. DI NEPI S. (2013). Sisto V e la questione ebraica. Atti del Convegno “Il papa ‘nSisto” 2012. Sulle orme di Sisto V. p. 35-42, S. Agata dei Goti : Società editrice L’Aperia, ISBN/ISSN: 9788887638233
    7. DI NEPI S. (2013). Testa e cuore. In: Serena Di Nepi. Testa e cuore. La Collezione di Gianfranco Moscati: storia e storie degli ebrei italiani narrate da oggetti di arte cerimoniale, documenti rari e libri preziosi. p. 33-59, Ferrara: Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Sho, ISBN/ISSN: 9788889793206
    8. DI NEPI S. (2013). Raccontare la storia degli ebrei in Italia attraverso la collezione di Gianfranco Moscati. In: Serena Di Nepi. Testa e cuore. La Collezione di Gianfranco Moscati: storia e storie degli ebrei italiani narrate da oggetti di arte cerimoniale, documenti rari e libri preziosi. p. 12-15, Ferrara: Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Sho, ISBN/ISSN: 9788889793206
    9. DI NEPI S. (2013). Testa e cuore. La Collezione di Gianfranco Moscati: storia e storie degli ebrei italiani narrate da oggetti di arte cerimoniale, documenti rari e libri preziosi
    10. DI NEPI S., Arturo Marzano (2013). Introduction. QUEST, vol. 6; p. 5-15, ISSN: 2037-741X
    11. DI NEPI S. (2012). Legami pericolosi. Ebrei e cristiani tra eresia, libri proibiti e stregoneria. LA RASSEGNA MENSILE DI ISRAEL, vol. 78; p. 205-210, ISSN: 0033-9792 (recensione)
    12. DI NEPI S. (2012). L’apostasia degli ebrei convertiti all’Islam. Dalle carte del S. Uffizio romano (sec. XVI-XVIII). SOCIETÀ E STORIA, vol. 139; p. 769-789, ISSN: 0391-6987
    13. DI NEPI S. (2012). I “professionisti”. Notai, medici, banchieri nella seconda metà del Cinquecento. In: Marina Caffiero, Anna Esposito. “Judei de Urbe”. Roma e i suoi ebrei: una storia secolare. p. 131-154, Roma: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ISBN/ISSN: 9788871253244
    14. DI NEPI S. (2012). Incontri inaspettati. Il confronto con l’Islam a Roma in età moderna (XVI-XVIII sec.). A proposito di Roma e Islam Note a margine e prospettive di ricerca. GIORNALE DI STORIA, vol. 8; p. 1-13, ISSN: 2036-4938
    15. DI NEPI S. (2011). Il confronto nelle organizzazioni giovanili ebraiche. In: S. Meghnagi. Cittadini del mondo un po’ preoccupati. Una ricerca sui giovani ebrei italiani. p. 39-64, Firenze: Giuntina, ISBN/ISSN: 9788880574286
    16. DI NEPI S. (2011). Nel cuore dell’Urbe: il mercato di Piazza Navona. In: Rita Padovano. Mercati e fiere storiche a Roma e nel Lazio. Padova: Esedra Editore, ISBN/ISSN: 9788860580818
    17. DI NEPI S. (2011). Fiere e mercati europei in età moderna. In: R. Padovano. Mercati, arti e fiere storiche a Roma e nel Lazio. PADOVA: Esedra Editrice, ISBN/ISSN: 8860580811
    18. DI NEPI S. (2010). Documentary appendix: from the general accounting Reger of the Jewish Community of Rome. In: Daniela Di Castro. Et ecce gaudium : the Roman Jews and the Investiture of the Popes. p. 78-83, Roma: Araldo de Luca Editore, ISBN/ISSN: 9788887506044
    19. DI NEPI S. (2010). La vita delle altre: modelli femminili nella società ebraica italiana nei primi decenni dell’Ottocento. In: G. Paolin, T. Tonchia. Donne e fedi. Quaderno 2009. p. 59-77, Trieste: Edizioni Universitarie Trieste
    20. DI NEPI S. (2010). In: A. Prosperi, J. Tedeschi, V. Lavenia. Dizionario storico dell’Inquisizione. p. 1112-1113, PISA: Edizioni della Normale, ISBN/ISSN: 9788876423239
    21. DI NEPI S. (2010). Appendice documentaria: dalla contabilità generale della comunità ebraica di Roma. In: Daniela Di Castro. Et ecce gaudium. Gli ebrei di Roma e la cerimonia di insediamento dei pontefici. 78-83, Roma: Araldo de Luca Editore, ISBN/ISSN: 9788887506037
    22. DI NEPI S. (2010). E. Muir, Guerre culturali. Libertinismo e religione alla fine del Rinascimento, Laterza 2007. GIORNALE DI STORIA, ISSN: 2036-4938 (recensione)
    23. DI NEPI S. (2009). Dall’astrologia agli Astrologo: ebrei e superstizioni nella Roma della Controriforma. In: M. Caffiero. Le radici storiche dell’antisemitismo. Nuove fonti e nuove ricerche. p. 41-70, ROMA: Viella, ISBN/ISSN: 9788883343780
    24. DI NEPI S. (2009). Riti e tradizioni. In: AA.VV.. La comunità ebraica di Roma dalle origini al ghetto. p. 187-242, PADOVA: Esedra Editrice, ISBN/ISSN: 8860580323
    25. DI NEPI S. (2009). Gli ebrei di Roma fuori di Roma: mobilità ebraica verso il territorio e conflitti giurisdizionali in età moderna. Prime note su una ricerca in corso. In: -. Cassino, 2008-, p. 143-171
    26. DI NEPI S. (2007). «Io come madre cercava ogni strada». Una madre ebrea e un figlio nei guai nella Roma del Cinquecento. STORIA DELLE DONNE, ISSN: 1826-7505
    27. DI NEPI S. (2007). Sapere e saper fare: la formazione dei professionisti ebrei nel ghetto di Roma. In: Scuola e itinerari formativi dallo Stato pontificio a Roma capitale. L’istruzione primaria, MILANO: Unicopli, p. 207-221
    28. DI NEPI S. (2007). Schiavitù e conversioni religiose nel Mediterraneo di età medievale e moderna (Palermo 21-23 maggio 2007). QUADERNI STORICI, vol. 125; p. 641-647, ISSN: 0301-6307
    29. Giacomo Todeschini, DI NEPI S. (2007). La rappresentazione degli ebrei come usurai nel Medioevo: dall’immagine teologica allo stereotipo economico. LA RASSEGNA MENSILE DI ISRAEL, vol. 73; p. 33-50, ISSN: 0033-9792 (traduzione dall’inglese)
    30. DI NEPI S. (2006). Aronitto, Muccinello e gli altri. I macellai e la carne nella comunità ebraica di Roma della seconda metà del Cinquecento. ZAKHOR, vol. IX; p. 79-92
    31. DI NEPI S. (2006). Passione politica e profezia tra circoli aristocratici e salotti poveri. RIVISTA STORICA DEL LAZIO, vol. 7; p. 21-24, ISSN: 1123-9239
    32. DI NEPI S. (2004). Scritture di donne. La memoria restituita. GENESIS, vol. 1; p. 242-250, ISSN: 1594-9281
    33. DI NEPI S. (2004). Ebraismo italiano: figure di maestri, p. 55-70, XXIV colloquio ebraico -cristiano di Camaldoli, 4-8 dicembre 2003
    34. DI NEPI S. (2004). I registri notarili ebraici come fonte storica. MATERIA GIUDAICA; p. 53-64, ISSN: 2282-4499

     

    In stampa:

    1. DI NEPI S., Rome, 1571: a body and a murder investigation in the ghetto, in EARLY MODERN WORKSHOP: RESOURCES ON JEWISH HISTORY, Volume 10: Jews and Violence in the Early Modern Period
    2. DI NEPI S. (a cura di), Storie intrecciate. Rappresentazioni e conoscenza di ebraismo e Islam nell’Italia moderna, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura
    3. DI NEPI S., I turchi in sinagoga? Forme e occasioni di mediazione ebraica tra Islam e cristianesimo , in DI NEPI S. (a cura di), Storie intrecciate. Rappresentazioni e conoscenza di ebraismo e Islam nell’Italia moderna, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura
    4. DI NEPI S., Gli ebrei e altri infedeli. La gestione delle conversioni di schiavi a Roma in età moderna a confronto con il proselitismo verso gli ebrei, MATERIA GIUDAICA
    5. DI NEPI S., Un’anticipazione del ghetto. Modelli di conversione e strategie di proselitismo nel Libellus del 1513 in Conversos, marrani e nuove comunità ebraiche nella prima età modern, a cura di Myriam Silvera

    In preparazione (uscita 2015)

    1. DI NEPI S., Compulsory negotiations: neophytes, relatives, partners in the records registered by the Jews Notaries of Rome at the end of XVIth Century, in un volume a cura di P. Ferruta
    2. DI NEPI S., Confidence as a gift: a trial and the breaking off of an engagement inside the Jewish society of Ancona (1555-1562), in un volume a cura di B. Cooperman

     

    Papers già accolti da comitati scientifici per il 2014 

    Sisem Attraverso la storia: coordinatore del panel Racconti di fede. Soggettività e identità religiosa tra scrittura e autorappresentazione nell’Italia moderna (XVI-XVIII sec.)

    (con Luca Andreoni, Chiara Petrolini, Ginevra Diletta Tonini Masella)

     

    Altri risultati della ricerca

    2013: curatore della mostra Testa e cuore. La Collezione di Gianfranco Moscati: storia e storie degli ebrei italiani narrate da oggetti di arte cerimoniale, documenti rari e libri preziosi. p. 33-59, Ferrara: Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

    2011: curatore scientifico del documentario Una storia particolare. Ebrei in Europa tra Otto e Novecento, Fondazione Cdec (http://www.cdec.it/home2_2.asp?idtesto=1111&idtesto1=1111)

     

    Competenze linguistiche

    Ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata

    Discreta conoscenza della lingua ebraica moderna scritta e parlata

     

  • Anna Esposito è professore associato di Storia medievale presso il Dipartimento “Storia, Culture, Religioni”dell’Università di Roma La Sapienza ed è membro del Collegio docenti del dottorato “Storia, Antropologia, Religioni” della predetta università. E’ inoltre membro ordinario della Società Romana di Storia Patria, dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo (AISG), dell’ Associazione per la storia degli ebrei nel Lazio e nei territori dell’ex Stato della Chiesa e dell’Associazione Roma nel Rinascimento, ed è corrispondente scientifico dell’Istituto nazionale di Studi Romani. Fa parte del comitato scientifico della rivista Sefer Yuhasin. Review for the history of the Jews in South Italy e della redazione della rivista Roma nel Rinascimento. Tra i suoi interessi ha un particolare rilievo la storia sociale urbana del tardo medioevo e del Rinascimento, che viene indagata nelle sue connotazioni economiche, culturali e religiose, con particolare riferimento alla città di Roma e allo Stato pontificio. In questo contesto si inquadrano gli studi sulle minoranze, specialmente quella ebraica (una cinquantina di saggi), sulle associazioni confraternali e sugli istituti assistenziali, in particolare quelli rivolti all’utenza femminile, e infine sulle istituzioni culturali cittadine. Tra le sue numerose pubblicazioni si ricordano il volume Un’altra Roma. Minoranze  nazionali e comunità  ebraiche tra Medioevo e Rinascimento, Roma, Il Calamo, 1995; i due saggi nei volumi della collana ‘Storia di Roma’ pubblicati nel 2000-2001 dalla casa editrice Laterza intitolati rispettivamente “Roma medievale”, a cura di A. Vauchez, e “Roma nel Rinascimento”, a cura di A. Pinelli;  i due volumi I processi contro gli ebrei di Trento (1475-1478)”, I, I processi del 1475, Padova, Cedam, 1990; I processi contro gli ebrei di Trento (1475-1478)”, II, I processi alle donne (1475-1476), Padova, Cedam, 2008 (entrambi i volumi in collaborazione con Diego Quaglioni); e più recentemente il saggio Alla corte di papi: archiatri pontifici ebrei tra ‘400 e ‘500, in Être médecin à la cour (Italie, France, Espagne, XIIIe-XVIIIe siècle), teste réunis par E. Andretta – M. Nicoud, Firenze 2013 –SISMEL- (Micrologus’ Library 52), pp. 17-32, e la  raccolta Donne del rinascimento a Roma e dintorni, a cura di A. Esposito, Roma, Roma nel Rinascimento e Fondazione Besso, 2013. Ha in corso, insieme ad Anna Cavallaro, una ricerca finanziata nell’aa. 2011-12 dall’Università La Sapienza, su “Donne di pietra. Per un corpus delle sepolture femminili a Roma e nel Lazio nel Rinascimento”, i cui primi risultati appariranno nel prossimo volume dei Mélanges de l’École française de Rome – Moyen Age.

     

    PUBBLICAZIONI RELATIVE AGLI EBREI 

    I processi contro gli ebrei di Trento (1475-1478), I,I processi del 1475, a cura di A. Esposito – D. Quaglioni, Padova, Cedam, 1990.

    I processi contro gli ebrei di Trento (1475-1478), II,I processi alle donne (1475-1476), a cura di A. Esposito – D. Quaglioni, Padova, Cedam, 2008.

    Un’altra Roma. Minoranze nazionali e comunità ebraiche tra Medioevo e Rinascimento, Roma, Il Calamo, 1995.      

    Gli ebrei a Roma nella seconda metà del Quattrocento attraverso i protocolli del notaio Giovanni Angelo Amati, in Aspetti e problemi della presenza ebraica nell’Italia centro-settentrionale (sec. XIV-XV), a cura di S. Boesch Gajano, Roma 1983, pp. 31-125.

    Gli ebrei a Roma tra Quattro e Cinquecento, in “Quaderni storici”, 54 (dicembre 1983), pp. 815-845.                                            

    Ebrei a Marino durante il pontificato di Sisto IV, in “Latium”, 2 (1985), pp. 159-174.

    Una descriptio relativa alla presenza ebraica nel Lazio meridionale nel tardo Quattrocento, nella predetta rivista, pp. 151-158.

    Iudei de Urbe: la testimonianza di un inventario, (in collaborazione con Micaela Procaccia), in Un pontificato e una città. Sisto IV, Atti del convegno, a cura di M. Miglio e altri, Roma 1986, pp. 267-289.        

    Notai, medici, convertiti: figure di intermediari nella società romana del tardo Quattrocento, in Ebrei e Cristiani nell’Italia medievale e moderna:conversioni, scambi,contrasti. Atti del VI Congresso internazionale dell’AISG, San Miniato, 4-6 novembre 1986, Roma 1988, pp. 112-121.

    Prestito ebraico e Monti di pietà nei territori pontifici nel tardo Quattrocento : il caso di Rieti, in Credito e sviluppo economico in Italia dal Medio Evo all’età contemporanea. Atti del I Convegno nazionale, Verona 4-6 giugno 1987, Verona 1988, pp. 97-111.

    Normativa statutaria ed ebrei, in La storia degli ebrei nell’Italia medievale: tra filologia e metodologia, a cura di M.G. Muzzarelli e G. Todeschini, Bologna 1990, pp. 98-101.

    Le comunità ebraiche di Roma prima del Sacco (1527): problemi d’dentificazione, in “Henoch”, XII,2 (sett. 1990), pp. 165-190.                                                  

    Gli ebrei della regione di Campagna alla fine del Medioevo: prime indagini, in “Latium”, 7 (1990), pp. 1-26.

    Processi contro gli ebrei di Trento (1475). Le confessioni, in La parola all’accusato, a cura di J.-C. Maire Vigueur, Palermo, Sellerio, 1991, pp. 294-306.                          

    La morte di un bambino e la nascita di un martire: Simonino da Trento, in Bambini santi. Rappresentazioni dell’infanzia e modelli agiografici, a cura di A. Benvenuti Papi – E. Giannarelli, Torino, Rosenberg et Sellier, 1991, pp. 99-119.

    Il culto del beato Simonino e la sua prima diffusione in Italia, in Il principe vescovo Johannes Hinderbach (1465 – 1486) fra tardo Medioevo e Umanesimo. Atti del Convegno promosso dalla Biblioteca comunale di Trento, Trento 2-6 ottobre 1989, a cura di I. Rogger – M.Bellabarba, Bologna 1992, pp.429-443.

    Dopo le espulsioni. Un’immagine della contrada degli ebrei di Roma nei primi decenni del Cinquecento (con l’edizione del Iettito della chiavica delli Iudei del 1519), in “La Rassegna mensile d’Israel”, 58 (1992 sed 1993), pp. 75-96.

    La schola siculorum de Urbe: la fine della storia?, (in collaborazione con M. Procaccia), in Italia Judaica: Gli ebrei in Sicilia sino alla espulsione del 1492. Atti del V convegno internazionale, Palermo 15 – 19 giugno 1992, Roma 1995, pp. 412-422.                                                    

    La doppia vita di un documento. I capitoli per gli ebrei di Fiumefreddo Bruzio (1534) riutilizzati per Sacrofano di Roma (1543?), in L’Ebraismo nell’Italia Meridionale Peninsulare dalle origini al 1541, a cura di C. D. Fonseca, M. Luzzati e altri, Galatina 1996, pp. 241-249. 

    La presenza ebraica in una regione pontificia nel tardo Medioevo: il Patrimonio di S. Pietro in Tuscia e Viterbo, in Italia Judaica VI: Gli ebrei nello Stato pontificio fino al Ghetto (1555). Atti del VI Convegno internazionale, Tel Aviv 18-22 giugno 1995, Roma 1998, pp. 187-203.

    La presenza ebraica a Roma dal Duecento al Sacco:aspetti demografici e sociali, in Popolazione e società a Roma dal Medioevo all’Età contemporanea, a cura di E. Sonnino, Roma 1998, pp. 751-766.

    Gli ebrei e l’isola Tiberina, in Roma e il Tevere. L’Isola e il suo ambiente. Atti del Convegno, Roma 5 novembre 1998, numero speciale della rivista “L’Acqua”, Rivista dell’Associazione idrotecnica italiana, 3 (1999), pp. 51-53. 

    La comunità ebraica spagnola nella Roma del ‘500, in Italia e Spagna tra Quattrocento e Cinquecento, a cura di P.R. Piras e G. Sapori, Roma 1999, pp.191-202.

    Matrimonio, convivenza, divorzio: rapporti coniugali nella comunità ebraica di Roma tra Quattro e Cinquecento, in “Zakhor. Rivista di storia degli ebrei d’Italia”, III (1999), pp. 107-122. 

    Note sulla presenza ebraica in Sabina nel tardo Medioevo, in “Italia”, XIII-XIV, In memory of Giuseppe Sermoneta, a cura di Roberto Bonfil, Jerusalem 2001, pp. 103-116.

    Prestatori ebrei a Marino alla fine del Quattrocento: nuove testimonianze, in “La Rassegna mensile d’Israel”, LXVII (gen.-ago. 2001), pp. 265-274.

    Pellegrini, stranieri, curiali ed ebrei, in Roma medievale, a cura di A. Vauchez, Roma-Bari 2001, pp. 213-240.

    Roma e i suoi abitanti, in Roma del Rinascimento, a cura di A. Pinelli, Roma-Bari 2001, pp. 3-47.

    Un astrologo e i suoi prognostici: Bonnet de Lattes a Roma alla fine del Quattrocento (in collaborazione con M. Procaccia), in “Materia Giudaica. Rivista dell’associazione italiana per lo studio del Giudaismo”, VII/1 (2002), pp. 97-104 

    Credito, ebrei, monte di pietà a Roma tra Quattro e Cinquecento, in “Roma moderna e contemporanea”, X/3 (sett.-dic. 2002), pp. 559-582.

    Das Stereotyp des Ritualmordes in den Trientiner Prozessen und die Verehrung des “Seligen” Simone, in Ritualmord. Legenden in der europäischen Geschichte, ed. S. Buttaroni – S. Musial, Wien-Köln-Weimar 2003, pp. 131-172.

    Stranieri, forestieri ed ebrei a Viterbo nel tardo Medioevo, in Medioevo viterbese, a cura di A. Cortonesi – P. Mascioli, Viterbo –Sette Città- 2004. pp. 241-268 

    Ebrei sefarditi a Corneto-Tarquinia nel 1493, in Man tov le-man Tovah.“Una manna buona per Mantova”. Studi giudaici in onore di Vittore Colorni per il suo novantesimo compleanno, a cura di M. Perani, Firenze, Olsky editore, 2004, pp. 281-296.

    Mercanti e artigiani ebrei forestieri a Roma tra ‘400 e ‘500: prime indagini, in “Archivi e cultura”, 37 (2004 sed 2005), pp. 57-74 

    Ebrei siciliani a Roma tra Quattro e Cinquecento, in Hebraica hereditas. Studi in onore di Cesare Colafemmina, a cura di G. Lacerenza, Napoli 2005, pp. 59-66.

    Macellai e macellazione ebraica a Roma tra fine Quattrocento e inizi Cinquecento: accordi e conflitti, in “Zakhor. Rivista di storia degli ebrei d’Italia”, IX (2006), pp. 45-77.

    Le donne nei processi contro gli ebrei di Trento, in Donne nella storia degli ebrei d’Italia, Atti del IX Convegno internazionale “Italia Judaica”, Lucca, 6-9 giugno 2005, a cura di M. Luzzati e C. Galasso, Firenze 2007, pp. 125-136 (in collab. con D. Quaglioni).

    The Sephardic Communities in Rome in the Early Sixteenth Century, in “Imago Temporis. Medium Aevum”, 1 (2007), pp. 177-185.

    Gli ebrei di Roma prima del ghetto: nuovi spunti, in Monaci, ebrei, santi. Studi per Sofia Boesch Gajano, a cura di A. Volpato, Roma 2008, pp. 377-394.

    Una minoranza nella Descriptio Urbis: gli ebrei di Roma, in Vivere a Roma. Uomini e case nel primo ‘500 (dai censimenti del 1517 e 1527), a cura di A. Esposito e M.L. Lombardo, “Archivi e cultura”, 39 (2006 sed 2008), pp. 99-110.

    Un documento, una storia: Caugenua ebrea poi Angela cristiana, prima sposa poi ‘murata’ in S. Giovanni in Laterano (Roma 1537), in Scritti per Isa. Raccolta di studi offerti a Isa Lori Sanfilippo, a cura di A. Mazzon, Roma –Istituto Storico Italiano per il Medio Evo – 2008, pp. 357-368.

    Una minoranza nella Descriptio Urbis: gli ebrei di Roma, in Vivere a Roma. Uomini e case nel primo ‘500 (dai censimenti del 1517 e 1527), a cura di A. Esposito e M.L. Lombardo, “Archivi e cultura”, 39 (2006 sed 2008), pp. 99-110.

    Onomastica ebraica e storia degli ebrei: Roma tra XIV e XVI secolo, in L’onomastica di Roma. Ventotto secoli di Storia. Atti del convegno (Roma, 19-21 aprile 2007), a cura di E. Caffarelli – P. Poccetti, Roma – Società editrice romana – 2009 (Quaderni Italiani di RIOn 2), pp. 145-154.

    Gli abitanti di Trastevere nel Rinascimento (con particolare riguardo ai corsi e agli ebrei), in Trastevere. Un’analisi di lungo periodo. Atti del Convegno di studi, Roma 13-14 marzo 2008, a cura di L. Ermini Pani – C. Travaglini, Roma 2010, I, pp. 319-328 

    Gli ebrei askenaziti a Roma nel primo Rinascimento, in “Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken”, 91 (2011), pp. 249-276.

    Ebrei in giudizio: centro e periferia dello Stato pontificio nella documentazione processuale (secc. XV-XVI), in «Roma moderna e contemporanea», 19/1 (2011), pp. 11-28.

    Sefarditi a Roma all’inizio del ‘500: una nota dai testamenti, in Studi sul mondo sefardita in memoria di Aron Leoni, a cura di P.C. Ioly Zorattini, M. Luzzati, M. Sarfatti, Firenze – Olschki – 2012, pp. 35-50.

    Non solo archiatri: medici ebrei a Roma nel Rinascimento, in Medici rabbini. Momenti di storia della medicina ebraica. Atti del Convegno tenutosi presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, 22-23 settembre 2008, a cura di Myriam Silvera , Roma, Carocci editore, 2012, pp. 47-60.

    Alla corte di papi: archiatri pontifici ebrei tra ‘400 e ‘500, in Être médecin à la cour (Italie, France, Espagne, XIIIe-XVIIIe siècle), teste réunis par E. Andretta – M. Nicoud, Firenze 2013 –SISMEL- (Micrologus’ Library 52), pp. 17-32.

    Gli ebrei del Viceregno di Napoli profughi nello Stato pontificio: la situazione nel Lazio meridionale e a Roma, in 1510/2010. Cinquecentenario dell’espulsione degli ebrei dall’Italia meridionale. Atti del convegno internazionale (Napoli, Università “L’Orientale”, 22-23 novembre 2010), a cura di G. Lacerenza, Napoli – Università “L’Orientale” – 2013, pp. 45-56.

     

  • Cristiana Facchini è professore associato confermato di Storia del cristianesimo e delle chiese (M-Sto/07) presso l’Università di Bologna. Laureata in Storia del cristianesimo presso la Facoltà di Science Politiche di Bologna, dopo essersi specializzata a Oxford e Gerusalemme, ha conseguito il dottorato in Ebraistica presso l’Università di Torino, conducendo la sua ricerca in Italia, Francia, Stati Uniti e Israele e usufruendo di numerose borse di studio e fellowship. E’ stata assegnista di ricerca e professore a contratto di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Discipline storiche dell’Università di Bologna, dove ha insegnato anche Ebraico (L-OR/08).

    Ha conseguito l’idoneità di professore associato di Storia del cristianesimo e delle chiese nel gennaio del 2006 e ha preso servizio presso il Dipartimento di Discipline storiche dell’Università di Bologna nell’Ottobre del medesimo anno.

    Dal 2006-2007 ha insegnato corsi di Storia del cristianesimo, Storia dell’ebraismo, Lingua e cultura ebraica e Teoria delle religioni, per un totale di 180 ore di didattica annuali. E’ professore associato confermato dal 2010.

    E’ stata coordinatrice della Laurea Magistrale in Antropologia culturale ed etnologia dal 2010 al 2014 e ha diretto il Cisec – Centro Interdipartimentale di Scienze delle religioni dal 2010 al 2013.

    Dal 2006 al 2011 è stata membro del collegio docenti del Dottorato di Studi religiosi: scienze sociali e studi storici delle religioni; dal 2011 al 2013 è stata membro del collegio docenti del Dottorato in Storia dell’Università di Bologna, responsabile della sezione di “Scienze delle religioni”. Dal 2013 è membro del Collegio docenti del Dottorato in Storia, culture, civiltà presso il Dipartimento di Storia, culture, civiltà dell’Università di Bologna.

    Dal 2012 al 2014 è membro del Consiglio della Scuola in Lettere e Beni Culturali, e membro della commissione didattica. E’ responsabile di sette scambi Erasmus.

     

    Cristiana Facchini è stata Visiting Professor a Bielefeld all’interno del progetto di laurea magistrale binazionale BiBoG – Deutsch-Italienisches Studienprogramm Geschichte; Dorset Fellow presso l’Oxford Centre for Hebrew and Jewish Studies di Oxford e Fellow dell’Oriental Institute di Oxford; dal 2014-2015 sarà Research Fellow presso il Max Weber Kolleg dell’università di Erfurt.

    Dal 2000 al 2010 ha preso parte a numerosi progetti Prin (Progetti di ricerca di interesse nazionale). Partecipa a diversi progetti di ricerca internazionali, tra cui si segnalano: Religious Individualisation in Historical perspective (Religiöse Individualisierung in historischer Perspektive) finanziato dal DFG (Deutche Forschungsgemeinschaft) e diretto da J. Rüpke e M. Mulsow; The reception of Josephus in early modern Europe, finanziato dal ERC e diretto da M. Goodman e J. Weinberg. Appartiene al gruppo di ricerca Emodir e partecipa al progetto di ricerca Les dissidences religieuses en Europe à l’époque moderne: des constructions en mouvement.

     

    Oltre ad avere partecipato a numerosi convegni, è stata invitata, in qualità di invited speaker e keynote speaker, a prestigiosi convegni e workshops internazionali, tra cui si segnala quello della IAHR (International Association for the History of Religions) che si terrà a Erfurt nel 2015.

     

    Si occupa di storia dell’ebraismo e storia del cristianesimo, in particolare di età moderna e contemporanea, di storia dei rapporti ebraico-cristiani, di storia dell’antisemitismo e antigiudaismo e di scienze delle religioni, temi che ha affrontato in numerosi articoli e monografie.

    Tra le sue pubblicazioni si segnalano: Infamanti dicerie, EDB, Bologna, 2014 (analisi di uno dei primi testi ebraici rivolto alla critica dell’accusa del sangue), Modernity and the cities of the Jews, ed. by Cristiana Facchini, in Quest. Issues in Contemporary Jewish History 2 (2011), e Antisemitismo e chiesa cattolica in Italia (xix-xx sec.). Ricerche in corso e riflessioni storiografiche, a cura di Cristiana Facchini, Storicamente 7(2011).

     

    Cristiana Facchini è membro fondatore del CISSR (Centro Italiano di Studi Scienze delle Religioni) e socia del CUSSC (Consulta universitaria di storia del cristianesimo e delle chiese). E’ socia di AISG (Associazione italiana per lo studio del Giudaismo), SISR (Società italiana di storia delle religioni), EASR (European Association for the Study of Religions), IAHR (International Association for the History of Religions), EAJS (European Association for Jewish Studies), RSA (Renaissance Society of America), AJS (American Jewish Society) e AAR (American Academy of Religion).

     

  • POSIZIONE ATTUALE (dal 01/09/2014)

    Lecturer in Italian Studies

    Dipartimento di Italiano, School of European Languages, Culture & Society, University College London (UCL)

     

    CURRICULUM VITAE

     

    FORMAZIONE

    nov. 1996-ott. 2000 Studente presso la Scuola Normale Superiore di Pisa con borsa di studio quadriennale ottenuta per concorso.

    20/06/2001 Laurea in Storia, Università di Pisa, 110/110 e lode.

    dic. 2001 Diploma di Licenza della Scuola Normale Superiore di Pisa, 70/70 e lode.

    nov. 2001–giugno 2005 Studente di perfezionamento in Discipline Storiche, Scuola Normale Superiore di Pisa, con borsa di studio triennale.

    sett. 2002-nov. 2006 Studente di dottorato in Storia (cotutela), Université de Paris 1.

    maggio 2004 Diploma della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI).

    20/11/2006 Diploma di Perfezionamento in Discipline Storiche (equipollente al dottorato di ricerca) della Scuola Normale Superiore di Pisa, 70/70 e lode;

    Diploma di Dottorato in Storia dell’Université de Paris 1 (Panthéon-Sorbonne), mention très honorable.

    Tesi: Fare gli ebrei italiani. Linguaggi dell’integrazione (1861-1918). Relatori: Prof. Alberto M. Banti (Università di Pisa), Prof. Gilles Pécout (École Normale Supérieure).

     

     

    PREMI E RICONOSCIMENTI

    • Premio Primo Levi 2002, per tesi di laurea.
    • Premio Vinci 2002 per tesi di dottorato in cotutela Italia-Francia.
    • Finanziamento semestrale Research in Paris, Ville de Paris, bando del 2011.
    • Finanziamento per la traduzione del volume Fare gli ebrei italiani. Autorappresentazioni di una minoranza (1861-1918) (Il Mulino, 2011), Fondazione Maimonide, Milano, 2012.

     

    ABILITAZIONI

    Qualification pour la fonction de maître de conférences (CNU, France). Scadenza: 02/2017

    Abilitazione scientifica nazionale per la seconda fascia, area 11/A3, MIUR, Italia. Scadenza: 12/2017

     

     

    CONTRATTI PER ATTIVITÀ DI RICERCA PRESSO UNIVERSITÀ, FONDAZIONI O ENTI DI RICERCA ITALIANI

    ott. 2006-sett. 2007 Borsista della Fondazione Luigi Einaudi.

    genn. 2008-genn. 2010 Assegnista di ricerca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

    sett. 2011-febbr. 2013 Borsista post-doc presso la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC), Milano.

     

    PERIODI DI RICERCA O INSEGNAMENTO PRESSO UNIVERSITÀ O CENTRI DI RICERCA ESTERI E INTERNAZIONALI

    genn.-febbr. 2000 Borsista presso l’École Normale Supérieure, Paris.

    sett. 2011-febbr. 2012 Ricercatore post-doc, Institut d’Histoire Moderne et Contemporaine, IHMC (CNRS/ENS), Paris.

    ott.-dic. 2013 Helen Gartner Hammer Scholar-in-Residence (post-doc), Hadassah-Brandeis Institute, Brandeis University.

     

    PARTECIPAZIONE ALLE ATTIVITÀ DI RICERCA DI UNIVERSITÀ O ENTI DI RICERCA ITALIANI E INTERNAZIONALI

    febbr. 2007- marzo 2010 Research Associate, Department of History, Royal Holloway College, University of London.

    dic. 2013-oggi Research Associate, Hadassah-Brandeis Institute, Brandeis University.

     

    PARTECIPAZIONE A COMITATI SCIENTIFICI DI ENTI, ISTITUTI O FONDAZIONI DI RICERCA ITALIANI E INTERNAZIONALI

    2003-oggi Membro del Consiglio del Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici dell’Università di Pisa.

    dic. 2013-oggi Membro dello Academic Advisory Committee, Hadassah-Brandeis Institute, Brandeis University.

    luglio 2014-oggi Membro del Comitato Scientifico del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (MEIS)

     

    PARTECIPAZIONE AL COMITATO DI REDAZIONE DI RIVISTE SCIENTIFICHE

    Membro del comitato scientifico e redazionale di «Zakhor. Rivista di storia degli ebrei d’Italia», dal dicembre 2013.

     

    Ha svolto la funzione di REFEREE per:

    Articoli: «Quaderni Storici», «Memoria e ricerca», «Journal of Jewish Identities»; «The Italianist».

    Libri: Casa editrice Viella (2012); ETS (2014).

    Grants: Hadassah-Brandeis Institute, Brandeis University (2013).

     

    PARTECIPAZIONE A GRUPPI DI RICERCA ITALIANI E INTERNAZIONALI

    2006-2008 Membro del gruppo di ricerca internazionale Jewish Philanthropy and Social Development in Europe 1800-1930, The Rothschild Archive, Londra. Finanziatori: Hanadiv (Londra), Fritz Thyssen Stiftung (Colonia), AHRC (Bristol). Academic Advisory Committee: David Cesarani (Royal Holloway College, Londra), Rainer Liedtke (Universität Giessen), Peter Mandler (University of Cambridge), Melanie Aspey (Rothschild Archive, Londra), Victor Gray (Rothschild Archive, Londra).

    2006-2007 Membro e condirettore (con Michele Luzzati) del gruppo di ricerca Minoranze e maggioranze nella Toscana contemporanea, Università di Pisa. Finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

    2008 Membro del gruppo di ricerca Le scritture dei Normalisti. Un censimento dei diari e delle memorie nel Novecento, Scuola Normale Superiore, Fondi Giovani Ricercatori.

    2008-2009 Membro e condirettore (con Michele Luzzati) del gruppo di ricerca Legge ebraica e legge civile. Matrimoni controversi nella Livorno ebraica (XIX-XX sec.), Università di Pisa, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno.

    2008-2010 Membro del gruppo di ricerca Il lungo Ottocento e le (sue) immagini, diretto da Alberto Banti e Vinzia Fiorino, Dipartimento di Storia, Università di Pisa, fondi di ateneo.

    2013-oggi Membro del gruppo di ricerca internazionale Gender, Culture, Religion and the Law, diretto da Lisa Fishbayn Joffe, Hadassah-Brandeis Institute (Brandeis University, USA).

    2014-2016 Membro del gruppo di ricerca internazionale Gender-Nation-Emancipation. Women and Families in the Long Nineteenth Century in Italy and Germany, finanziato dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft, progettato da Ruth Natterman (Lehrstuhl für Europäische Geschichte des 19. und 20. Jahrhunderts der LMU München).

     

    PUBBLICAZIONI PRINCIPALI

     

    Libri

    1. La «Nazione ebrea» di Livorno dai privilegi all’emancipazione (1815-1860), Le Monnier, Firenze 2007.
    2. Fare gli ebrei italiani. Autorappresentazioni di una minoranza (1861-1918), Il Mulino, Bologna, 2011.

     

    In preparazione:

    (con G. Schwarz), Gli ebrei nell’Italia contemporanea (XVIII-XX), Carocci, Roma. Pubblicazione prevista per il 2015.

     

    Edizioni di fonti

    In corso di stampa:

    Gli Appunti personali di Michele Rosi e la storia del Risorgimento, Edizioni della Scuola Normale Superiore, Pisa. Pubblicazione prevista per la fine del 2014.

     

     

    Curatele

    Ebrei e nazione. Comportamenti e rappresentazioni nell’età dell’emancipazione, numero monografico di «Storia e problemi contemporanei», n. 45, a. XX, 2007.

     

    In preparazione:

    (con I. Pavan), Narrazioni e immagini dell’antisemitismo italiano (1861-1929), Viella, Roma. Pubblicazione prevista per il 2015.

     

     

    Articoli/capitoli

    1. La questione dell’emancipazione ebraica nel biennio 1847-1848: note sul caso livornese, in «Zakhor. Rivista di storia degli ebrei d’Italia», VI, 2003, pp. 67-91.
    1. La difficile nazionalizzazione degli ebrei italiani, in «Storica», IX, 25-26, 2003, pp. 209-236.
    2. Fare gli ebrei italiani: modelli di genere e integrazione nazionale, in I. Porciani (a cura di), Famiglia e nazione nel lungo Ottocento italiano. Modelli, strategie, reti di relazioni, Viella, Roma 2006, pp. 217-242.
    3. La «Nazione ebrea» di Livorno nella prima metà dell’Ottocento. Istruzione popolare e studi universitari fra rigenerazione ed integrazione, in «Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche», 13, 2006, pp. 243-260.
    4. Rappresentare se stessi tra famiglia e nazione. Il «Vessillo Israelitico» alla soglia del Novecento, in «Passato e Presente», 25, 2007, n. 70, pp. 35-58.
    5. Italiani ma ebrei: rappresentare se stessi fra famiglia e nazione. Appunti sul «Vessillo Israelitico» alla soglia del Novecento, in P. L. Bernardini, G. Luzzatto Voghera, P. Mancuso (a cura di), Gli ebrei e la destra. Nazione, stato, identità, famiglia, Aracne, Roma 2007, pp. 25-60.
    6. «Laboriose, educatrici e saggie». Sulla collaborazione femminile al «Vessillo Israelitico» all’alba del Novecento, in C. Galasso e M. Luzzati (a cura di), Donne nella storia degli ebrei d’Italia. Atti del IX Convegno internazionale «Italia Judaica», Lucca 6-9 giugno 2005, La Giuntina, Firenze 2007, pp. 403-426.
    7. Introduzione, in C. Ferrara degli Uberti (a cura di), Ebrei e nazione. Comportamenti e rappresentazioni nell’età dell’emancipazione, in «Storia e problemi contemporanei», 45, 2007, pp. 7-15.
    8. Brit milah: il patto ebraico. Fede, scienza e appartenenza nazionale, in C. Ferrara degli Uberti (a cura di), Ebrei e nazione. Comportamenti e rappresentazioni nell’età dell’emancipazione, in «Storia e problemi contemporanei», 45, 2007, pp. 57-81.
    9. Libertà di coscienza e modelli di cittadinanza nell’Italia liberale. Ebrei e comunità ebraiche nel rapporto con le istituzioni statali, in «Società e Storia», n. 118, 2007, pp. 699-724.
    10. Famiglia ed ebraismo fra fine Ottocento e primo Novecento in Italia, in Una storia del Novecento: il rabbino Dario Disegni (1878-1967), Archivio Ebraico B. e A. Terracini, Torino 2008, pp. 79-84.
    11. Livorno ebraica dal Granducato allo stato unitario: emancipazione dei singoli, perdita di autonomia della comunità, in «Nuovi Studi Livornesi», XVIII, 2011, pp. 101-117.
    12. Flaminio Servi, in F. Levi (a cura di), Gli ebrei e l’orgoglio di essere italiani. Un ampio ventaglio di posizioni fra ‘800 e primo ‘900, Torino, Silvio Zamorani Editore, 2011, pp. 61-101.
    13. Brit milah, in R. Weinstein (a cura di), Jewish Communities in the East in the Nineteenth and Twentieth Centuries. Italy, Jerusalem:Ben-Zvi Institute and Ministry of Education 2012.
    14. Gli ebrei nell’Italia contemporanea, in «Nuova Informazione Bibliografica», X, 4, 2013.
    15. Gli Appunti personali (1901-1933): una presentazione, in Atti del convegno Le carte di Michele Rosi (1864-1934). Magistero e percorsi di ricerca sul Risorgimento italiano (SNS, Pisa 2010), in «Actum Luce. Rivista di Studi Lucchesi», 2014.

    3. The “Jewish Nation” of Livorno: A Port Jewry on the Road to Emancipation, in «Jewish Culture and History», 7/1-2, 2004, Special Issue, Jews and Port Cities, 1590-1990. Commerce, Community and Cosmopolitanism, edited by D. Cesarani and G. Romain, pp. 157-170.

     

     

    CONVEGNI E SEMINARI ITALIANI

    1.     Relazione: Identità italiana/identità ebraica: la stampa periodica ebraica tra otto e novecento, Cantieri di Storia II, SISSCo Second Conference on Italian Historiography, Lecce, 25-27 settembre 2003;

    2.     Relazione al convegno Adesione, confronto e scontro dell’ebraismo italiano con la cultura politica di destra, Centre for Italian and European Studies, Boston University, Primo Levi Project, Padova, 15-16 febbraio 2005;

    3.     Relazione: Figli di due patti. Religione, scienza e patriottismo, Giornata di studio Gli ebrei in Italia nell’età dell’emancipazione: pratiche sociali e rappresentazioni, (Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici-Domus Mazziniana), Pisa, 31 maggio 2006 (organizzatore e relatore);

    1. Lezione Feuilletons ebraici nell’Italia liberale, seminario su Gli ebrei e la società mantovana dalle riforme teresiane all’età del socialismo (1779-1884) (Istituto Mantovano di Storia Contemporanea) Mantova, 13 febbraio 2009;
    2. Relatore nel panel Ruoli e funzioni delle donne nelle minoranze dal Medioevo all’età contemporanea, V Congresso della Società Italiana delle Storiche, Napoli, 28-30 gennaio 2010;
    3. Relazione: “Appunti personali” (1901-1933): per un’introduzione alla biografia intellettuale di Michele Rosi, Convegno Le carte di Michele Rosi (1864-1934). Magistero e percorsi di ricerca sul Risorgimento italiano, Scuola Normale Superiore, Pisa, 11 dicembre 2010;
    4. Relazione: La “Nazione ebrea” di Livorno dai privilegi all’emancipazione (1814-1852), Convegno L’Emancipazione ebraica in Toscana e la partecipazione degli ebrei all’Unità d’Italia, (Università di Pisa), Pisa, 28 febbraio 2011;
    5. Lezione su Flaminio Servi, nel ciclo Letture pubbliche per il centocinquantenario, (Comunità ebraica di Torino), Torino, 2 maggio 2011;
    6. Relazione: L’appartenenza alla nazione nell’autorappresentazione della stampa ebraica, Convegno Gli ebrei e l’orgoglio di essere italiani, Torino, 4 ottobre 2011.

     

     

     

    CONVEGNI E WORKSHOPS INTERNAZIONALI

    1. Relazione: The Jewish Community of Livorno on the road to emancipation, International conference Port Jews and Jewish Communities in cosmopolitan maritime trading centres ( and J. Kaplan Centre for Jewish Studies and Research University of Cape Town; AHRC Parkes Centre for the Study of Jewish/ non-Jewish Relations, University of Southampton), Cape Town, 6-8 gennaio 2003;
    2. Relazione: The Italian case: sources and problems, Workshop: Jewish Philanthropy and Social Development in Europe 1800-1930 (Royal Holloway College e Rothschild Archive), Londra 15-16 settembre 2006;
    3. Relazione: A look at recent Italian historiography on Jews and Antisemitism, relatore al Second Italian and Israeli Researchers’ Workshop, in cooperazione con l’istituto di ricerca internazionale Yad Vashem, Università di Pisa, 22-28 novembre 2007;
    4. Discussant al convegno internazionale Morfologia e storia dell’antiebraismo sociale e socialista (secoli XVIII-XX) (Università di Pisa e Université de Grenoble II), Pisa, 11 marzo 2008;
    5. Relazione: Religion, family, nation: how the Jewish minority viewed itself, Convegno internazionale The Risorgimento revisited, Italian Academy at Columbia University, New York, 11-12 aprile 2008;
    6. Relazione: The Jews of Italy from Emancipation to Fascism, Convegno internazionale Racism, war, atrocity and its aftermath in Italy, 1938-2010 (Imperial War Museum/Royal Holloway College), London, 26 settembre 2010;
    7. Relazione: Jewish self-representation in fin-de-siècle Italy: science, religion and nationalism, Italian Jewish Studies at the American Association for Italian Studies, University of Pittsburgh, 7-9 aprile 2011;
    8. Relazione: Representing Jewish Patriotism, Convegno internazionale Italy Made! Passions & Projects (UCLA, SUM, IIC at LA), Los Angeles, 17 novembre 2011;
    9. Relazione: Fratelli ebrei e fratelli italiani: una rappresentazione alla prova del sionismo, Convegno internazionale La Fraternité en actions: frères de sang, frères d’armes, frères ennemis en Italie (1820-1924) (École française de Rome, CRHIPA Université de Grenoble II, Universtié de Paris-Est Créteil, École Normale Supérieure), Roma, 10-12 maggio 2012.
    10. Relazione: Integration in the Political Sphere: Multiple Representations, Xth Congress of the European Association of Jewish Studies, Parigi, 23 luglio 2014.

     

     

    CONFERENZE E LEZIONI PRESSO UNIVERSITÀ ED ENTI DI RICERCA (su invito)

    • Université de Paris Ouest/Nanterre (Paris, Francia):

    09/02/2012, nell’ambito del seminario dottorandi condotto da Annette Becker.

    • École Normale Supérieure (Paris, Francia):

    giugno 2006, nell’ambito del seminario dottorandi condotto da Gilles Pécout.

    • École Pratique des Hautes Études (Paris, Francia):

    01/06/2012, nell’ambito del seminario dottorandi condotto da Gilles Pécout.

    • Hadassah-Brandeis Institute, Brandeis University (Waltham, MA, USA):

    04/12/2013, conferenza per lo staff;

    11/12/2013, lezione nell’ambito del seminario su Gender, Culture, Religion and the Law.

    • Center for Jewish Studies, University of California at Los Angeles (CA, USA):

    11/03/2014, nell’ambito dei Viterbi Seminars in Mediterranean Jewish Studies.

    • Tauber Institute for the Study of European Jewry, Brandeis University (Waltham, MA, USA):

    19/03/2014, su invito di ChaeRan Freeze (Department of Near Eastern and Judaic Studies).

     

     

    MEMBRO DI ASSOCIAZIONI SCIENTIFICHE

    SISSCo, Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea

    SIS, Società Italiana delle Storiche

    AJS, Association for Jewish Studies

    EAJS, European Association for Jewish Studies

    ASMI, Association for the Study of Modern Italy

     

  • Ha pubblicato saggi di storia urbana e di storia sociale in “Quaderni Storici”, “Storia Urbana”, “Società e Storia”, in volumi miscellanei, Atti di Convegni nazionali e internazionali. Studia i caratteri dell’insediamento e l’elaborazione dell’individualità, collettiva e “nazionale” di minoranze non cattoliche a Livorno e in Toscana (Armeni, Greci, Ebrei, Portoghesi nuovi cristiani) attraverso la documentazione prodotta dalle autorità statali, dai tribunali dell’Inquisizione e nelle fonti private.

     

    Membro esperto del Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici (CISE) dell’Università di Pisa, socia della Società degli storici di Storia Moderna (SISEM), della Società Storica Pisana, della Società di Demografia Storica (SIDeS), della Associazione Italiana per lo studio del giudaismo (AISG), della Associazione Livornese di Storia Lettere e Arti, è nel Comitato scientifico di “Nuovi Studi Livornesi”.

     

    Pubblicazioni sulla storia degli ebrei

     

    Libri

    Fuori dal Ghetto. Ebrei e Nuovi cristiani a Pisa e Livorno (secoli XVII_XVIII), Dipartimento di Studi storici, Università Ca’ Foscari Venezia, Torino Silvio Zamorani ed., 2008.

     

     

    Articoli:

     

    Proprietà e insediamento ebraici a Livorno dalla fine del Cinquecento alla seconda metà del Settecento, in “Quaderni Storici”, 54 “Ebrei in Italia”, 1983.

     

    Il ”prospetto delle case di Livorno” alla metà del ‘700, in “Storia Urbana, 21, 1982.

     

    Tipologia abitativa degli ebrei a Livorno nel Seicento,

    Atti del Convegno internazionale “ La “nazione ebrea di Livorno fra Italia, Levante e Africa del Nord” in “La rassegna Mensile di Israel, III s., voll 9-12, 1984.

     

    Le “Livornine” del 1591 e del 1593, Livorno 1987

     

    Per la storia dell’insediamento ebraico nella Pisa del Seicento in “Critica Storica”, 1987-1.

     

    Le case degli ebrei a Livorno: interni domestici del Seicento e del Settecento in La nazione Ebrea di Livorno. Itinerari di vita, catalogo della mostra, Livorno 1991

     

    Urban Forms of Jewsh settlement in Tuscan Cities (Florence, Pisa, Leghorn) during 17th Century, “Tenth World Cogress of Jewish Studies” Jerusalem, August 16-24 1989, in Papers in Jewsh Demography ed. U.O. Schmelz –S. della Pergola, Jerusalem 1993.

     

    Livorno 1676: la città e il porto franco, in La Toscana nell’età di Cosimo III, Atti del convegno, Pisa – San Domenico Fiesole 4-5 giugno 1990, a cura di F. Angiolini, V. Becagli, M. Verga, Firenze 1993, pp. 45-66.

     

    Gli ebrei, il principe e L’Inquisizione. In Appendice Privilegio di Cosimo I ai “portoghesi” (1549), in M. Luzzati (a cura), L’Inquisizione e gli ebrei in Italia, Roma- Bari, 1994.

    L’insediamento ebraico a Livorno dalle origini all’emancipazione, in Le tre Sinagoghe. Edifici di culto e vita ebraica a Livorno dal Seicento al Novecento, a cura di M. Luzzati, Livorno-Torino, 1995.

     

    Ebrei a Pisa fra Cinquecento e Settecento in M. Luzzati (a cura), Gli Ebrei di Pisa (secoli IX-XX), Atti del Convegno internazionale Pisa, 3-4 ottobre 1994, Pisa 1998.

     

    Gli ebrei toscani dalla città alla campagna, in Town and Country: historiographical traditions and research propspects, a cura di A. K. Isaacs, Colloquium in History Università di Pisa- Università di Leicester, Pisa 1999.

    Per la storia dell’insediamento degli armeni a Livorno nel Seicento, in Gli armeni lungo le strade d’Italia, atti del Convegno internazionale (Torino, Genova, Livorno, 8-11 marzo 1997), Pisa- Roma, 1999.

    Gli Armeni a Livorno, contributo per la mostra “Roma-Armenia, Salone Sistino, Biblioteca Apostolica Vaticana, 25 marzo-16 luglio 1999, Catalogo Ed. De Luca, Roma, 1999.

     

     

    Alle radici di una identità composita. La “nazione” greca a Livorno, in Le Iconostasi di Livorno, contributo per la mostra, Livorno 7 aprile-24 giugno, Catalogo Pacini- Comune di Livorno, 2001.

    Cristiani nuovi e nuovi ebrei in Toscana fra Cinque e Seicento. Legittimazioni e percorsi individuali, in P.C. Ioly Zorattini (a cura) L’identità dissimulata. Giudaizzanti iberici nell’Europa Cristiana dell’età moderna, Olschki Firenze, 2000.

     

    Il bagno delle galere in “terra cristiana”. Schiavi a Livorno nel Seicento, Atti del convegno “I trinitari, 800 anni di liberazione. Schiavi e schiavitù a Livorno e nel Mediterarneo”,Livorno 3 dicembre 1999. in “Nuovi studi Livornesi” VIII (2000), pp.69-94.

    Amore e matrimonio: storie di donne a Livorno fra Sei e Settecento, in O. Vaccari (a cura), Donne livornesi, Livorno, 2001.

     

    Reti toscane e reti internazionali degli ebrei di Livorno nel Seicento, contributo presentato il 31 ottobre 2001 al Workshop Commercial netwoks in the Early modern world, a cura di D. Ramada Curto – A. Molho, Istituto Universitario Europeo, Fiesole- Firenze (EUI) Dipartimento di Storia e Civilizzazione, pubblicato in “EUI Working Papers”, European University Institute, Fiesole, Firenze, 2002 e con alcune modifiche in “Zakhor. Rivista degli Ebrei D’Italia”, VI/2003, pp. 93-116.

     

    Ebrei a Pisa e Livorno fra Inquisizione e garanzie granducali, Accademia Nazionale dei Lincei, Le inquisizioni cristiane e gli ebrei, Tavola rotonda nell’ambito della conferenza annuale della ricerca, a cura di A. Prosperi, Roma 20-21 dicembre 2001, in “Atti dei Convegni Lincei”, 191 Le Inquisizioni cristiane e gli ebrei” , Roma Accademia Nazionale Dei Lincei, 2003, pp. 253-295.

     

     

    Gli ebrei nel Tribunale del governatore di Livorno tra Sei e Settecento,

    contributo per il Convegno internazionale <>VIII , Barletta – Trani, 8-11 giugno 2003.

     

     

     

    Case e proprietari di Livorno nel Seicento, paper presentato al Workshop Il valore dello spazio urbano. Proprietari e inquilini tra Antico regime e Unità d’Italia, a cura di G. Delille, , Istituto Universitario Europeo, Fiesole- Firenze (EUI) Dipartimento di Storia e Civilizzazione, pubblicato in “Quaderni Storici”, 113, 2003 nella sezione monografica su “Proprietari e inquilini” a cura di G. Delille e R. Ago.

     

    Ha curato insieme ad Olimpia Vaccari il volume Sul filo della scrittura. Fonti e temi per la storia delle donne a Livorno, ed. Plus Pisa. 2005

     

    Ritratti di donne dai processi dell’Inquisizione: Rachele e Antonia portoghesi, Caterina schiava morisca e Sara Nunez “donna e Rabina”, in Sul filo della scrittura, cit.

     

    Stereotipi, ruolo economico e insediamento degli ebrei nelle fonti statali ed ecclesiastiche del granducato di Toscana (secoli XVII-XVIII).

    Contributo per il XVIII Convegno internazionale dell’AISG, Cividale del Friuli. 7-9 settembre 2004.

    Lo sviluppo di una città portuale :Livorno, 1575-1720, in Folin M. (ed.), Sistole/Diastole. Episodi di trasformazione urbana nell’Italia delle città, Venezia 2006, pp. 271-333.

     

    Percorsi di conversione di ebrei nella Livorno del Seicento, in “Nuovi Studi Livornesi” per i 400 anni di Livorno Città, XIII, 2006, pp. 137-171.

     

    Sul battesimo dei bambini ebrei. Il caso di Livorno, in A. Prosperi ( a cura di), Salvezza delle anime disciplina dei corpi. Un seminario sulla storia del battesimo, Pisa 2006, pp.449-482.

     

    Voce Livorno e Livornine in Dizionario storico dell’Inquisizione diretto da Adriano Prosperi con la collaborazione di V. Lavenia e J. Tedeschi, Pisa, edizioni della Normale, 2010, vol. II.

     

    “Vivere nella sua Legge”: Phelipe alias Philotheo Montalto da Firenze a Venezia, da Parigi ad Amsterdam. Nuovi documenti. In corso di stampa.

     

     

    I Supino tra Pisa e Livorno nel Seicento contributo per gli Atti del Convegno di Studi, Pisa l 26 e 27 maggio 2014 : Una “dinastia” di ebrei pisani fra mercatura, arte, politica e diritto (secc.XVI-XX).

     

  • Cv Meghnagi

  • Su designazione dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

    Bice Migliau (Genova 19–) ha conseguito nel 1971 la laurea cum laude in Filosofia e Storia presso l’Università di Genova.

    Nel 1973 ha ideato e creato per la Comunità Ebraica di Roma il Centro di Cultura Ebraica, primo servizio culturale in ambito ebraico specializzato nell’educazione informale degli adulti, avente lo scopo di diffondere e far conoscere la cultura ebraica a Roma e in Italia. Del Centro, di cui è stata direttore dal 1973 al 2009, ha sviluppato nel tempo le attività di valorizzazione del patrimonio di storia, cultura e tradizioni della Comunità di Roma, organizzate in collaborazione con enti nazionali e locali, offrendo al pubblico l’occasione di confrontarsi con aspetti talvolta meno noti della presenza e della vita ebraica, e ne ha contemporaneamente costituito il settore di biblioteca (12.000 volumi) e di documentazione.

    Negli anni ’80 e ’90 ha frequentato numerosi corsi internazionali di aggiornamento e di management organizzati dall’Associazione dei Centri Comunitari Europei del Consiglio Europeo delle Comunità Ebraiche.

    Dal 1999 al 2008 è stata referente per la Comunità Ebraica di Roma presso il Tavolo Interreligioso dell’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma, coordinando annualmente, insieme ai rappresentanti delle altre comunità religiose, interventi nelle scuole, tavole rotonde e corsi di aggiornamento insegnanti a livello cittadino.

    Nel 2009 ha svolto lo stesso compito presso la Provincia di Roma.

    Dal 2000 al 2005 ha fatto parte del Comitato tecnico-scientifico per la progettazione e l’allestimento del nuovo Museo Ebraico di Roma.

    Dal 2000 al 2009 è stata referente scientifico dell’attività del Progetto Memoria, sorto in collaborazione tra il Centro di Cultura Ebraica e la Fondazione CDEC di Milano, che coordina tutte le richieste di intervento da parte di scuole o associazioni per l’Italia centrale e meridionale e organizza annualmente corsi di aggiornamento insegnanti sulla storia del periodo che va dalle leggi razziali del 1938 alla Shoà.

    Dal 1997 al 2011 ha partecipato all’organizzazione ed è intervenuta ai corsi di aggiornamento insegnanti sui vari aspetti della cultura ebraica e sul tema della Shoà, promossi dalla FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti Medi).

    Ha pubblicato ricerche e saggi storico-urbanistici sul ghetto di Roma, tra cui Il “risanamento” del ghetto. Le vicende dell’edificio delle Cinque Scole, in Roma Capitale 1870-1911. Architettura e Urbanistica, Marsilio, 1984; Nuove prospettive di studio sulle Cinque Scole del ghetto di Roma: l’identificazione e il recupero dell’aròn di Scola Catalana, in “Enoch”, XII, 2, 1990; Il significato dell’edificio delle Cinque Scole, in C. Benocci, E. Guidoni (a cura di), Il ghetto. Atlante storico delle città d’Italia, Bonsignori, 1993.

    Ha pubblicato libri di storia e cultura ebraica: con Franca Tagliacozzo, Gli ebrei nella storia e nella società contemporanea, La Nuova Italia, 1993; con Micaela Procaccia, Lazio. Itinerari ebraici, Marsilio 1997; ha curato il repertorio bibliografico La cultura ebraica nell’editoria italiana (1955-1990), Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, 1992. Insieme a Mario Toscano, Gianni Ascarelli e Daniela Di Castro ha curato il volume del Centenario Il Tempio Maggiore di Roma, Allemandi 2004. Ha curato inoltre il volume Il Circolo Weizmann. Identità e cultura nella vita della Comunità Ebraica di Roma, Roma, 2009. Insieme a Massimo Di Gioacchino ha contribuito al volume della “Rassegna Mensile di Israel” per i 150 anni dell’Unità d’Italia con un Percorso per immagini tra storia e memoria, 2011.

    E’ stata curatrice di numerose mostre tra cui quella per il Centenario Il Tempio Maggiore di Roma (2004), La Brigata Ebraica in Italia 1943-1945 e relativo catalogo, esposta oltre che a Roma, ai Musei ebraici di Genova e Bologna, al Museo della Battaglia del Senio di Alfonsine, alla Comunità Ebraica di Livorno e alla Biblioteca Comunale di Siena (2003-2014).

    E’ membro del Comitato scientifico del MEIS, di quello di Zakhor, rivista di storia degli ebrei d’Italia (nuova serie), di cui ha curato il coordinamento redazionale (1997-2007) e del Comitato organizzativo dell’Associazione Arte in memoria.

     

  • Cv Perani (pdf, 456 Kb)

     

  • Su designazione dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane
    Coordinatore del Comitato Scientifico

    Specializzato nella storia degli ebrei nell’età contemporanea in Italia, in particolare nella storia degli ebrei in Italia nel periodo fascista e sotto la persecuzione.

    Direttore dal 2002 della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC, Milano (www.cdec.it).

    Direttore dal 2010 della rivista digitale “Quest. Issues in Contemporary Jewish History. Journal of Fondazione CDEC” (www.quest-cdecjournal.it).

    Dal 2007-2008 tiene un Laboratorio di “Storia della Shoah” all’Università Statale di Milano, nell’ambito dei programmi del Centro di Judaica Goren-Goldstein.

     

    PRINCIPALI LIBRI E SAGGI

    Cura e prefazione di: Giulio Supino, Diario della guerra che non ho combattuto. Un italiano ebreo tra persecuzione e Resistenza, a cura di Michele Sarfatti, Aska, Firenze 2014, pp. 7-19.

    Con Anna Sarfatti, L’albero della memoria. La Shoah raccontata ai bambini, Mondadori, Milano 2013.

    L’evacuazione nel 1943 da Salonicco degli ultimi ebrei italiani e degli ebrei italiani ‘provvisori’: contesto, questioni e numeri, in: Pier Cesare Ioly Zorattini, Michele Luzzati, Michele Sarfatti (a cura di), Studi sul mondo sefardita – in memoria di Aron Leoni, Leo S. Olschki Editore, Firenze 2012, pp. 251-276.

    Autochthoner Antisemitismus oder Übernahme des deutschen Modells? Die Judenverfolgung im faschistischen Italien, in: Lutz Klinkhammer, Amedeo Osti Guerrazzi, Thomas Schlemmer (hrsg.), Die “Achse” im Krieg. Politik, Ideologie und Kriegführung 1939–1945, Schöningh, Paderborn 2010, pp. 231–43.

    Cura, con Laura Brazzo, di: Gli ebrei in Albania sotto il fascismo. Una storia da ricostruire, Giuntina, Firenze 2010; e stesura di: La condizione degli ebrei in Albania fra il 1938 e il 1943. Il quadro generale, pp. 125–51.

    Tra uccisione e protezione. I rifugiati ebrei in Kosovo nel marzo 1942 e le autorità tedesche, italiane e albanesi, in: “La rassegna mensile di Israel”, v. LXXVII, n. 3 (settembre-dicembre 2010), pp. 223-242.

    Cura di: fascicolo monografico de “La rassegna mensile di Israel” in occasione del 70° anniversario dell’emanazione della legislazione antiebraica fascista, v. LXXIII, n. 2 (maggio-agosto 2007).

    Cura di: La Repubblica sociale a Desenzano: Giovanni Preziosi e l’Ispettorato generale per la razza, Giuntina, Firenze 2008; e stesura di: Le leggi antiebraiche proposte nel 1944 da Giovanni Preziosi, pp. 141-171.

    Gli ebrei nell’Italia fascista. Vicende, identità, persecuzione, nuova ed., Einaudi, Torino 2007 [1° ed. 2000]; The Jews in Mussolini’s Italy. From Equality to Persecution, traduzione di John e Anne C. Tedeschi, Wisconsin University Press, Madison 2006; Die Juden im faschistischen Italien. Geschichte, Identität, Verfolgung, traduzione di Thomas Vormbaum, Loredana Melissari, De Gruyter, Berlin, 2014.

    La Shoah in Italia. La persecuzione degli ebrei sotto il fascismo, Einaudi, Torino 2005.

    A zsidok deportalasa Olaszorszagban, 1943–1945: a Magyar zsidok sorsa, in: Judit Molnar (szerk.), A Holokauszt Magyarorszagon Europai perspektivaban, Balassi Kiado, Budapest 2005, pp. 100–110.

    La Storia della persecuzione antiebraica di Renzo De Felice: contesto, dimensione cronologica e fonti, in: “Qualestoria”, a. XXXII, n. 2 (dicembre 2004), pp. 11–27.

    Cura, con Valeria Galimi, Alessandra Minerbi, Liliana Picciotto, di: Dalle leggi antiebraiche alla shoah. Sette anni di storia italiana 1938-1945, Skira, Milano 2004.

    Le leggi antiebraiche spiegate agli italiani di oggi, Einaudi, Torino 2002.

    Cura di: Il ritorno alla vita: vicende e diritti degli ebrei in Italia dopo la seconda guerra mondiale, Giuntina, Firenze 1998.

    Fascist Italy and German Jews in south-eastern France in July 1943, traduzione di Loredana Melissari, in: “Journal of Modern Italian Studies”, v. 3, n. 3 (fall 1998), pp. 318–28.

    Mussolini contro gli ebrei. Cronaca dell’elaborazione delle leggi del 1938, Zamorani, Torino 1994.

    Cura di: 1938 le leggi contro gli ebrei, fascicolo monografico de “La rassegna mensile di Israel”, v. LIV, n. 1-2 (gennaio-agosto 1988), e realizzazione dei saggi: Documenti della legislazione antiebraica. I testi delle leggi e Bibliografia per lo studio delle persecuzioni antiebraiche in Italia.

    La nascita del moderno pacifismo democratico ed il Congrés International de la Paix di Ginevra nel 1867, ed. Comune di Milano, Milano 1983 (il saggio ha ricevuto, ex-aequo, il Premio Internazionale Nuova Antologia 1981 per gli studi storici, sezione ‘opera prima’).

    Gaddo e gli altri ‘svizzeri’. Storie della Resistenza in Valle d’Aosta, Istituto storico della Resistenza in Valle d’Aosta, Aosta 1981.

     

  • LAURA GRAZIANI, nata a Ferrara il giorno 11 novembre 19—

    • titoli conseguiti:

    – diploma di maturità presso il Liceo Classico L. Ariosto di Ferrara, nel 1972;

    – laurea in Architettura con la votazione di 110 e lode /110, presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, il 20 dicembre 1977;

    – abilitazione alla libera professione di Architetto, presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, nel 1978;

    – abilitazione all’insegnamento della disciplina: Educazione nella Scuola Media, conseguita nel 1984;

    – abilitazione all’insegnamento della disciplina: Costruzioni, Tecnologia dei materiali e Disegno tecnico negli Istituti Tecnici per Geometri, conseguita nel 1995.

    – socio Associazione Italiana Studi Giudaismo;

    – socio Associazione per la storia degli ebrei nel Lazio e nei territori dell’ex Stato della Chiesa;

    – membro dell’Accademia delle Scienze di Ferrara.

     

    • attività professionale:

    – esercizio della libera professione di Architetto per 4 anni (nello studio dell’ing. Gian Paolo Sarti) e dipendente di studio di ingegneria per 3 anni (nello studio dell’ing. Serafino Monini);

    – insegnante di ruolo per l’insegnamento di Educazione Tecnica nella Scuola Media dall’a.s. 1984-’85 all’a.s. 2006-‘07;

    – archivista presso l’Archivio di Stato di Ferrara, dal 1° settembre 2007;

     

    • temi di studio e di ricerca:

    – insediamento della comunità ebraica ferrarese; struttura urbanistica abitativa del ghetto di Ferrara;

    – storia dell’architettura e dell’urbanistica di Ferrara.

     

    • pubblicazioni:

    I prestatori. I banchi di pegno e le famiglie ebraiche a Ferrara e nella politica estense, in ‘Ferrara – Voci di una città’, n. 12, giugno 2000, pp. 18-24;

    Come Giuseppe Agnelli cambiò l’aspetto delle facciate ai nn.cc. 18-36 di via Mazzini, in ‘Studi-Ricerche – Cronaca di un centenario’, ‘Bollettino della Ferrariae Decus’ n. 23, 31 dicembre 2006, pp. 57-112;

    La comunità ebraica a Ferrara: momenti di ostilità e prevaricazione, in Quaderni dell’Archivio di Stato N. 4: Ferrara e la Comunità ebraica: aspetti pubblici e privati nelle fonti dal 300 alla Shoah, Ferrara 2009.

    – L. G. S. – Silvia Superbi, Il cimitero ebraico del Sesto di San Romano: prime riflessioni, in ‘Analecta Pomposiana’, XXXIV, 2009, pp. 171-251; url: http://fermi.univr.it/rm/biblioteca/scaffale/Download/Autori_G/RM-GrazianiSecchieri-Superbi-Cimitero.pdf

    Gioco della racchetta a Ferrara tra manifestazioni cavalleresche, rappresentazioni teatrali ed attività economiche, in Atti dell’Accademia delle Scienze di Ferrara, vol. 88, a.a. 188, 2010-2011, pp. 99-128.

    Il cimitero ebraico del Sesto di San Romano. Un nuovo tassello nel mosaico della storia di Ferrara e della sua comunità ebraica, in ‘Ferrara – Voci di una città’ n. 35, dicembre 2011, pp. 27-31;

    Le case dei sefarditi. Per una topografia dell’insediamento ebraico di Ferrara alla metà del Cinquecento, in Studi sul mondo sefardita in memoria di Aron Leoni, a cura di P. C. Ioly Zorattini, M. Luzzati e M. Sarfatti, Firenze 2012, pp. 69-99;

    La presenza ebraica a Ferrara e Un percorso nella vita ebraica dal XIII al XIX secolo nei documenti dell’Archivio di Stato di Ferrara, in Ebrei a Ferrara (XIII-XX sec.). Vita quotiadina, socialità, cultura, a cura di G. Caniatti e L. Graziani Secchieri, Ministero per i Beni e le Attività culturali – Soprintendenza Archivistica per l’Emilia-Romagna, Ferrara 2012, pp. 5-7 e 9-12.

    Ebrei italiani, askenaziti e sefarditi a Ferrara: un’analisi topografica dell’insediamento e delle sue trasformazioni (secoli XIII-XVI), in Gli ebrei nello Stato della Chiesa. Insediamenti e mobilità (secoli XIV-XVII), a cura di M. Caffiero – A. Esposito, Roma 2012, pp. 151-178.

    Il Liber Iudeorum Defunctorum della Comunità Israelitica di Ferrara e le sue integrazioni (1730-1800), in «Materia giudaica – Rivista dell’associazione italiana per lo studio del giudaismo» XVII-XVIII (2012-2013), Atti del convegno internazionale I tesori della morte Antropologia, concezioni e rituali nell’ebraismo (Ravenna 9-11 settembre 2012) a cura di M. Perani – M. Del Bianco – P. C. Ioly Zorattini, pp. 35-77.

    Una chiesa incompiuta e una casa irriconoscibile: le vicende infauste del complesso dei Teatini a Ferrara, in Atti dell’Accademia delle Scienze di Ferrara, vol. 90, a.a. 190, 2012-2013, pp. 93-146.

    – “In casa d’Amadio Sacerdoti Mondovì: lui medesimo d’anni 35”. Il censimento del ghetto di Ferrara del 1692, in Ebrei a Ferrara Ebrei di Ferrara. Aspetti culturali, economici e sociali della presenza ebraica a Ferrara (secc. XIII-XX), a cura di L. Graziani Secchieri, Atti del Convegno internazionale di studi (Ferrara, 3-4 ottobre 2013), Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, Giuntina, Firenze 2014, pp. 95-147.

     

    • Cura editoriale:

    – revisione dei testi, correzione delle bozze, preparazione degli indici ed introduzione del volume (postumo) di Adriano Franceschini: ‘Presenza ebraica a Ferrara – Testimonianze archivistiche fino al 1492’, Olschki, Firenze 2007;

    – Aron di Leone Leoni, La Nazione Ebraica Spagnola e Portoghese di Ferrara (1492-1559). I suoi rapporti col governo ducale e la popolazione locale e i suoi legami con le Nazioni Portoghesi di Ancona, Pesaro e Venezia, a cura di L. Graziani Secchieri, Olschki, Firenze 2011;      

    – Ebrei a Ferrara (XIII-XX sec.). Vita quotidiana, socialità, cultura, a cura di G. Caniatti e L. Graziani Secchieri, Ministero per i Beni e le Attività culturali – Soprintendenza Archivistica per l’Emilia-Romagna, Ferrara 2012;

    Ebrei a Ferrara Ebrei di Ferrara. Rapporti tra istituzioni ed ebrei dal medioevo all’emancipazione, catalogo della mostra dal Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah in collaborazione con l’Archivio di Stato di Ferrara (Ferrara, Palazzina MEIS, 3 ottobre 2013 – 6 gennaio 2014);

    Ebrei a Ferrara Ebrei di Ferrara. Aspetti culturali, economici e sociali della presenza ebraica a Ferrara (secc. XIII-XX), a cura di L. Graziani Secchieri, Atti del Convegno internazionale di studi (Ferrara, 3-4 ottobre 2013), Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, Giuntina, Firenze 2014.

     

    • Interventi, relazioni e mostre:

    – 25 febbraio 1998, nell’ambito della Settimana di sensibilizzazione alla Cultura Ebraica presso la Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea di Ferrara, insieme al Rabbino capo di Ferrara Luciano Caro, all’architetto Giancarlo Martinoni ed allo scrittore Gianfranco Rossi, incontro sul tema: Immagini di città, cultura e storia ebraica;

    – due relazioni (una più propriamente sulla storia della presenza ebraica a Ferrara, l’altra sull’edilizia nel ghetto di Ferrara e Cento, oltre che sui maggiori ingegneri ed architetti ebrei ferraresi) nell’ambito del ciclo organizzato dall’associazione degli Amici dei Musei Ferraresi in collaborazione con la Comunità ebraica di Ferrara, ciclo tenuto nella Sala dei Comuni di Castello Estense fra dicembre 2005 e gennaio 2006;

    – nell’ambito delle commemorazioni del Giorno della Memoria 2008, relazione dal titolo: Ferrara e la Comunità ebraica: aspetti pubblici e privati nelle fonti dal ‘300 alla Shoah, presso l’Archivio di Stato di Ferrara;

    – nell’ambito delle commemorazioni del Giorno della Memoria 2010, relazione dal titolo: Leone Leoni, Rabbino galantuomo, presso l’Archivio di Stato di Ferrara;

    – nell’ambito delle commemorazioni del Giorno della Memoria 2011, relazione dal titolo: La persecuzione della proprietà e delle attività industriali ebraiche attraverso la legislazione, presso l’Archivio di Stato di Ferrara.

    – in occasione della XIV edizione della Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, relazione introduttiva alla mostra: Ebrei a Ferrara (XIII – XX sec.). Vita quotidiana, socialità, cultura nei documenti dell’Archivio di Stato di Ferrara a cura di Laura Graziani Secchieri (XIII-XIX) e Davide Guarnieri (XX sec.), presso l’Archivio di Stato di Ferrara;

    – in occasione dell’apertura straordinaria dell’ASFe per la terza Festa del libro ebraico a Ferrara, relazione: Luoghi ebraici della presenza ebraica a Ferrara (XIII-XIX sec.), presso l’Archivio di Stato di Ferrara.

    al convegno internazionale AISG I tesori della morte Antropologia, concezioni e rituali nell’ebraismo (Ravenna 9-11 settembre 2012), relazione: Il Liber Iudeorum Defunctorum della Comunità Israelitica di Ferrara e le sue integrazioni (1730-1800).

    – allestimento della mostra Ebrei a Ferrara Ebrei di Ferrara. Rapporti tra istituzioni ed ebrei dal medioevo all’emancipazione, organizzato dal Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah in collaborazione con l’Archivio di Stato di Ferrara (Ferrara, Palazzina MEIS, 3 ottobre 2013 – 6 gennaio 2014) e curatela del relativo catalogo;

    – organizzazione del Convegno internazionale di studi Ebrei a Ferrara Ebrei di Ferrara. Aspetti culturali, economici e sociali della presenza ebraica a Ferrara(secc. XIII-XX), organizzato dal Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah in collaborazione con l’Archivio di Stato di Ferrara (Ferrara, 3-4 ottobre 2013, Museo di Casa Romei);

    al convegno internazionale MEIS-ASFe Ebrei a Ferrara Ebrei di Ferrara. Aspetti culturali, economici e sociali della presenza ebraica a Ferrara (secc. XIII-XX), (Ferrara, 3-4 ottobre 2013), relazione: “In casa d’Amadio Sacerdoti Mondovì: lui medesimo d’anni 35”. Il censimento del ghetto di Ferrara del 1692.

    – in occasione della Festa del libro ebraico in Italia 2014 nell’ambito nell’iniziativa Cento e gli ebrei, relazione: Il ghetto: spazio osmotico di network, cultura e matrimoni, presso il Comune di Cento, Casa Pannini.

     

  • Myriam Silvera è docente di Storia e Cultura degli ebrei in Età moderna presso l’Università di Roma “Tor Vergata”; ha per diversi anni insegnato  Storia dell’Ebraismo presso” Sapienza”, Università di Roma e Storia del Pensiero ebraico presso l’Università Federico II di Napoli.  Coordina il Diploma Universitario Triennale in Studi ebraici e il Master in “Cultura ebraica e Comunicazione”, programmi didattici entrambi a cura dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.  Laureatasi in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, ha conseguito un primo dottorato in “Storia Religiosa” presso  “Sapienza” Università di Roma, (1992) e  un secondo in Lettere presso la Katholieke Universiteit di Nijmegen. Dal 2001 al 2005 ha lavorato all’Università di Ginevra come assistente presso la Facoltà di Teologia. Tra i suoi lavori Jacques Basnage, Corrispondenza da Rotterdam, 1685-1709,  APA-Holland University Press 2000 e Isaac Orobio de Castro, Prevenciones Divinas contra la vana idolatria de las Gentes, volume I,  Olschki 2013.Fa parte del Comitato direttivo della rivista “La Rassegna Mensile di Israel”, di cui per un ventennio ha assicurato la cura editoriale. È consulente delle collane di studi ebraici dell’editore Champion e della casa editrice Brill. Si occupa attualmente dello studio dei manoscritti in lingua spagnola prodotti nella Amsterdam ebraica dei tempi di Spinoza.

     

  • Francesca Sofia ha conseguito nel 1980 la laurea cum laude in Lettere presso l’Università di Roma. Vincitrice di un concorso per ricercatore di Storia del diritto italiano presso la Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università di Roma nel settembre 1983, dal 1992 al 2002 è stato professore associato di Storia delle istituzioni politiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Bologna, nel giugno 2002 è risulta idonea al concorso per professore ordinario ed è stata chiamata dalla stessa Facoltà di Lettere e Filosofia a ricoprire il ruolo dall’ottobre 2002.

    Dal 2010 ad oggi insegna anche Storia dell’ebraismo.

    Presidente del CdL triennale in Storia dal 2004 al 2007, presidente della CdL Specialistica in Storia d’Europa nel 2007, presidente del CdL Magistrale in Scienze storiche dal 2008 al 2012, attualmente è presidente della Commissione didattica del Dipartimento di storia, culture, civiltà e coordinatrice del Corso integrato Storia e civiltà comparate dell’Università di Bologna e dell’Université Paris Denis Diderot – Paris 7 (presso la medesima università è stata visiting professor nel 2008).

    Dal 2008 è direttore scientifico dell’Associazione di studi sismondiani e in tale veste è una delle organizzatrici dei Colloques de Coppet quinquennali. Collabora (per l’Italia) all‘Handbuch der europäischen Verfassungsgeschichte im 19. Jahrhundert, pubblicato dalla Friedrich-Ebert-Stiftung di Bonn.

    Fa parte dei comitati scientifici delle riviste “Società e storia”, “Quest” e “Mondo contemporaneo. Rivista di storia”. E’ direttore della collana Mnemosyne presso l’editore Aracne di Roma.

    I suoi interessi scientifici vertono su 1) J.C.L. Simonde de Sismondi e il gruppo di Coppet ; 2) l’ebraismo nel XIX secolo; 3) la pubblica amministrazione in epoca napoleonica; 4) gli enti pubblici in Italia nel Novecento.

    Tra le sue recenti pubblicazioni relative alla storia dell’ebraismo : Juifs du Risorgimento et Risorgimento des Juifs, in Traces de l’autre. Mythes de l’antiquité et Peuple du Livre dans la construction des nations méditerranéennes, sous la direction de J. Boulad-Ayoub et G.M. Cazzaniga, Pise-Paris, Ets-Vrin, 2004, pp. 109-122 ; Le fonti bibliche nel primato italiano di Gioberti, “Società e storia”, n. 106, 2004, pp. 747-762; Gli ebrei risorgimentali fra tradizione biblica, libera muratoria e nazione, in Storia d’Italia. Annale 21: La massoneria, a cura di G.M. Cazzaniga, Torino, Einaudi, 2006, pp. 244-265; Esodi e profezie. In margine ad emancipazione sociale e processo risorgimentale, in Ebrei e nazione. Comportamenti e rappresentazioni nell’età dell’emancipazione, a cura di C. Ferrara degli Uberti e D. Menozzi (“Storia e problemi contemporanei”, n.45, 2007), pp. 83-95; Il tema del confronto e dell’inclusione. Il Sinedrio napoleonico, in Le religioni e il mondo moderno, II, Ebraismo, a cura di D. Bidussa e G. Filoramo, Torino, Einaudi, 2008, pp. 103-124; The promised land: biblical themes in the Risorgimento, “Journal of Modern Italian Studies”, 2012, n. 17, pp. 574-588; Cultura ebraica e Risorgimento italiano, “Filosofia e teologia”, 2012, n.3, pp. 535-549; L’identificazione dell’Italia oppressa con l’oppresso Israele, in Dalla Bibbia al Nabucco, a cura di P. Stefani, Brescia, Morcelliana, 2014, pp. 9-40.

     

Atto di nomina:
Estratto del verbale n. 33_ nomina del Comitato Scientifico Allargato (pdf)

Scadenza mandato: 29 novembre 2015.

COMITATO SCIENTIFICO RISTRETTO

  • Roberto Della Rocca è nato a Roma il 12.08.19–. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma, ha conseguito la laurea rabbinica presso il Collegio Rabbinico Italiano a Roma sotto la guida del rabbino prof. Elio Toaff. Nel 1991 è stato Rabbino ad Ancona. Dal 1992 al 2001 è stato Rabbino Capo della Comunità ebraica di Venezia. Dal 1994 al 2000 è stato membro della Consulta Rabbinica Italiana e del Consiglio dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane. Dal 2002 al 2005 è stato Vice Presidente dell’Assemblea dei Rabbini d’Italia. Dal 2001 è Direttore del Dipartimento Educazione e Cultura dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Ha insegnato Talmùd e Pensiero Ebraico presso il Collegio rabbinico italiano e presso il Corso di Laurea in Studi Ebraici dell’Ucei. È autore di vari saggi e articoli nel campo della divulgazione della cultura ebraica e ha tenuto corsi di cultura ebraica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Venezia, la Facoltà di Filosofia ebraica dell’Università Statale di Milano e l’Università Pontificia Lateranense a Roma. Dal 2012 vive a Milano dove dirige  il progetto culturale Kesher per la Comunità Ebraica. È inoltre membro del comitato scientifico del MEIS e del comitato scientifico del CDEC

  • Nel 2003 si è laureata in Lettere all’Università di Roma “La Sapienza”, discutendo una tesi in Antichità e istituzioni medievali dal titolo “Alle soglie del ghetto: ebrei ed istituzioni ebraiche attraverso i registri dei Notai Ebrei (1550-1556)” (rel. Anna Esposito, correlatore Anna Foa); successivamente, nel 2007, ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia moderna nel dottorato Società, politica e culture dal tardo medioevo all’età contemporanea presso il Dipartimento di storia moderna e contemporanea dell’Università di Roma “La Sapienza” (tutor M. Caffiero). E’archivista diplomata alla Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Roma (2001), presso cui ha svolto servizio di volontariato procedendo alla schedatura analitica del fondo “Cam. III/Roma città e comune” e redigendo, poi, il relativo inventario. Dopo il dottorato ha conseguito attestati di master (Master in euro progettazione “Programmazione, finanziamenti e progettazione culturale tra creatività e innovazione, organizzato dall’Istituto Luigi Sturzo di Roma e incentrato sul VII FP (2007-2013) e “Conservazione digitale” organizzato nell’ambito del progetto europeo CASPAR dalla prof.ssa Mariella Guercio). Dal 2006 è regolarmente inserita nei PRIN e nei progetti di Ateneo promossi dalla prof.ssa Caffiero. Dal 2006 ha partecipato su invito ai seminari del gruppo di lavoro sull’Inquisizione Romana, guidato da Adriano Prosperi. Nel 2009 partecipa al progetto e al lancio della rivista on-line, di cui è collaboratore fisso, “Giornale di Storia moderna e contemporanea” (www.giornaledistoria.net). Nel 2011 ha rappresentato come esperto la Fondazione “Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah” di Ferrara nel gruppo di lavoro “Storie di famiglia” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Da maggio 2012 è membro del Comitato Scientifico del Meis. Ha collaborato con il Museo Ebraico di Roma (2010 mostra “Et ecce gaudium”, con catalogo in italiano e in inglese a cui ha collaborato), con la Fondazione MEIS di Ferrara (2010/11, progetto “Ricognizione dettagliata degli oggetti utili all’allestimento delle collezioni permanenti del Meis”; 2011, mostra “Meis. Versione Beth[A]”) con la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano (2010 documentario “Una storia particolare. Ebrei in Europa tra Otto e Novecento”, di cui è autore scientifico) e con il Museo Italo-Americano di S. Francisco (2008 mostra Il ghetto: forging Italian Jewish Identities :1516-1870). Ha collaborato con l’École française de Rome, partecipando al progetto “Piazza Navona”, diretto da J.F. Bernard (2010). Da febbraio 2011 è ricercatore a tempo determinato in storia moderna al Dipartimento di Storia, Culture, Religioni. E’ responsabile scientifico dell’unità di ricerca Roma-Sapienza nel quadro del progetto FIRB 2008 “Oltre la “guerra santa”. La gestione del conflitto e il superamento dei confini culturali tra mondo cristiano e mondo islamico dal Mediterraneo agli spazi extra-europei: mediazioni, trasmissioni, conversioni (sec. XV-XIX)”. Nel quadro dei lavori promossi per la ricerca, ha progettato archivisticamente collaborando con il Laboratorio LAARTE della Scuola Normale Superiore di Pisa il prototipo di database informatico CIDI “Christian-Islamic Digital Index”. Nell’ottobre 2012 ha ottenuto un finanziamento di Ateneo da Sapienza-Università di Roma per la candidatura del progetto PSEUDOT (Prejudice and Stereotype European Digital Observatory and Thesaurus), di cui è principal investigator, nelle linee di finanziamento promosse dalla Commissione Europea. I suoi interessi sono centrati sulla storia sociale e sulla storia delle mentalità, con analisi specifiche delle minoranze religiose a Roma in età tardomedievale e moderna.

  • Bice Migliau (Genova 19–) ha conseguito nel 1971 la laurea cum laude in Filosofia e Storia presso l’Università di Genova. Nel 1973 ha ideato e creato per la Comunità Ebraica di Roma il Centro di Cultura Ebraica, primo servizio culturale in ambito ebraico specializzato nell’educazione informale degli adulti, avente lo scopo di diffondere e far conoscere la cultura ebraica a Roma e in Italia. Del Centro, di cui è stata direttore dal 1973 al 2009, ha sviluppato nel tempo le attività di valorizzazione del patrimonio di storia, cultura e tradizioni della Comunità di Roma, organizzate in collaborazione con enti nazionali e locali, offrendo al pubblico l’occasione di confrontarsi con aspetti talvolta meno noti della presenza  e della vita ebraica, e ne ha contemporaneamente costituito il settore di biblioteca (12.000 volumi) e di documentazione. Negli anni ’80 e ’90 ha frequentato numerosi corsi internazionali di aggiornamento e di management organizzati dall’Associazione dei Centri Comunitari Europei del Consiglio Europeo delle Comunità Ebraiche. Dal 1999 al 2008 è stata referente per la Comunità Ebraica di Roma presso il Tavolo Interreligioso dell’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma, coordinando annualmente, insieme ai rappresentanti delle altre comunità religiose, interventi nelle scuole, tavole rotonde e corsi di aggiornamento insegnanti a livello cittadino. Nel 2009 ha svolto lo stesso compito presso la Provincia di Roma. Dal 2000 al 2005 ha fatto parte del Comitato tecnico-scientifico per la progettazione e l’allestimento del nuovo Museo Ebraico di Roma. Dal 2000 al 2009 è stata referente scientifico dell’attività del Progetto Memoria, sorto  in collaborazione tra il Centro di Cultura Ebraica e la Fondazione CDEC di Milano, che coordina tutte le richieste di intervento da parte di scuole o associazioni per l’Italia centrale e meridionale e organizza annualmente corsi di aggiornamento insegnanti sulla storia del periodo che va dalle leggi razziali del 1938 alla Shoà. Dal 1997 al 2011 ha partecipato all’organizzazione ed è intervenuta ai corsi di aggiornamento insegnanti sui vari aspetti della cultura  ebraica e sul tema della Shoà, promossi dalla FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti Medi). Ha pubblicato ricerche e saggi storico-urbanistici sul ghetto di Roma, tra cui Il “risanamento” del ghetto. Le vicende dell’edificio delle Cinque Scole, in Roma Capitale 1870-1911. Architettura e Urbanistica, Marsilio, 1984; Nuove prospettive di studio sulle Cinque Scole del ghetto di Roma:  l’identificazione e il recupero dell’aròn di Scola Catalana, in “Enoch”, XII, 2, 1990; Il significato dell’edificio delle Cinque Scole, in C. Benocci, E. Guidoni (a cura di), Il ghetto. Atlante storico delle città d’Italia, Bonsignori, 1993. Ha pubblicato libri di storia e cultura ebraica: con Franca Tagliacozzo, Gli ebrei nella storia e nella società contemporanea, La Nuova Italia, 1993; con Micaela Procaccia, Lazio. Itinerari ebraici, Marsilio 1997; ha curato il repertorio bibliografico La cultura ebraica nell’editoria italiana (1955-1990), Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, 1992. Insieme a Mario Toscano, Gianni Ascarelli e Daniela Di Castro ha curato il volume del Centenario Il Tempio Maggiore di Roma, Allemandi 2004. Ha curato inoltre il volume Il Circolo Weizmann. Identità e cultura nella vita della Comunità Ebraica di Roma, Roma, 2009. Insieme a Massimo Di Gioacchino ha contribuito al volume della “Rassegna Mensile di Israel” per i 150 anni dell’Unità d’Italia con un Percorso per immagini tra storia e memoria, 2011.

    E’ stata curatrice di numerose mostre tra cui  quella per il Centenario Il Tempio Maggiore di Roma (2004), La Brigata Ebraica in Italia 1943-1945 e relativo catalogo, esposta oltre che a Roma, ai Musei ebraici di Genova e Bologna, al Museo della Battaglia del Senio di Alfonsine, alla Comunità Ebraica di Livorno e alla Biblioteca Comunale di Siena (2003-2012).

    E’ membro del Comitato scientifico del MEIS, di quello di Zakhor, rivista di storia degli ebrei d’Italia  (nuova serie), di cui ha curato il coordinamento redazionale (1997-2007) e del Comitato organizzativo dell’Associazione Arte in memoria.

  • Autore di numerosi saggi su persecuzioni antiebraiche ed ebrei nell’Italia del XX secolo. Relatore su detti temi in vari convegni e manifestazioni in Italia e all’estero. Direttore della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC dal 2002 – Componente dal 1997 del Comitato scientifico della rivista “La Rassegna mensile di Israel”. Componente della Commissione governativa italiana di indagine sui beni degli ebrei in Italia nel periodo delle persecuzioni 1938-1945 (“Commissione Anselmi”), 1998-2001. Componente del Comitato scientifico della Fondazione Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah di Ferrara dal 2009 – Direttore della rivista digitale “Quest. Issues in contemporary jewish history. Questioni di storia ebraica contemporanea” dal 2010

     

    Principali pubblicazioni:

    * Gaddo e gli altri ‘svizzeri’. Storie della Resistenza in Valle d’Aosta, Istituto storico della Resistenza in Valle d’Aosta, Aosta 1981.

    * La nascita del moderno pacifismo democratico ed il Congrés International de la Paix di Ginevra nel 1867, ed. Comune di Milano, Milano 1983 (Premio Internazionale Nuova Antologia 1981 per gli studi storici, sezione ‘opera prima’, ex-aequo).

    * Cura del fascicolo 1938 le leggi contro gli ebrei della rivista “La rassegna mensile di Israel”, v. LIV, n. 1-2 (gennaio-agosto 1988); e autore dei saggi: Documenti della legislazione antiebraica. I testi delle leggi, pp. 49–167; Documenti della legislazione antiebraica. Le circolari, pp. 169–198; Documenti della legislazione antiebraica. Il commento delle riviste razziste, pp. 199–218; Bibliografia per lo studio delle persecuzioni antiebraiche in Italia, pp. 435–475.

    * Mussolini contro gli ebrei. Cronaca dell’elaborazione delle leggi del 1938, Zamorani, Torino 1994.

    *Cura del volume Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, Il ritorno alla vita: vicende e diritti degli ebrei in Italia dopo la seconda guerra mondiale, Giuntina, Firenze 1998.

    * Le leggi antiebraiche spiegate agli italiani di oggi, Einaudi, Torino 2002.

    * Cura, con Valeria Galimi, Alessandra Minerbi, Liliana Picciotto, del volume Dalle leggi antiebraiche alla shoah. Sette anni di storia italiana 1938-1945, Skira, Milano 2004.

    * La Shoah in Italia. La persecuzione degli ebrei sotto il fascismo, Einaudi, Torino 2005.

    * Gli ebrei nell’Italia fascista. Vicende, identità, persecuzione, nuova ed., Einaudi, Torino 2007 [1° ed. 2000]. Traduzione inglese: The Jews in Mussolini’s Italy. From Equality to Persecution, Wisconsin University Press, traduzione di John e Anne C. Tedeschi, Madison 2006.

    * Cura del fascicolo de “La rassegna mensile di Israel” in occasione del 70° anniversario dell’emanazione della legislazione antiebraica fascista, v. LXXIII, n. 2 (mag.-ago. 2007); e autore del saggio Questo volume della “Rassegna” e i riflessi delle leggi antiebraiche del fascismo fuori d’Italia, pp. 1-9.

    * Cura del volume La Repubblica sociale a Desenzano: Giovanni Preziosi e l’Ispettorato generale per la razza, Giuntina, Firenze 2008; e autore del saggio Le leggi antiebraiche proposte nel 1944 da Giovanni Preziosi, pp. 141-171.

    * Cura, con Laura Brazzo, del volume Gli ebrei in Albania sotto il fascismo. Una storia da ricostruire, Giuntina, Firenze 2010; e autore del saggio La condizione degli ebrei in Albania fra il 1938 e il 1943. Il quadro generale, pp. 125-151.

    * Con Anna Sarfatti, Fulmine, un cane coraggioso. La Resistenza raccontata ai bambini, Mondadori, Milano 2010.

    * Con Anna Sarfatti, L’albero della memoria. La Shoah raccontata ai bambini, Mondadori, Milano 2013.

  • Michela Zanon, veneziana, formazione classica, laurea in storia, dal 1990 è socia di Coopculture per la quale ricopre il ruolo di coordinatore didattica per il Centro Nord e di referente nazionale per i progetti inerenti alla gestione e valorizzazione di beni culturali ebraici. Nell’ambito dei propri incarichi, dal 1990 è responsabile della gestione dei servizi al pubblico del Museo Ebraico di Venezia: tale incarico prevede l’ideazione e l’organizzazione delle molteplici funzioni necessarie alla vita museale. Ha seguito la formazione del personale per le attività didattica presso alcune sinagoghe piemontesi e ha curato parte della formazione sulla cultura ebraica delle guide autorizzate di Siracusa. Da maggio 2012 è membro del comitato scientifico del Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara. Da giugno dello stesso anno è supervisore della gestione dei servizi al pubblico del Museo Ebraico di Firenze e delle Sinagoghe di Firenze e Siena, incarico ottenuto da Coopculture a seguito presentazione di un progetto di rilancio del turismo per i siti ricordati. E’ stata invitata ad illustrare la propria esperienza a diversi convegni tra i quali ricordiamo: Abitare il ghetto, IUAV, Venezia; Incontro sugli itinerari ebraici in Europa, Girona, Spagna; Tavola rotonda su

    La conservazione della memoria nell’era digitale, MEIS Ferrara; Tavola Rotonda Le testimonianze per la storia e la memoria: voci dalla shoah “La Piramide dell’odio e altre esperienze di laboratorio didattico sulla Shoah al MEV, Auditorium Ca’ Foscari, Venezia; Tavola Rotonda “Ti racconto la storia. Voci dalla Shoah. La piramide dell’odio, esperienze di laboratorio al MEV” Archivio Centrale di Stato, Roma. Convegno Turismo e Religioni, Memorie, percorsi ed emozioni, “MEV, un museo diffuso”, Università Bicocca, Milano. “Pratiche di trasmissione e valorizzazione del patrimonio culturale, il modello del Museo Ebraico di Venezia”, Università degli Studi “Kore” di Enna, XIV Giornata Regionale di studio sulla didattica museale “La gestione dei servizi educativi in affidamento esterno: vantaggi e problematiche”. Salone BBCC, Venezia. Incontro tra Musei e Memoriali italiani dell’ebraismo e della Shoah e equivalenti francesi, “Museo Ebraico di Venezia, l’attività didattica sulla Shoah”; Memorial de la Shoah, Parigi. Tavola rotonda “Dalla vita al museo: beni culturali ebraici in Italia” Teatro Comunale, Ferrara. Tavola rotonda “Beni materiali e immateriali della cultura ebraica”, Università degli studi dell’Università di Catania – Facoltà di Lettere e Filosofia, Siracusa. 1° Giornada International sobre el itinerario europeo del patrimonio judio; Oviedo (Spagna). Pubblicazioni: cura del numero unico di Nuova Museologia (in collaborazione con Roberta Favia), “I Musei Ebraici Italiani” , 2011. Articolo in Atti XIV giornata di studi museali Regione Veneto, “Dire e fare didattica. Strumenti per la valorizzazione delle attività didattiche nei musei”, 2010; In Scuole di devozione a Venezia di S. Gramigna e A. Perissa sezione scuole ebraiche, 2008. Ancient Ghetto, Codess Cultura Editore, Venezia 2006. Articolo in ALDO Atti III Salone della Didattica Museale, Macerata, 2006. La linea del tempo (coautrice Irene Martini), Codess Cultura Editore, Venezia 2005. Antico ghetto, Codess Cultura Editore, Venezia 2005, 2009 seconda ristampa.

     

2.1.4 COLLEGIO SINDACALE

  • DATI PERSONALI
    Data di nascita: 18 dicembre 19–
    Luogo di nascita: Ferrara
    Nazionalità: Italiana

    ISTRUZIONE E FORMAZIONE
    · Titolo di studio Laurea in Economia e Commercio
    Data: Anno accademico 1980/1981
    Presso Università degli Studi di Bologna

    · Lingue straniere Inglese / Francese

    · Formazione
    · Specializzazione in Auditing amministrativo delle imprese pubbliche.
    · Formazione professionale continua dell’ODCEC, ai sensi dell’articolo 12, comma 1, lettera r), del D.Lgs. 28 giugno 2005, n. 139.

    ESPERIENZA LAVORATIVA
    . Dal 1982 Dottore Commercialista in Ferrara, con specializzazione in materia di analisi di bilancio e controllo di gestione di aziende e società operanti nel settore industriale.
    · Iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Ferrara;
    · Nominato Revisore Ufficiale dei Conti con D.M. 09/07/1993, e poi iscritto nel Registro Revisori contabili di cui al Decreto Legislativo 27/01/1992 n. 88, e del DPR 20/11/92 n. 474;
    · Iscritto nell’elenco dei consulenti tecnici del Tribunale di Ferrara.
    . Esperto in valutazioni aziendali, acquisizione rami d’impresa;
    · Iscritto all’elenco degli Arbitri, Arbitratori e Periti presso la Camera Arbitrale istituita alla Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ferrara;
    · Curatore e Commissario Giudiziale di alcune Procedure Concorsuali presso il Tribunale di Ferrara;
    · Revisore e Sindaco di aziende del settore industriale e finanziario-assicurativo di primaria importanza nell’ambito regionale e nazionale, nonché già Revisore di Enti Pubblici della Regione Emilia-Romagna;
    · Consulente in materia di bilancio, analisi di bilancio e controllo di gestione di numerose società di capitali in campo industriale, commerciali, finanziario e di servizi pubblici;
    · Consulente in materia di bilancio e controllo di gestione di Istituzioni Culturali, Fondazioni ed Associazioni riconosciute;
    · Consulente di Enti territoriali per la strutturazione organizzativa di diversi servizi a rilevanza economica.
    · Docente di corsi Universitari e di perfezionamento postlaurea; ed in particolare, docente in corsi di management pubblico presso l’Università degli Studi di Ferrara.

  •  

    Informazioni personali

     

     

    Nome Bauer Riccardo Raul
    Indirizzo 13, Via Bergognone, 20144, Milano, Italia
    Telefono 02/4980011 cell 336 258299
    Fax 02/43381028
    E-mail rbauer@tiscali.it

     

     

    Nazionalità Italiana

     

     

    Data di nascita 12/01/19– a  Milano

     

     

    Esperienze lavorative 
      

                      Pubblicazioni

    • Dal 1999 ad oggi

     

     

     

     

     

    Esperienze professionali

     

     

     

     

     

     

     

     

    Incarichi professionali attuali rilevanti

     

     

     

     

    Incarichi accademici

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Inoltre

     

    Autore del Codice Bauer dal 2000 al 2014 – Circa 8000 copie vendute annue.

    Autore del Codice Fiscale – 2012  – 2014

    Libri recentemente editi : La nuova revisione legale nei sistemi di controllo societario – IPSOA – Il controllo contabile dopo la riforma – MAGGIOLI EDITORE ,  Gli IAS in Bilancio – IPSOA , , Il Bilancio dopo la riforma di diritto societario – IPSOA , l’esame per Dottore Commercialista , L’esame per revisore contabile ,

    Inoltre La mediazione civile – ADR Commercialisti  Cap V. 4 – VI . 3 – IPSOA, La mediazione Civile – EGEA

    Socio fondatore dello Studio Prof.  Bauer

    Attività di libero professionista con incarichi di consulenza ed assistenza  in acquisizioni d’azienda di primari gruppi italiani

    Consulente responsabile degli uffici  di Direzione Amministrativa e Finanziaria di un importante gruppo di editoria  scolastica italiana

    Dal 1969 al 1998 opera in PRICEWATERHOUSECOOPERS come assistente, auditor, senior, supervisor, manager e senior manager con attività di revisione e di responsabile nazionale dell’area di Formazione Professionale

    Presidente del Collegio Sindacale di Finmeccanica SPA – Holding del Gruppo Finmeccanica ( terza azienda italiana quotata alla Borsa di Milano ) – Periodo 2012 – 2015- ROMA

    Presidente del Collegio Sindacale dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane – UCEI – ROMA

    Componente del Collegio Sindacale del Museo dell’Ebraismo e della Shoà – Ferrara

    Professore a contratto  presso l’Università Bocconi di Milano per l’insegnamento di Metodologie  quantitative d’azienda  – per 8 anni accademici

    Professore a contratto di Revisione e controllo Aziendale –  corso diurno e serale – Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – per venti anni accademici

    Docente al Master di Eni Corporate University per un triennio

    Docente di International Accounting al Master MIB – Università Cattolica – International Accounting – dal 2012 al 2014

    Mediatore accreditato dal Ministero della Giustizia ai sensi D. Lgs 28/2010 e DM 18 10 2010 n. 180 presso Organismi di mediazione

    Docente teorico pratico in corso di Mediazione accreditato dal Ministero della Giustizia

    Istruzione e formazione 

    • Dall’aprile 1995

     

    • Dal settembre 1984

     

    • Dal settembre 1984 al giugno 1985

     

    • Nell’aprile 1983

     

    • Nel giugno 1969
     

    Revisore dei Conti iscritto nel Registro dei Revisori Contabili dalla data della sua costituzione e al Registro dei Revisori Contabili – Settembre 2013

    Dottore Commercialista iscritto all’Ordine di Milano e Lodi

    In exchange presso  Centro di Formazione Europea a Parigi di Price Waterhouse Coopers

    Laurea in Economia e Commercio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – Serale- Votazione  105/110

    Diploma in Ragioneria presso l’Istituto Tecnico P. Verri di Milano con 44/60

    • Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione 

    Università Cattolica del Sacro Cuore – Istituto Tecnico Commerciale Pietro Verri

    • Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio 

    Revisione contabile ed esperto in principi contabili nazionali ed internazionali

    • Qualifica conseguita 

    Dottore Commercialista

    • Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) 

    Pensionato dal 1 1 2012

     

     
      

     

     

    Capacità e competenze personali

    Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali.

     

     

    Madrelingua

     Italiano

     

     

    Altre lingua

     

     

      Inglese; Francese; Spagnolo
    • Capacità di lettura Eccellente; Buono; Buono
    • Capacità di scrittura Buono; Buono; Buono

    • Capacità di espressione orale

     Eccellente; Buono; Buono

     

     

    Capacità e competenze relazionali

    Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc.

     Lavorare in gruppo, coordinare e guidare team , capacita’ relazionali , negoziare, gestire riunioni

     

     

    Capacità e competenze organizzative

    Ad es. coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro, in attività di volontariato (ad es. cultura e sport), a casa, ecc.

     COORDINAMENTO E GESTIONE DI GRUPPI[

     

     

    Capacità e competenze tecniche

    Con computer, attrezzature specifiche, macchinari, ecc.

     OPERARE NORMALMENTE IN AMBIENTE INFORMATICO. USO SISTEMATICO DI WORD, EXCEL, POWERPOINT, E- MAIL, INTERNET

     

     

    Capacità e competenze artistiche

    Musica, scrittura, disegno ecc.

     SCRITTURA LIBRI TECNICI, DISEGNO AD ACQUARELLO, AD OLIO E OIL BAR  ( Quadri presentati in TRE  mostre pubbliche a MILANO : circa 25)

     

     

    Patente o patenti Patente B

     

ARCHIVIO
  • Istruzione, titoli ed incarichi professionali:
    Maggio 2012 – oggi: Presidente del collegio dei revisori dei conti del Museo nazionale dell’ebraismo e della Shoah di Ferrara.
    13 febbraio 2010 – oggi: Presidente del collegio dei revisori dei conti del Teatro Stabile pubblico di Catania.
    2 maggio 2011 – oggi: Dirigente di ruolo in servizio all’Ufficio Legislativo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
    1° aprile 2008 – 1° maggio 2011: Dirigente del servizio II, “Attività teatrali” della Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
    1° gennaio 2007 – 28 febbraio 2009: Rappresentante italiano presso il Fondo Eurimages del Consiglio d’Europa.
    15 febbraio 2005 – 28 febbraio 2009: Rappresentante italiano al Comitato Media dell’Unione Europea.
    15 febbraio 2005 – 31 marzo 2008: Dirigente del Servizio IV, “Attività Cinematografiche all’estero” della Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
    2 marzo 2004 – 21 giugno 2004: Frequenza del corso di 90 ore organizzato dalla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione e rivolto a funzionari e dirigenti pubblici su “Responsabilità civile della P.A. e il risarcimento del danno”, con superamento dell’esame finale col punteggio di 30/30.
    novembre 2002 – 14 febbraio 2005: Partecipazione, quale rappresentante italiano, alle riunioni della Commissione Europea a Bruxelles in merito alla bozza di regolamento comunitario relativo all’Associazione Europea.
    6 novembre 2002 – 14 febbraio 2005: Dirigente del Servizio Associazionismo della Direzione Generale per il volontariato, l’associazionismo e le altre formazioni sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
    8 aprile 2002 – 5 novembre 2002: Assunzione in servizio presso il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, alla Direzione Generale per le reti informative, quale dirigente della divisione IV
    Ottobre 2001: Superamento del II° corso concorso per dirigenti della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. Posizione finale in graduatoria: 49 su 136. Titolo della tesi intermedia svolta durante il corso: Il dibattito sulla finanza regionale nell’Assemblea Costituente”. Titolo della tesi finale svolta per il corso: “La politica culturale cinematografica del Dipartimento dello Spettacolo dopo il 1985”
    1° aprile 1999 – 30 settembre 2001: Partecipazione al II corso-concorso per il reclutamento di 165 dirigenti organizzato dalla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. Nel periodo 1 aprile 2001 – 30 settembre 2001 partecipazione ad uno stage formativo presso il Dipartimento per lo Spettacolo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
    1998: Vincitore della selezione per il II corso-concorso per dirigenti svolto dalla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione
    2 novembre 1998: Superamento dell’esame per l’abilitazione all’esercizio della professione legale di avvocato presso la Corte di Appello di Bologna col punteggio complessivo di 299.
    27 novembre 1997: Assunzione da parte del Comune di Ferrara quale Istruttore Direttivo Amministrativo, ex 7° livello
    Settembre 1997: Vincitore del concorso a 30 posti del Comune di Ferrara quale “Istruttore Direttivo Amministrativo”, ex 7° livello qualifica funzionale.
    25 ottobre 1995 – Conseguimento della laurea in Giurisprudenza con la votazione di 110/110 con la lode con discussione della tesi in Scienza delle Finanze con la tesi “L’intervento pubblico nel settore dello spettacolo con particolare riguardo al teatro di prosa”.
    Luglio 1990 –Conseguimento del diploma di Maturità Scientifica presso il Liceo Scientifico Statale “Roiti” di Ferrara con votazione di 52/60.

    Lingue straniere:
    Buona la conoscenza della lingua inglese parlata e discreta quella della lingua scritta.
    Discreta la conoscenza della lingua francese grazie alla frequenza di un corso base di 200 ore presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione durante il II° Corso–concorso dirigenziale.

    Conoscenze Informatiche:
    Buona conoscenza del PC e dei sistemi operativi Windows 95, Windows 98 e Windows 2000 nonché dei sistemi applicativi Word, Excel, Power Point e Outlook. Buona conoscenza del browser di navigazione Internet Explorer e Mozilla Firefox.

  •  

    Informazioni personali

     

     

    Nome Bauer Riccardo Raul
    Indirizzo 13, Via Bergognone, 20144, Milano, Italia
    Telefono 02/4980011 cell 336 258299
    Fax 02/43381028
    E-mail rbauer@tiscali.it

     

     

    Nazionalità Italiana

     

     

    Data di nascita 12/01/19– a  Milano

     

     

    Esperienze lavorative 
      

                      Pubblicazioni

    • Dal 1999 ad oggi

     

     

     

     

     

    Esperienze professionali

     

     

     

     

     

     

     

     

    Incarichi professionali attuali rilevanti

     

     

     

     

    Incarichi accademici

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Inoltre

     

    Autore del Codice Bauer dal 2000 al 2014 – Circa 8000 copie vendute annue.

    Autore del Codice Fiscale – 2012  – 2014

    Libri recentemente editi : La nuova revisione legale nei sistemi di controllo societario – IPSOA – Il controllo contabile dopo la riforma – MAGGIOLI EDITORE ,  Gli IAS in Bilancio – IPSOA , , Il Bilancio dopo la riforma di diritto societario – IPSOA , l’esame per Dottore Commercialista , L’esame per revisore contabile ,

    Inoltre La mediazione civile – ADR Commercialisti  Cap V. 4 – VI . 3 – IPSOA, La mediazione Civile – EGEA

    Socio fondatore dello Studio Prof.  Bauer

    Attività di libero professionista con incarichi di consulenza ed assistenza  in acquisizioni d’azienda di primari gruppi italiani

    Consulente responsabile degli uffici  di Direzione Amministrativa e Finanziaria di un importante gruppo di editoria  scolastica italiana

    Dal 1969 al 1998 opera in PRICEWATERHOUSECOOPERS come assistente, auditor, senior, supervisor, manager e senior manager con attività di revisione e di responsabile nazionale dell’area di Formazione Professionale

    Presidente del Collegio Sindacale di Finmeccanica SPA – Holding del Gruppo Finmeccanica ( terza azienda italiana quotata alla Borsa di Milano ) – Periodo 2012 – 2015- ROMA

    Presidente del Collegio Sindacale dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane – UCEI – ROMA

    Componente del Collegio Sindacale del Museo dell’Ebraismo e della Shoà – Ferrara

    Professore a contratto  presso l’Università Bocconi di Milano per l’insegnamento di Metodologie  quantitative d’azienda  – per 8 anni accademici

    Professore a contratto di Revisione e controllo Aziendale –  corso diurno e serale – Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – per venti anni accademici

    Docente al Master di Eni Corporate University per un triennio

    Docente di International Accounting al Master MIB – Università Cattolica – International Accounting – dal 2012 al 2014

    Mediatore accreditato dal Ministero della Giustizia ai sensi D. Lgs 28/2010 e DM 18 10 2010 n. 180 presso Organismi di mediazione

    Docente teorico pratico in corso di Mediazione accreditato dal Ministero della Giustizia

    Istruzione e formazione 

    • Dall’aprile 1995

     

    • Dal settembre 1984

     

    • Dal settembre 1984 al giugno 1985

     

    • Nell’aprile 1983

     

    • Nel giugno 1969
     

    Revisore dei Conti iscritto nel Registro dei Revisori Contabili dalla data della sua costituzione e al Registro dei Revisori Contabili – Settembre 2013

    Dottore Commercialista iscritto all’Ordine di Milano e Lodi

    In exchange presso  Centro di Formazione Europea a Parigi di Price Waterhouse Coopers

    Laurea in Economia e Commercio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano – Serale- Votazione  105/110

    Diploma in Ragioneria presso l’Istituto Tecnico P. Verri di Milano con 44/60

    • Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione 

    Università Cattolica del Sacro Cuore – Istituto Tecnico Commerciale Pietro Verri

    • Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio 

    Revisione contabile ed esperto in principi contabili nazionali ed internazionali

    • Qualifica conseguita 

    Dottore Commercialista

    • Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) 

    Pensionato dal 1 1 2012

     

     
      

     

     

    Capacità e competenze personali

    Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali.

     

     

    Madrelingua

     Italiano

     

     

    Altre lingua

     

     

      Inglese; Francese; Spagnolo
    • Capacità di lettura Eccellente; Buono; Buono
    • Capacità di scrittura Buono; Buono; Buono

    • Capacità di espressione orale

     Eccellente; Buono; Buono

     

     

    Capacità e competenze relazionali

    Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc.

     Lavorare in gruppo, coordinare e guidare team , capacita’ relazionali , negoziare, gestire riunioni

     

     

    Capacità e competenze organizzative

    Ad es. coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro, in attività di volontariato (ad es. cultura e sport), a casa, ecc.

     COORDINAMENTO E GESTIONE DI GRUPPI[

     

     

    Capacità e competenze tecniche

    Con computer, attrezzature specifiche, macchinari, ecc.

     OPERARE NORMALMENTE IN AMBIENTE INFORMATICO. USO SISTEMATICO DI WORD, EXCEL, POWERPOINT, E- MAIL, INTERNET

     

     

    Capacità e competenze artistiche

    Musica, scrittura, disegno ecc.

     SCRITTURA LIBRI TECNICI, DISEGNO AD ACQUARELLO, AD OLIO E OIL BAR  ( Quadri presentati in TRE  mostre pubbliche a MILANO : circa 25)

     

     

    Patente o patenti Patente B

     

  • DATI PERSONALI
    Data di nascita: 18 dicembre 19–
    Luogo di nascita: Ferrara
    Nazionalità: Italiana

    ISTRUZIONE E FORMAZIONE
    · Titolo di studio Laurea in Economia e Commercio
    Data: Anno accademico 1980/1981
    Presso Università degli Studi di Bologna

    · Lingue straniere Inglese / Francese

    · Formazione
    · Specializzazione in Auditing amministrativo delle imprese pubbliche.
    · Formazione professionale continua dell’ODCEC, ai sensi dell’articolo 12, comma 1, lettera r), del D.Lgs. 28 giugno 2005, n. 139.

    ESPERIENZA LAVORATIVA
    . Dal 1982 Dottore Commercialista in Ferrara, con specializzazione in materia di analisi di bilancio e controllo di gestione di aziende e società operanti nel settore industriale.
    · Iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Ferrara;
    · Nominato Revisore Ufficiale dei Conti con D.M. 09/07/1993, e poi iscritto nel Registro Revisori contabili di cui al Decreto Legislativo 27/01/1992 n. 88, e del DPR 20/11/92 n. 474;
    · Iscritto nell’elenco dei consulenti tecnici del Tribunale di Ferrara.
    . Esperto in valutazioni aziendali, acquisizione rami d’impresa;
    · Iscritto all’elenco degli Arbitri, Arbitratori e Periti presso la Camera Arbitrale istituita alla Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ferrara;
    · Curatore e Commissario Giudiziale di alcune Procedure Concorsuali presso il Tribunale di Ferrara;
    · Revisore e Sindaco di aziende del settore industriale e finanziario-assicurativo di primaria importanza nell’ambito regionale e nazionale, nonché già Revisore di Enti Pubblici della Regione Emilia-Romagna;
    · Consulente in materia di bilancio, analisi di bilancio e controllo di gestione di numerose società di capitali in campo industriale, commerciali, finanziario e di servizi pubblici;
    · Consulente in materia di bilancio e controllo di gestione di Istituzioni Culturali, Fondazioni ed Associazioni riconosciute;
    · Consulente di Enti territoriali per la strutturazione organizzativa di diversi servizi a rilevanza economica.
    · Docente di corsi Universitari e di perfezionamento postlaurea; ed in particolare, docente in corsi di management pubblico presso l’Università degli Studi di Ferrara.

Atto di nomina: Estratto verbale n. 22_nomina collegio sindacale (pdf – 73 Kb)

Scadenza mandato: 29 novembre 2015.

2.1.5 Organi amministrativi

Direttore

Scadenza mandato: 5 giugno 2020.

Segretario amministrativo 

Scadenza mandato: 30 novembre 2019.

ARCHIVIO

Segretario amministrativo pro tempore

  • Informazioni personali

     

     

    Nome FINARDI Roberto
    Indirizzo  
    Telefono 334 6050601
    Fax  
    E-mail finardiroberto@libero.it

     

     

    Nazionalità italiana

     

     

    Data di nascita 20 marzo 19–
    Luogo di Nascita Badia Polesine (RO)

     

     

    Esperienza lavorativa

     

     

    • Date (da – a) 

    dA MAGGIO 2005 A febbraio 2014

    • Nome e indirizzo del datore di lavoro 

    COMUNE DI FERRARA

    • Tipo di azienda o settore 

    ENTE PUBBLICO TERRITORIALE

    • Tipo di impiego 

    SEGRETARIO – DIRETTORE GENERALE

    • Principali mansioni e responsabilità  

     

     

    • Date (da – a) 

    DA SETTEMBRE 2002 A MAGGIO 2005

    • Nome e indirizzo del datore di lavoro 

    COMUNE DI CHIOGGIA

    • Tipo di azienda o settore 

    ENTE PUBBLICO TERRITORIALE

    • Tipo di impiego 

    SEGRETARIO – DIRETTORE GENERALE

    • Principali mansioni e responsabilità  

     

     

    • Date (da – a) 

    DA OTTOBRE 1996  Ad  AGOSTO 2002

    • Nome e indirizzo del datore di lavoro 

    COMUNE DI AVIANO

    • Tipo di azienda o settore 

    ENTE PUBBLICO TERRITORIALE

    • Tipo di impiego 

    SEGRETARIO – DIRETTORE GENERALE

    • Principali mansioni e responsabilità  

     

     

     

     

    • Date (da – a) 

    DA SETTEBRE 1990 A SETTEMBRE  1996

    • Nome e indirizzo del datore di lavoro 

    COMUNI DI VITO D’ASIO E PINZANO AL TAGLIAMENTO

    • Tipo di azienda o settore 

    ENTE PUBBLICO TERRITORIALE

    • Tipo di impiego 

    SEGRETARIO COMUNALE

    • Principali mansioni e responsabilità  

     

     

    • Date (da – a) 

    1996 – 1998

    • Nome e indirizzo del datore di lavoro 

    COMUNITA’ MONTANA VAL D’ARZINO, VAL COSA, VAL TRAMONTINA –  5^ ZONA OMOGENEA

    • Tipo di azienda o settore 

    ENTE PUBBLICO

    • Tipo di impiego 

    SEGRETARIO  DIRETTORE

    • Principali mansioni e responsabilità  

     

     

    • Date (da – a) 

    DA NOVEMBRE 1985 A  AGOSTO   1990

    • Nome e indirizzo del datore di lavoro 

    COMUNI DI CLAUT E CIMOLAIS

    • Tipo di azienda o settore 

    ENTE PUBBLICO TERRITORIALE

    • Tipo di impiego 

    SEGRETARIO COMUNALE

    • Principali mansioni e responsabilità  

     

     

    • Date (da – a) 

    DA OTTOBRE 1981 A  NOVEMBRE 1985

    • Nome e indirizzo del datore di lavoro 

    CONFEDERAZIONE ITALIANA COLTIVATORI DI PORDENONE (ora CIA)

    • Tipo di azienda o settore 

    ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA

    • Tipo di impiego 

    RESPONSABILE DEI SERVIZI FISCALI

    • Principali mansioni e responsabilità  

     

     

     

    Istruzione e formazione

     

     

    • Date (da – a) 

    1984

    • Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione 

    UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA  FACOLTA’ DI SCIENZE POLITICHE

    • Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio 

    INDIRIZZO POLITICO-AMMINISTRATIVO

    TESI : POLITICI E BUROCRATI IN UNA REGIONE A STATUTO SPECIALE. LA GESTIONE DEL TERREMOTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA

    • Qualifica conseguita 

    LAUREA

     

     

    ESPERIENZE FORMATIVE

     

     

    2002

     

    SCUOLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI LUCCA

    MASTER IN DIREZIONE LOCALE

     

     

    2000

     

    SDA BOCCONI MILANO

    CORSO DIRETTORE GENERALE NEGLI ENTI LOCALI

     

     

    1999

     

    SDA BOCCONI MILANO

    CORSO AVANZATO PERFEZIONAMENTO PER DIRIGERE L’ENTE LOCALE

    CO.PER.FEL AVANZATO

     

     

    1998

     

    SDA BOCCONI MILANO

    CORSO PERFEZIONAMENTO PER DIRIGERE L’ENTE LOCALE

    CO.PER.FEL

     

     

    altri  incarichi

     

     

    dal 2008 a febbraio 2014

     

    FONDAZIONE MUSEO DELL’EBRAISMO ITALIANO E DELLA SHOAH  (MEIS)

    SEGRETARIO GENERALE

     

     

    MAGGIO – SETTEMBRE 2012

     

    REGIONE EMILIA ROMAGNA

    COMPONENTE STAFF  COMMISSARIO DELEGATO ALLA RICOSTRUZIONE

     

     

     DAL   2011 A febbraio 2014

     

    ASP FERRARA

    COMPONENTE NUCLEO DI VALUTAZIONE

     

     

    DAL   2005 AL 2007

     

    COMUNE DI CHIOGGIA

    COMPONENTE NUCLEO DI VALUTAZIONE

     

     

    DAL   2002 AL 2004

     

    COMUNE AVIANO

    COMPONENTE NUCLEO DI VALUTAZIONE

     

     

     DAL   2000 AL 2002

     

    COMUNE DI SACILE

    COMPONENTE NUCLEO DI VALUTAZIONE

     

     

    DAL  1998 AL 2006

     

    AGENZIA AUTONOMA PER LA GESTIONE DELL’ALBO DEI SEGRETARI COMUNALI DELLE REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

    COMPONENTE CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE

     

     

    AA  2000 – 2004

     

    UNIVERSITA’ DI TRIESTE – FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

    PROFESSORE A CONTRATTO

     

     

     

     

    Capacità e competenze personali

     

     

    Madrelingua

     Italiano

     

     

    Altre lingua

     

     

      inglese
    • Capacità di lettura elementare
    • Capacità di scrittura elementare

    • Capacità di espressione orale

     elementare

     

     

     

      spagnolo
    • Capacità di lettura buono
    • Capacità di scrittura elementare

    • Capacità di espressione orale

     buono

     

     

     

    USO DI TECNOLOGIE  INFORMATICHE

     PRINCIPALI PROGRAMMI OFFICE – APPLICATIVI GESTIONALI

     

     

     

    Altre capacità e competenze

     REVISORE DEI CONTI  ISCRITTO AL N. 116195

     

     

    Patente o patenti Patente B

     

Atto di nomina: 
Estratto del verbale n. 20 e 30_ nomina Presidente e Segretario Generale (pdf – 218 Kb)

Scadenza mandato: 29 novembre 2015.

 

2.1.6 UFFICIO DI SEGRETERIA

Responsabile Segreteria e Assistenza agli organi

PRIMO SOCCORSO

Addetto al primo soccorso
Responsabile al controllo mensile della cassetta primo soccorso – pronto intervento

PUNTO ORDINANTE

Punto Ordinante nel Mercato Elettronico delle Pubbliche Amministrazioni – MEPA Consip
Punto ordinante nel Mercato Elettronico delle Pubbliche Amministrazioni – IntercentER

RUP

Responsabile Unico del Procedimento per la procedura di gara per servizio di facility managment della Palazzina Dirigenziale della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Responsabile Unico del Procedimento per la procedura di gara per selezione Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Responsabile Unico del Procedimento per la procedura di gara per affidamento del servizio gestione biblioteca e catalogazione libri della Biblioteca della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

SEGRETARIO VERBALIZZANTE

Segretario Verbalizzante del tavolo culturale dell’Italia Ebraica (I riunione presso Salone d’Onore di Palazzo Roverella – Ferrara, 5 settembre 2016)

Segretario Verbalizzante della selezione per la individuazione di n. 1 unità con profilo di “incaricato alle attività culturali” della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Segretario Verbalizzante della procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara per l’affidamento dei servizi di accoglienza, biglietteria, gestione bookshop, sorveglianza e formazione del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

FINO AL 15 GIUGNO 2016

Responsabile Anagrafe Stazione Appaltante, Responsabile del Procedimento ex. art. 10 D.Lgs 163/2006; Responsabile di consultazione del casellario delle Imprese per la Fondazione MEIS (delibera del CdA della Fondazione MEIS del 27 aprile 2015, verbale n. 38)

Responsabile della prevenzione della corruzione della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara (dal 27 aprile 2014  – delibera del CdA della Fondazione MEIS del 27 aprile 2014, verbale n. 32)

Responsabile del programma trasparenza ed integrità della Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara (dal 15 giugno 2014)

 

Addetto Segreteria e Affari Legali

Dati relativi ad altri incarichi presso la Fondazione MEIS

Responsabile alla vigilanza sul divieto del fumo: nomina 05 luglio 2015
Responsabile al controllo mensile degli estintori: nomina 05 luglio 2015

Segretario verbalizzante nelle procedure di gara per l’affidamento del servizio di gestione della biblioteca e catalogazione libri del Meis, del servizio di facility management della palazzina dirigenziale Meis e nella selezione pubblica per l’ affidamento dell’incarico di Responsabile tecnico addetto alla sicurezza e R.S.P.P.

Segretario verbalizzante: Selezione pubblica per titoli e colloquio per la
individuazione del Direttore del Meis;
Segretario verbalizzante : Selezione pubblica per prova scritta e orale per la
individuazione del Responsabile dei settori gestione strutture impiantistiche ed
edilizie, allestimenti e sicurezza;
Segretario verbalizzante: Selezione pubblica per titoli e colloquio per la
individuazione del Segretario amministrativo del Meis.

 

2.1.7 UFFICIO ATTIVITÀ CULTURALI

Addetto alle Attività Culturali

 

2.1.8 UFFICIO STAMPA

Addetto Ufficio Stampa

 

2.1.9 UFFICIO TECNICO DI GESTIONE STRUTTURE EDILIZIE E MANUTENZIONI

Responsabile gestione stutture impiantistiche ed edilizie, allestimenti e sicurezza

2.2 Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Attualmente non sono in corso procedimenti volti a sanzionare la mancata comunicazione dei dati di cui sopra.

 

 

2.3 Articolazione uffici

Gli uffici della Fondazione MEIS hanno sede operativa in Via Piangipane, 81 – 44121 FERRARA

– Ufficio di Presidenza
Tel: 0532 769137; Fax: 0532 711772; Email: presidenza@meisweb.it

– Ufficio di Segreteria
Tel: 0532 769137; Fax: 0532 711772; Email: fondazione@meisweb.it

– Ufficio di Comunicazione
Tel: 0532 769137; Fax: 0532 711772; Email: comunicazione@meisweb.it

– Ufficio di Fatturazione
Tel: 0532 769137; Fax: 0532 711772; Email: fondazione.meis@pec.meisweb.it

 

 

2.4 Organigramma

Organigramma (.pdf)

 

2.5 Telefono e posta elettronica

Per le richieste di carattere ufficiale va utilizzato l’indirizzo di posta elettronica certificata della Fondazione MEIS: fondazione.meis@pec.meisweb.it

N.B. La casella riceve messaggi solo da altre caselle di posta certificata.

Per informazioni va utilizzato l’indirizzo di posta elettronica : info@meisweb.it

Telefono: 0532 769137.

 

Questo sito usa i cookie (anche di terze parti), per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare o cliccando su “accetta” ne consenti l'utilizzo. maggiori informazioni

Che cosa sono i cookie?
Un cookie è un piccolo file di lettere e numeri che può essere memorizzato sul tuo browser o sul disco fisso del tuo computer quando visiti il nostro sito web. I cookie contengono informazioni sulle tue visite al suddetto sito web.

Cookie di terze parti
Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (prima parte), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (terze parti). Esempi notevoli sono la presenza di “embed” video o “social plugin” da servizi di social network. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da terze parti è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Informative
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.

Twitter informativa: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security

Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato: https://www.google.it/policies/privacy/partners/
 
Come modificare le impostazioni sui cookie
La maggior parte dei browser permette di cancellare i cookie dal disco fisso del computer, di bloccare l’accettazione dei cookie o di ricevere un avviso prima che un cookie venga memorizzato. Come modificare le impostazioni per:
Google Chrome
Mozilla Firefox
Internet Explorer
Safari

Garante della Privacy sui Cookie: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884
Informativa e consenso per l’uso dei cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939
Faq in materia di cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939

chiudi